Produrre

Il copywriting non serve a niente, il copywriting è tutto

4 minuti di lettura 2 Commenti
  • Home
  • /
  • Produrre
  • /
  • Il copywriting non serve a niente, il copywriting è tutto
a cosa serve il copywrting

Molte persone che vogliono vendere i loro prodotti e servizi online si concentrano sul copywriting.

In altre parole, sperano di vendere di più imparando le regole del copywriting.

Questa è un’ottima idea perché la maggior parte delle persone sta solo sprecando il proprio tempo cercando di imparare a scrivere testi accattivanti.

Ecco perché.

Si tratta di questa regola di marketing dimenticata

Se ti piace il copywriting, probabilmente hai sentito parlare di Brian Kurtz.

Questo genio del marketing ha lavorato con i più grandi copywriter di tutti i tempi, inclusi Gary Halbert e Gene Schwarz. E in un’intervista con Ben Settle, ho sentito Brian parlare di una regola di marketing quasi “dimenticata” di Ed Mayer che risale agli anni ’60.

Si chiama regola 40–40–20. E questa regola stabilisce dove tu, come marketer, dovresti concentrare i tuoi sforzi.

Ecco la ripartizione: come marketer, dovresti concentrarti sulle seguenti tre variabili.

Il 40% del tuo focus dovrebbe essere dedicato al mercato. Ciò significa che devi concentrare i tuoi sforzi sulla comprensione del mercato, i punti deboli, le difficoltà, le parole che il mercato sta usando, ecc.

Il prossimo 40% dovrebbe essere assegnato alla tua offerta, il che significa che vuoi creare un’offerta interessante. Un’offerta che il tuo mercato di riferimento non può resistere all’acquisto.

E il restante 20% dovrebbe essere dedicato a… beh… copywriting.

Hai notato qualcosa?

Sì, la buona vecchia legge di Pareto: 80/20.

Questa legge non sexy stabilisce che il 20% delle tue azioni porta all’80% dei tuoi risultati. Ma d’altra parte, la stragrande maggioranza (cioè l’80%) delle cose che stai facendo porta solo al 20% dei risultati.

Quindi, se stai concentrando la maggior parte del tuo tempo sull’apprendimento del copywriting senza spendere tempo nel tuo mercato e creare le tue offerte, allora ti stai concentrando sull’80% che in realtà porta solo al 20% dei risultati.

Ma possiamo andare oltre.

Quindi eccolo qui: se ti concentri sul mercato e sulla tua offerta, puoi andartene anche se fai schifo nel copywriting.

Pensa al copywriting come a un abbellitore. Eppure, la maggior parte delle persone pensa che il copywriting sia la bacchetta magica. Sbattono la testa contro il muro e si lamentano delle vendite stracciate.

Ma… non hanno la minima idea del loro mercato. Pensano di poter fare affidamento su “ciò che sanno”. Non hanno la minima idea dei punti deboli e di come parla effettivamente il mercato. E la lista continua…

È perché in realtà non capiscono le basi del marketing.

Ottengono la regola 40–40–20 completamente al contrario.

Imitare per elevarti

Il modo più semplice per ottenere risultati è imitare ciò che altre persone di successo hanno fatto prima di te.

Non puoi permetterti di ignorare come i più grandi copywriter sono diventati… grandi.

Quando ti concentri sulle cose sbagliate, è come nuotare controcorrente. Finirai esausto prima ancora di raggiungere la tua destinazione.

Ascolta: non sarai in grado di riparare le vendite scadenti concentrandoti su trucchi scadenti. Risolvi le vendite scadenti comprendendo il tuo mercato e creando un’offerta interessante.

I professionisti imparano a padroneggiare le basi e i fondamenti. I principianti cercano gli ultimi hack. Non essere un principiante. Copia i maestri.

Spostare l’attenzione è come un gioco d’azzardo

Tutti commettiamo errori.

Ma quando inizi a cambiare mentalità e quando inizi a spostare la tua attenzione verso le cose che contano veramente, tutto diventa molto più semplice.

