Promozione del libro: i 5 errori da evitare

Hai appena pubblicato il tuo libro ed ora sei nella fase di promozione?Oppure la stai per iniziare?

Spesso vengono commessi degli errori di valutazione che in genere sono quasi sempre gli stessi, li abbiamo raccolti qui, per aiutarti a non commetterli.

Eccoli di seguito.

Credere nei colpi di fortuna

Il colpo di fortuna non esiste. Se non fai niente per promuovere e vendere il tuo libro … non si venderà.

In termini semplici, i libri vendono perché qualcuno ne parla a un lettore – e quel “qualcuno” può essere Il Fatto Quotidiano, Libreriamo, un algoritmo o un altro lettore. Devi iniziare tu la conversazione o non funzionerà mai, dopo averla iniziata continua ad animarla, altrimenti si esaurirà.

Aver paura del bel tempo

A volte ci convinciamo che la gente non compra libri, e quindi nemmeno il nostro, perché c’è la crisi, oppure perché è estate e la gente va la mare o cose del genere…

Questi sono macro eventi che hanno un reale effetto solo sulle aziende più grandi: Amazon, ed altre simili.

Le vendite di un singolo autore saranno molto più influenzate dai micro avvenimenti, dalle micro azioni, da te, in altre parole.

Quando hai scritto e pubblicato l’ultimo tuo contenuto? Quando hai fatto pubblicità o promosso in altro modo? Queste sono le cose che più influenzano le tue vendite. Tutto il resto impallidisce in confronto.

Parlare con tutti allo stesso modo

Non ti rivolgi ad estranei nello stesso modo in cui parli con persone più intime e così dovrebbe essere anche con il marketing.

Alcuni pubblici sono freddi, altri sono caldi. Alcuni sono propensi all’acquisto, altri no. Il tono delle tue comunicazioni di marketing dovrebbe sempre riflettere questo contesto.

Un pubblico freddo non dovrebbe ricevere il messaggio diretto di “acquisto”, ma un annuncio con un invito all’azione più morbido.

Allo stesso modo, un lettore che si iscrive alla tua mailing list per la prima volta probabilmente non vuole ricevere immediatamente un’e-mail che ti esalta al massimo e chiede denaro.

Pensare troppo fuori dagli schemi

Cercare sempre la novità del momento: il nuovo social, la prossima strategia o il prossimo trucco di marketing.

E’ sbagliato.

Gli autori di maggior successo trascorrono la maggior parte del tempo concentrandosi sul proprio core business – producendo grandi storie il più regolarmente possibile e commercializzandole attraverso quelli che ora possono essere descritti come canali di marketing digitali convenzionali: e-mail, siti di lettori, Facebook, Amazon Ads, Instagram e newsletter. Per la saggistica, forse anche qualche content marketing.

Avere competenze su tutto

Molto spesso è sufficiente produrre regolarmente buone storie ed essere molto bravo in uno solo dei modi per raggiungere i lettori. È molto meglio essere esperto di uno o al massimo due social e ignorare gli altri, piuttosto che essere moderatamente bravo in tutti.

Nessuno ha tempo per padroneggiare davvero tutto. Se stai iniziando, non cercare di diventare bravo a tutto in una volta. È un obiettivo impossibile e ti farà solo impazzire.

Concentrati su una cosa e controllala. Quindi passare a quello successivo.

Abbiamo parlato di come trovare i giusti lettori per il tuo libro qui

Commenta tramite Facebook
Diventa uno scrittore di successo

Iscriviti per ricevere gratis un contenuto a settimana per migliorare la tua scrittura e la promozione del tuo libro.

9 Commenti

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *