Promuovere

Self-publishing e personal branding: tre consigli utili

4 minuti di lettura
  • Home
  • /
  • Promuovere
  • /
  • Self-publishing e personal branding: tre consigli utili
personal branding

Far bene del personal branding, per uno scrittore indipendente, vuol dire aver superato già la metà del lavoro di autopromozione.

Per chi si autopubblica, infatti, ciò che è realmente importante, non è riuscire a pubblicizzare i propri libri, ma essere in grado di pubblicizzare se stessi. Solo dopo aver conquistato la fiducia del pubblico, infatti, si riuscirà a vendere.

Per aiutarti nel tuo lavoro di personal branding, in questo post ti darò 3 consigli.

1.      Sii originale

C’è chi dice che oggi, grazie all’avvento del Web, la vera difficoltà non sta nel creare nuovi prodotti, quanto nel proporli per primo. Un problema di concorrenza, ovvio. Miliardi di persone nel mondo sono connesse a Internet ogni giorno, e molte di loro hanno menti creative. Tra queste, alcune hanno anche tempo e mezzi a disposizione per far sapere in tempo reale al mondo che hanno fatto qualcosa di nuovo. Diventando, così, i primi.

Come distinguersi, allora, in questa massa di creativi? Come far sentire la propria voce nel frastuono dell’iperinformazione? Con l’originalità.

L’originalità di ciò che hai creato, certo, ma anche l’originalità del modo in cui proponi il tuo lavoro. E, per quanto concerne il personal branding, più originalità metti in come ti presenti e come annunci le tue opere, meglio è.

Ognuno di noi è speciale. Ognuno di noi ha dei particolari che lo contraddistinguono. Bene, quello è il fulcro intorno al quale far ruotare il tuo lavoro di personal branding. Non imitare gli altri, non metterti una maschera, non recitare. Sii semplicemente ciò che sei e il pubblico apprezzerà.

Ti faccio un esempio che esula dalla scrittura.

Hai presente Renato Zero? Sin dall’inizio si è presentato per come è. Ha accentuato leggermente alcuni tratti della sua personalità, si è reso più teatrale, ma ha mostrato subito la sua vera essenza. E l’ha fatto anche con coraggio, affrontando di petto tutte le possibili malelingue e il giudizio degli stupidi. Eppure non ha inventato nulla di nuovo. Fa musica leggera, come molti altri. Però la fa con originalità.

2.      Fatti riconoscere

Partendo dall’esempio del grande Renato, si passa al secondo punto. Che ritengo fondamentale. Con “farsi riconoscere” voglio dire associare alla propria immagine una serie di emozioni positive, veicolate attraverso stimoli sensoriali precisi.

Guarda questa foto, non c’è bisogno che io ti dica chi sia. Allo stesso tempo, se ti avessi detto “Einstein”, probabilmente, la tua mente avrebbe tirato fuori dal cassetto proprio quell’immagine. E se ora ti dicessi “Marilyn”? Forse stai pensando alla scena in cui le si alza la gonna. E c’è qualcuno a cui ascoltare “jingle bells” non richiami alla mente le emozioni del Natale?

Questo risultato si può raggiungere dando vita a una serie di simboli che ti rappresentano e che, una volta proposti, richiamino nella mente del lettore emozioni positive legate alla tua immagine. Sta a te scegliere il modo.

3.      Fai gruppo

Fare personal branding in sé sarebbe inutile se non si riuscisse a creare un gruppo di fan, un gruppo di amici con i quali condividere esperienze e discutere.

Per fare questo, ovviamente, servono strumenti come i social network e le newsletter, ma serve anche la capacità di coinvolgere gli altri, i tuoi lettori, i tuoi fan, facendoli sentire speciali (anche perché, di fatto, lo sono davvero).

Fare personal branding, dunque, è anche questo: tirare fuori tutte le tue capacità relazionali e interagire costantemente con i tuoi fan, mettendoli a loro agio e diventando loro amico. In questo modo, in un fantastico gioco a spirale, riuscirai a conseguire anche l’obiettivo che ti ho illustrato al punto 2: associare alla tua immagine una serie di esperienze ed emozioni positive.

