Scrivere

Come scrivere un libro, i 5 step fondamentali

8 minuti di lettura 4 Commenti
  • Home
  • /
  • Scrivere
  • /
  • Come scrivere un libro, i 5 step fondamentali
5 step per scrivere un libro

Hai deciso di scrivere un libro o lo stai già facendo?

Ecco 5 step, che ti aiuteranno a farlo senza perdere altro tempo.

Decidi cosa vuoi dimostrare con la tua storia.

Questo è lo step più difficile, anche se sembra semplice, si tratta come dice Jonny Geller in questo contenuto (Cosa rende un libro un best seller) di capire cosa vogliamo dimostrare con la nostra storia. Per esempio: che la vendetta non paga mai? Che il perdono vince su tutto? Che l’aborto è sempre aberrante, oppure al contrario che l’aborto deve essere un diritto? E via dicendo. Dobbiamo decidere cosa vogliamo dimostrare con la nostra storia, è questo il faro che ci guiderà lungo tutto il percorso di scrittura.

Un grande agente letterario (Jonny Geller) ha parlato di quante volte gli sia capitato di fare questa domanda agli scrittori e vedere spesso difficoltà a rispondere, ne ha parlato in quest‘illuminante intervento, qui.

John Dufresne (scrittore best seller) ci racconta passo per passo come costruire una struttura narrativa >> Come scrivere un libro: i consigli di John Dufresne.

Pensa ai personaggi

Chi è il tuo protagonista, chi l’antagonista, che conflitto esiste nella storia, quali sono le loro motivazioni, i loro obiettivi, i loro sogni.

Prima di iniziare a scrivere il tuo libro è bene pianificare, è vero all’inizio può venire l’istinto di scrivere e scrivere ma poi, inevitabilmente arriva il momento del blocco, questo capita sempre più spesso perché non c’è a tavolino una precisa pianificazione, tutti i più grandi scrittori pianificano prima di iniziare a scrivere un nuovo romanzo, non farti prendere dalla smania di scrivere senza aver prima pianificato.

Lo scrittore è colui che sa scrivere ma sa anche e soprattutto pianificare cosa e come scrivere.

Chi sono i tuoi personaggi?

Consigliamo di creare dei profili ben specifici per ciascuno dei tuoi personaggi principali: li devi conoscere alla perfezione, devi entrare nella loro testa, capire come ragionano, solo così puoi scrivere personaggi veramente convincenti, parlare delle loro paure, delle loro motivazioni.

Cos’è lo sviluppo del personaggio?

È il modo in cui il tuo personaggio risponde agli ostacoli, ai conflitti sia interni che esterni, e quale cambiamento egli completa alla fine della storia.

Nei classici più memorabili, specialmente quelli con lieto fine, il personaggio sviluppa abilità e punti di forza che lo rendono eroico.

Più sfide affronta, meglio è per la tua storia e per il tuo arco narrativo. 

Resisti alla tentazione di semplificargli la vita. 

Solo le sfide più difficili trasformano i personaggi.

9 fasi per lo sviluppo del tuo personaggio

  1. Non tardare a presentarlo, per nome
  2. Regala un assaggio ai lettori
  3. Dagli un passato
  4. Assicurati che sia umano, vulnerabile e imperfetto
  5. Dagli anche qualità potenzialmente eroiche
  6. Enfatizza la sua interiorità così come i suoi problemi più esterni
  7. Attingi alla tua esperienza nello sviluppo del personaggio
  8. Mostra, non dire
  9. Fai ricerche approfondite

Il corso della narrazione

piramide di Freytag

Questa è la piramide di Freytag. Chi è Gustav Freytag? Clicca qui.

Questa Piramide ti aiuterà tantissimo per delineare il corso della narrazione.

Sarebbe ottimale se tu riuscissi a sviluppare la narrazione del tuo libro facendola passare attraverso queste 6 fasi.

  1. Apertura della scena
  2. Incidente scatenante (cos’è ne parliamo qui nello specifico)
  3. Fase di conflitti e tensione crescente
  4. Culmine dei conflitti, punto di svolta
  5. Azione discendente che avvia alla conclusione
  6. Risoluzione e fine della storia

Da notare che i punti 3-4 rappresentano quel momento che Jenkins nei suoi preziosi 14 consigli su come scrivere un libro definisce “maratona narrativa qui articolo completo, questi sono i punti più importanti perché è qui che il lettore decide se continuare a leggere e finire il tuo libro o posarlo e dimenticarlo per sempre (come procede la tua maratona?).

La piramide di Freytag è uno dei metodi più usati nella scrittura, perché se la narrazione segue questo schema, essa risulta ordinata e organica.