Invece di concentrarti sui titoli, inizia a concentrarti sul mercato. Diventa più facile creare offerte seguendo i titoli dei giornali perché il tuo mercato ti dirà cosa attira la loro attenzione.

In effetti, padroneggiare la regola 40–40–20 è come avere un vantaggio ingiusto nel proprio mercato.

Concentrati sul tuo mercato. Crea un’offerta interessante. Dopodiché, puoi imparare le basi del copywriting in un solo pomeriggio.

Se stavi per vendere bottiglie d’acqua nel deserto, non hai bisogno di copywriting. Ma quando vendi ghiaccio agli eschimesi, sarà meglio tu conosca le regole.

Hai solo bisogno di avere un mercato affamato con l’offerta giusta di fronte.

Una volta che hai imparato ciò che conta davvero, puoi andare avanti.



Correlati

Ti potrebbe interessare anche:

Come calcolare il numero di battute della tua opera!

Contare una alla volta le decine di migliaia di battute che compongono il testo di un libro è, ovviamente, quasi impossibile o comunque estremamente complicato...

Come numerare le pagine in Word

Vuoi numerare le pagine in Word del tuo libro o documento e non sai come fare In questa pratica guida vedremo come numerare le pagine in Word attraverso la...

formato epub3

Che cos’è l’epub3: le potenzialità del formato

Epub3 è l’ultima versione del formato epub, lo standard internazionale per il libro digitale Si tratta di un formato libero (open source), basato su...

aspetti tecnici del self publishing

Aspetti tecnici del self-publishing

Nella tua scelta di pubblicare da te, senza una casa editrice, avrai capito senz'altro che ogni operazione svolta prima da uno staff editoriale adesso spetta...

quali sono le dimensioni dei libri?

Self-publishing: scegliere il giusto formato del libro

Scegliere la dimensione dei libri è molto importante per uno scrittore che si autopubblica Prima di descrivere i principali formati di stampa, premettiamo che...

Impostare i margini di un documento Word

Come impostare i margini di un libro con Word e OpenOffice

«Forma e contenuto non possono essere distinti in un'opera d’arte, sono una cosa sola», scriveva il celebre drammaturgo irlandese Oscar Wilde È...

come mettere le note in un testo

Come inserire le note a piè di pagina in un documento Word, OpenOffice o LibreOffice

Uno degli errori più comuni nell'impaginazione di un testo con Microsoft Word, OpenOffice o LibreOffice riguarda l'inserimento delle note a piè di...

Guida completa a calibre

Creare e gestire un ebook: la guida completa a CALIBRE

Calibre è un software libero, open source, multipiattaforma dedicato alla gestione degli ebook, ma non, solo È un convertitore ePub-mobi ed un ebook reader...

i vari formati dei libri

Quale formato scegliere per il tuo libro

Ecco il nostro appuntamento del Venerdì Oggi cercheremo di mettere un p' di ordine tra i mille formati dei vostri libri Vi scriveranno che è importante ciò che...

creare l'indice automatico con word e openoffice

Come creare l’indice con Word, OpenOffice e Pages nel modo giusto

Una delle funzioni più utili e interessanti per chi scrive e impagina un libro, una tesi o un documento con Microsoft Word o con Writer di OpenOffice, è quella...

come scrivere un testo senza numero di pagine

Come NON mettere il numero di pagine

Eccoci, prendiamo spunto da un commento fatto nel post precedente per scrivere il nuovo post del venerdì! Accendiamo il condizionatore e iniziamoPer chi si fosse...

cosa sono le caselle editoriali

Breve guida alle unità di misura editoriali: caratteri, battute, cartelle

Immagina queste due situazioni: nella prima hai scritto un libro e vuoi fare una correzione bozze, mentre nella seconda vuoi inviare un manoscritto a una casa...

manoscritto in word per editori

Come formattare un manoscritto in Word per inviarlo ad un editore (template gratuito)

Dopo aver finito di scrivere la tua bozza arriverà il momento di scegliere un editore a cui proporla A questo punto la forma avrà la sua importanza per...

2 Commenti

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.