Ma, ovviamente, come ho detto in altri post, se ti comporti così solo per compiacere gli altri, perché te l’ho detto io, o perché vuoi far “fesso” il tuo pubblico con il solo scopo di racimolare soldi, il piano fallisce. La falsità dei tuoi comportamenti traspare e il trucco dura poco. Devi agire col cuore, credere in ciò che fai.

Questo è l’unico, vero segreto.

Per ora, ti do appuntamento alla prossima e…occhio alla penna ;)!

Roberto Tartaglia

Giornalista e scrittore indipendente. Fondatore di www.viverediscrittura.it, il primo sito per imparare a diventare scrittori indipendenti. Il suo sito personale è www.robertotartaglia.com.

Correlati

Ti potrebbe interessare anche:

promuovere un libro

10 metodi per promuovere un libro e vendere di più

Abbiamo realizzato un elenco di dieci metodi per promuovere un libro che ogni scrittore può provare e che non richiedono un investimento economico proibitivo, ma...

scrivere un libro per bambini

Come scrivere un libro per bambini e farlo conoscere

Scrivere un libro per bambini spesso viene considerato un compito meno impegnativo che scrivere un libro destinato ai grandi, ma le cose non stanno così...

copia incolla plagio libri copyright

Come proteggere il copyright di un libro autopubblicato

Ti sarà sicuramente capitato di pensare a come proteggere il tuo libro dal plagio Magari avrai avuto paura che l'editor a cui ti sei rivolto per far correggere...

presentazione di un libro

Come si organizza la presentazione di un libro?

La presentazione in libreria è un passo molto importante da fare per un autore ed organizzarla non è semplice Ora che il coronavirus sembra dare qualche...

come promuovere un libro autopubblicato

Come promuovere un libro: la guida per orientarsi nel grande mondo del book marketing

Se stai leggendo questo articolo, con molta probabilità sei in procinto di impegnarti nella promozione di un libro, oppure sei alla ricerca di informazioni...

Come scrivere la quarta di copertina

Quando si parla di quarta di copertina spesso ci si trova davanti ad alcuni miti da sfatare La quarta di copertina non è importanteLa quarta di copertina...

Come creare la tua pagina autore su Amazon

Amazon Author Central è uno strumento molto utile che Amazon offre gratuitamente e che è, tuttavia, poco utilizzato dagli autori italiani In questa guida ti...

come trovare keywords efficaci per il proprio libro su amazon

Come trovare le parole chiave più efficaci per il proprio libro

Scegliere le parole chiave (keywords) giuste per il proprio libro può fare la differenza per il suo posizionamento ed avere un enorme impatto sulle vendite...

promozione libro offline

10 modi efficaci per Promuovere e Vendere il tuo libro offline e fuori dai Social

Qualche settimana fa ho ricevuto da un nostro autore questo commento ad uno dei miei post: “Chi come me pubblica con “Youcanprint” e non pubblicizza il...

promuovere libri su amazon

Come promuovere i tuoi libri su Amazon e non solo

Come funziona l'algoritmo di Amazon e come usarlo a tuo favore per la promozione dei tuoi libri, come trovare la categoria giusta per collocare i tuoi libri,...

promozione libro su instagram

Come usare Instagram per la promozione del tuo libro

aggiornato al 9/10/2019 con Instagram TV e Stories Sei uno scrittore con un profilo Instagram e vorresti capire meglio come sfruttarlo per promuovere il tuo...

Cosa rende un libro un bestseller?

Testo tratto da What Makes a Bestseller |di  Jonny Geller, video integrale qui Jonny Geller è un agente letterario che lavora e vive a Londra con la...

costo promozione editoriale

Quanto costa promuovere un libro?

Hai appena pubblicato il tuo libro e stai iniziando a chiederti: come lo promuovo  Oppure lo hai pubblicato da diverso tempo senza grandi risultati e ti...

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.