Scrivi la prima bozza del tuo libro

Ok questo è un’altro step difficile (chi ha mai detto che scrivere un libro è facile?), sei davanti il foglio bianco e devi iniziare a scrivere, l‘incipit e l’aggancio sono fondamentali è un momento anche questo chiave e ti giochi quasi tutto già nelle prime righe!

Abbiamo già parlato di come scrivere incipit super efficaci (qui).

Liberati da ogni dubbio o paura e inizia scrivere, ricorda, è solo la prima bozza, ne scriverai altre, tante altre quindi non ti preoccupare, smetti di pensare di dover scrivere il prossimo Harry Potter, smetti di pensare di voler diventare il prossimo Camilleri ed inizia a dare il primo colpo di martello, inizia a cesellare la pagina bianca…inizia a scrivere la Tua storia.

Pausa e riscrittura

Hai finito di scrivere la prima bozza del tuo nuovo libro, bene ora chiudi e lasciala riposare un po’. Distraiti non pensarci per qualche giorno, poi ritorna a prenderla fra le mani.

Ok, questo non è ancora il momento di pensare a grammatica ed errori di
battitura ma devi restare concentrato sulla struttura, sullo sviluppo della trama e la caratterizzazione dei personaggi.

Troverai che vorrai o dovrai cancellare interi blocchi o vorrai riscrivere un sacco di cose e questo è un bene oltre ad essere una cosa assolutamente normale.

Questo è momento anche di assoldare dei lettori beta che possono darti il loro punto di vista, darti recensioni e critiche delle quali devi fare tesoro, diffida dalle lodi sperticate e ama chi invece muove osservazioni e critiche, sono queste che possono farti migliorare non le lodi, nessuno scrive un libro perfetto alla prima bozza.

Solo ricevendo feedback da lettori beta puoi migliorare la tua storia, da
solo non ci riuscirai mai perché davvero impossibile che tu possa allontanarti più di tanto dalla logica che ti ha portato a realizzare la
prima stesura.

Rifinisci

Hai riscritto non una ma più volte molte parti del tuo libro? Bene, senti di aver raggiunto il massimo risultato possibile in ogni minimo dettaglio?
Perfetto. Questo è il momento della rifinitura finale, cosa intendiamo per rifinitura finale? La correzione bozze, la correzione degli errori grammaticali, degli errori di battitura.

Note da non sottovalutare

Attenzione al ritmo

Ogni capitolo deve essere come una piccola storia a sé stante, che cerca di catturare l’attenzione del lettore. Ogni capitolo deve contenere un piccolo conflitto, certamente secondario rispetto a quello principale della storia, ma che sia comunque integrato e funzionale all’evolversi della narrazione. Deve praticamente essere un gancio efficace per il capitolo successivo: il tuo lettore girerà pagina e continuerà la lettura, garantito.

Crea la suspense

La suspense, a prescindere dal tipo di storia che stai scrivendo, è uno degli ingredienti principali e la puoi creare solo attraverso questi due specifici sentimenti: la paura e l’amore. La paura scaturisce, per esempio, dal male e bisogna raccontare un male semplice, perché non è l’ignoto che ci incute timore, bensì quello che già conosciamo e che si trasforma sotto i nostri occhi

Leggerezza

Cerca di raccontare cose forti, crude o anche pesanti, ma non dimenticare mai di farlo con delicatezza e leggerezza, quasi con ironia (che mi rendo conto essere molto, molto difficile).

Crea Evasione

Per evasione intendo sospensione dell’incredulità del lettore. Scrivi pensando di creare un mondo che non esiste, che però sembra esistere e ti fa comprendere il mondo in cui vivi.

Evita la noia

Se scrivi un libro devi convincerti che è necessario prima di tutto saper comunicare, crea empatia, non arroccarti in costruzioni linguistiche complesse: scrivi semplicemente e non perché devi dimostrare qualcosa a qualcuno, la noia non è intellettuale. Troppi aggettivi, troppe descrizioni e passaggi sdolcinati: ti può andar bene nelle prime pagine ma poi il lettore scopre il gioco e chiude il libro pensando di aver contratto il diabete. Hai appena perso la fiducia del tuo lettore, credo per sempre.

Sorprendi il tuo lettore

Quanti libri hai letto che ti hanno veramente sorpreso? Io pochi. Non intendo sorpreso nel finale (e non intendo il classico finale a sorpresa). Se leggi un thriller lo sai che alla fine l’eroe risolve il mistero, io intendo che devi sorprendere il lettore proprio con la tua scrittura.

Hai mai letto Scritti Corsari di Pasolini o Cecità di Saramago? Questi sono due libri di autori che certamente sanno come sorprendere il lettore.

