Produrre, Scrivere

4 abitudini da un minuto che ti faranno risparmiare un mucchio di ore a settimana

6 minuti di lettura 6 Commenti
  • Home
  • /
  • Scrivere
  • /
  • 4 abitudini da un minuto che ti faranno risparmiare un mucchio di ore a settimana

Da qualche tempo, mi sto occupando di… tempo, non metereologico, ma di quello infinitamente più prezioso: il nostro.
Praticamente su tutti i libri che affrontano l’argomento del miglioramento personale, trovo scritta la stessa cosa: non è il denaro la cosa più importante nella nostra vita (dopo la salute ovviamente), ma il tempo, il nostro tempo.

Scontato.

Si, ma fino a un certo punto. Io stesso ho vissuto e vivo come se il mio tempo su questa terra fosse infinito, o no? Cioè parliamoci chiaro, chi ci pensa mai che il nostro tempo è limitato? Che ogni giorno passato è un giorno… finisci tu la frase.

Ok. Senza addentrarci in meandri foschi, quello che voglio condividere con te è questo: il tempo che ci è dato è prezioso, più di quanto immaginiamo e più di quanto ci hanno insegnato, il tempo non manca, la mancanza è una sensazione generata dall’utilizzo sbagliato che ne facciamo.

Io sono primo della classe in quanto ad utilizzo scelerato del tempo, e anzi a proposito di classe, è a scuola che dovrebbero aggiungere la materia “gestione del tempo”. Su questo non ho dubbi.

Ma visto che nessun Ministro dell’Istruzione coglierà mai questo mio suggerimento, ho cercato di fare il mio raccogliendo per te in questo contenuto 4 stratagemmi che ho trovato più efficaci tra tutti i libri che ho letto sull’argomento, e alla fine ti dico quali ho testato personalmente.

Iniziamo.

Il problema non è quanto tempo abbiamo, ma quanto ne sprechiamo

Prima o poi dobbiamo accettarlo.

Ok, non guardi Netflix? E se ti dicessi PrimeVideo o Disney o Sky? Ti suonano familiari?
Quando guardiamo queste statistiche, è facile pensare, “Oh ma le persone perdono davvero così tanto tempo“? Come se noi non contribuissimo a queste statistiche.

Ma lo facciamo. Tu fai parte di questi. Ed io con te.

E quindi, è meglio accettare che il tempo non ci manca, ma solo che ne sprechiamo la maggior parte.

Blocchi di tempo

Il blocco di tempo è un semplice trucco per la gestione del tempo di Cal Newport che richiede solo un minuto nell’approntarlo, ma conferisce veramente tanta chiarezza alla tua giornata.

La sera prima, dividi semplicemente il giorno in arrivo in blocchi di 60-90 minuti (o blocchi di 5 minuti se sei Elon Musk) e assegna loro dei compiti. Ecco com’è una mia giornata tipo divisa in blocchi.

foto dell’autore

Ecco perché fa miracoli:

  • Elimina la procrastinazione che deriva dal cercare di decidere “quando” iniziare a lavorare .
  • 1 – Elimina la procrastinazione che deriva dal cercare di decidere “quando” iniziare un determinato compito.
  • 2- Se deleghi la decisione sul momento la procrastinazione è inevitabile.Potresti pensare che inizierai a lavorare di lì a 5 minuti, ma quei 5 minuti si trasformeranno in un’ora senza che tu te ne accorga. Ma se è già stato deciso che inizierai a lavorare ad una determinata cosa alle 9.30 del mattino del giorno successivo, le possibilità di procrastinazione le vedrai ridotte enormemente, se non del tutto.
  • Inoltre, quando disponi la tua giornata su un pezzo di carta, ti renderai conto che in realtà hai molto tempo in una giornata.

Mangia la rana a colazione!

“Se è il tuo lavoro mangiare una rana, è meglio farlo come prima cosa al mattino. E se il tuo lavoro è mangiare due rane, è meglio mangiare prima quella più grande”.

In teoria la nostra giornata non dovrebbe avere rane o rospi da mandar giù, ma ehi, siamo onesti, ci sono e dobbiamo tenerne conto.

Mangiare la rana quindi, come avrai capito sta fondamentalmente ad indicare il compito più impegnativo e temuto della giornata: mentre stai organizzato i tuoi slot di tempo allora è meglio programmare queste faccende per affrontarle a mente fresca, ecco perché:

  • Il compito più impegnativo della giornata è anche quello che induce più procrastinazione.
  • Se lo fai per prima cosa, ti sentirai certamente più appagato per tutto il resto della giornata.

Micro-visualizzazione

Hai mai sentito parlare della visualizzazione come tecnica per migliorare il tuo futuro? Tuttavia, visualizzare un futuro luminoso, e pieno di successi, da solo non servirà a molto se non sei disposto a trasformarlo in azioni concrete al presente e inculcarti le abitudini necessarie per convertire quelle immaginazioni in realtà.Perché come dice F. Matthias Alexander (fu autore e scrittore Australiano)

Le persone non decidono il loro futuro. Decidono le loro abitudini e le loro abitudini decidono il loro futuro.