Scrivi dall’interno verso l’esterno

Scrivi dando forza alla tua narrazione partendo da elementi potenti quali i desideri dei personaggi, le forze degli antagonisti, le svolte, la spina dorsale della storia.

Oggi e nella maggior parte dei corsi di scrittura creativa si insegna a scrivere non più dall’interno della storia, ma dall’esterno badando più alla struttura che alla sostanza. Per assicurarti di porre attenzione prima alla sostanza che alla forma, prima di iniziare a scrivere rispondi a queste domande: chi sono i miei personaggi? Cosa vogliono? Perché lo vogliono? Cosa fanno per ottenerlo? Cosa glielo impedisce? Quali sono le conseguenze?

Se ti interessano questi argomenti, ti consiglio di leggere queste guide:

Hai già scritto il tuo libro e vorresti pubblicarlo? Scrivici ora!

Inserisci nome ed email prima di procedere
Acconsento al trattamento dati personali
Dichiaro di voler ricevere news, risorse e offerte da parte di Youcanprint
Seleziona le caselle se intendi procedere
Iniziare a scrivere un Libro Finire di scrivere un Libro per poi pubblicarlo Scegliere con chi pubblicare il tuo Libro Capire come promuovere il tuo Libro già pubblicato
Scrivere un Libro Pubblicare un Libro Promuovere un Libro
Scrivi Pubblica Vendi

Iscriviti alla Community e ricevi subito la Guida Gratuita del valore di 67€

19.000+ Autori ti stanno aspettando

Correlati

Ti potrebbe interessare anche:

congiungitvo come si usa

Il se vuole sempre il congiuntivo? Teoria, esempi, trucchi per ricordare

Il se vuole sempre il congiuntivo Bella domanda, anche perché già quando si parla di congiuntivo le cose si fanno difficili Tuttavia chi scrive, che sia un...

Come si scrive una tesi di laurea

I 6 consigli di Umberto Eco per scrivere una tesi di laurea

Il saggio di Umberto Eco "Come si fa una tesi di laurea" (Bompiani, 1977) parte dai fondamentali, spiegando che cos'è una tesi di laurea Ma, se sei qui,...

le figure retoriche nella scrittura

Le figure retoriche nella scrittura di un testo: tipologie ed esempi

Che tu sia o meno uno scrittore emergente o professionista, oppure un semplice appassionato di scrittura creativa e desideri cimentarti in questo campo,...

5 step per scrivere un libro

Come scrivere un libro, i 5 step fondamentali

Hai deciso di scrivere un libro o lo stai già facendo Ecco 5 step, che ti aiuteranno a farlo senza perdere altro tempo Decidi cosa vuoi dimostrare con la...

incipit perfetto

Incipit: definizione, a cosa serve, esempi

L'incipit è più di un semplice inizio: è una finestra sul cuore della storia Attraverso esso, si mostrano non solo il personaggio principale, ma anche il tono,...

font migliore per un libro

Qual è il font migliore per il tuo romanzo?

Scegliere il font migliore per scrivere un romanzo non è così semplice Nel self publishing, la libertà di non avere un editore alle spalle consente agli autori...

generi letterari

Generi letterari: definizione ed elenco

Quante volte sentiamo parlare di "genere letterario" Forse è un concetto poco conosciuto da chi non ama scrivere o leggere, ma che rappresenta un argomento...

Come scrivere un libro per bambini e farlo conoscere

Come scrivere un libro per bambini e farlo conoscere

Scrivere un libro per bambini spesso viene considerato un compito meno impegnativo che scrivere un libro destinato ai grandi, ma le cose non stanno così Per...

dare il titolo giusto

Come trovare il titolo giusto per il tuo libro: la guida pratica

Hai finito di scrivere il tuo libro finalmente Dopo mesi e mesi di fatica è arrivato anche il momento di scegliere il titolo giusto e questo è un compito che...

Prefazione del libro come si scrive

Prefazione: definizione, a che serve, esempi

La prefazione di un libro rimane sempre un elemento misterioso: è necessaria È utile Ma soprattutto cos'è e come si scrive la prefazione di un...

genere letterario giallo

Genere letterario Giallo: genesi, sviluppo e caratteristiche

Come è nato il genere giallo Il genere giallo è riconducibile con ogni probabilità a quello poliziesco; ad ogni modo, recentemente, sono nati filoni...

low content book

Low content book: cos’è e come pubblicarne uno

Da qualche tempo negli Stati Uniti stanno ottenendo uno straordinario successo i Low Content Book: si tratta di libri con poco contenuto che rappresentano un...

genere letterario horror

Genere letterario Horror: storia, struttura, temi di un genere amatissimo

Come è nato il genere horror Il genere letterario horror non ha un'origine temporale ben specifica in quanto diversi temi horror sono stati scritti fin...

4 Commenti

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.