F. Matthias Alexander

Inizierò a scrivere un articolo alle 7:30. Poi mi vesto e raggiungo l’ambulatorio di medicina entro le 9:30. Pranzerò alle 14:00, Farò un riposino alle 15:00. Poi alle 16 andrò in palestra…”

…e così via.

Questo ti aiuterà ad ancorare la tua mente alla pianificazione della tua giornata, già la sera prima.E questo rende ancora più probabile la riuscita del piano!

Avvia un timer

Il time è lo strumento più sottovalutato ma che, prove alla mano, risulta essere fra i più semplici ed efficaci da attuare.

Tutti abbiamo uno smartphone, quindi abbiamo tutti un timer a portata di mano.

Non ci resta che attivarlo, ogni volta che inizi a fare il tuo lavoro, imposta un timer per tipo un’ora, o il tempo che pensi o hai programmato sia sufficiente per quella data mansione. Il timer funziona perché ti ancòra al compito da svolgere e rende quasi impossibili le distrazioni, la tua mente sa che il timer è acceso e rimarrà concentrata perché il timer crea un senso di responsabilità.

Ad esempio, se hai bisogno di alzarti, o per qualsiasi motivo interrompi l’attività, o senti di dover controllare le notifiche di whatsapp, dovrai mettere in pausa il timer per riattivarlo solo dopo che ti sarai seduto di nuovo: ciò aggiunge a quello che fai un nuovo livello di responsabilità.

Metti tutto insieme

Ed eccomi mantenere la promessa iniziale cosa faccio io? Non li ho ancora mai utilizzati tutti e 4 insieme, ma li ho testati tutti singolarmente. In questo momento ne sto usando 2 contemporaneamente: quello del timer che è il metodo che più sta avendo effetto su di me, e quello della pianificazione degli slot il giorno prima per il giorno seguente!

Conoscevi già questi metodi? Magari fammi sapere cosa ne pensi nei commenti!

Leggi anche:

Come scrivere un libro in 45 giorni

Come rendere la passione per la scrittura un’abitudine di vita

Come essere più produttivi nella scrittura


Correlati

Ti potrebbe interessare anche:

Come calcolare il numero di battute della tua opera!

Contare una alla volta le decine di migliaia di battute che compongono il testo di un libro è, ovviamente, quasi impossibile o comunque estremamente complicato...

Come numerare le pagine in Word

Vuoi numerare le pagine in Word del tuo libro o documento e non sai come fare In questa pratica guida vedremo come numerare le pagine in Word attraverso la...

formato epub3

Che cos’è l’epub3: le potenzialità del formato

Epub3 è l’ultima versione del formato epub, lo standard internazionale per il libro digitale Si tratta di un formato libero (open source), basato su...

aspetti tecnici del self publishing

Aspetti tecnici del self-publishing

Nella tua scelta di pubblicare da te, senza una casa editrice, avrai capito senz'altro che ogni operazione svolta prima da uno staff editoriale adesso spetta...

quali sono le dimensioni dei libri?

Self-publishing: scegliere il giusto formato del libro

Scegliere la dimensione dei libri è molto importante per uno scrittore che si autopubblica Prima di descrivere i principali formati di stampa, premettiamo che...

Impostare i margini di un documento Word

Come impostare i margini di un libro con Word e OpenOffice

«Forma e contenuto non possono essere distinti in un'opera d’arte, sono una cosa sola», scriveva il celebre drammaturgo irlandese Oscar Wilde È...

come mettere le note in un testo

Come inserire le note a piè di pagina in un documento Word, OpenOffice o LibreOffice

Uno degli errori più comuni nell'impaginazione di un testo con Microsoft Word, OpenOffice o LibreOffice riguarda l'inserimento delle note a piè di...

Guida completa a calibre

Creare e gestire un ebook: la guida completa a CALIBRE

Calibre è un software libero, open source, multipiattaforma dedicato alla gestione degli ebook, ma non, solo È un convertitore ePub-mobi ed un ebook reader...

i vari formati dei libri

Quale formato scegliere per il tuo libro

Ecco il nostro appuntamento del Venerdì Oggi cercheremo di mettere un p' di ordine tra i mille formati dei vostri libri Vi scriveranno che è importante ciò che...

creare l'indice automatico con word e openoffice

Come creare l’indice con Word, OpenOffice e Pages nel modo giusto

Una delle funzioni più utili e interessanti per chi scrive e impagina un libro, una tesi o un documento con Microsoft Word o con Writer di OpenOffice, è quella...

come scrivere un testo senza numero di pagine

Come NON mettere il numero di pagine

Eccoci, prendiamo spunto da un commento fatto nel post precedente per scrivere il nuovo post del venerdì! Accendiamo il condizionatore e iniziamoPer chi si fosse...

cosa sono le caselle editoriali

Breve guida alle unità di misura editoriali: caratteri, battute, cartelle

Immagina queste due situazioni: nella prima hai scritto un libro e vuoi fare una correzione bozze, mentre nella seconda vuoi inviare un manoscritto a una casa...

Cosa fare per formattare un manoscritto su word

Come formattare un manoscritto in Word per inviarlo a un editore (template gratuito)

Dopo aver finito di scrivere la tua bozza arriverà il momento di scegliere un editore a cui proporla A questo punto la forma avrà la sua importanza per...

6 Commenti

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.