Scrivere

Quando inizia un romanzo? Quasi mai dalla prima riga.

5 minuti di lettura 8 Commenti
  • Home
  • /
  • Scrivere
  • /
  • Quando inizia un romanzo? Quasi mai dalla prima riga.
iniziare a scrivere una storia

Se ti chiedessi quando inizia un romanzo?

Immagino tu abbia alzato gli occhi al cielo e detto: “dall’inizio, ovviamente!” Ok, ti perdono.

La maggior parte degli scrittori non inizia il romanzo con la prima riga. Molti direbbero che non iniziano nemmeno con la scrittura. 

La maggior parte dei romanzieri prende appunti, annotazioni, scarabocchia frammenti di dialoghi, colleziona fotografie, ritagli i giornali, fa ricerche in musei e biblioteche, abbozza idee per scene, esplora vari temi e persino fa visite in loco prima di scrivere. 

Mesi o addirittura anni di riflessione, rimuginazione, meditazione e gestazione mentale possono aver luogo prima che le idee, i personaggi, i temi e le ambientazioni abbiano abbastanza forza, forma e coerenza concettuale per essere portati sul foglio (di carta o digitale).

Ma anche se la prima frase di un romanzo è raramente la prima frase che un romanziere scrive, è sempre il punto di partenza per il lettore. E la prima frase deve trascinare il lettore verso la seconda, e poi la terza, e la quarta, e così via finché non dimenticano che stanno leggendo le frasi e si perdono nel mondo dello scrittore. 

Quindi, l’inizio del romanzo ha il compito fondamentale di gettare un incantesimo irresistibile sull’immaginazione del lettore.

Dove finisce l’inizio?

Questa discussione sull’inizio del romanzo pone la domanda su dove finisce l’inizio. 

Quando diciamo “l’inizio”, intendiamo i primi capitoli? Le prime pagine? Un paragrafo o solo la prima frase? 

È una buona domanda a cui è difficile rispondere, se insistiamo nel definire l’inizio in termini di lunghezza. 

Se lo definiamo come il numero minimo di parole necessarie per fare tutto il lavoro che un inizio deve fare, allora potrebbe essere più facile da riconoscere.

Che ne pensi?

Cosa deve fare l’inizio

Un buon inizio di romanzo deve riuscire a fare tutto questo:

  • Presentare il/i protagonista/i;
  • Mostrare motivazioni, difetti, obiettivi/desideri del/dei protagonisti;
  • Impostare la scena del mondo narrativa in cui è ambientata la storia;
  • Suggerire il conflitto centrale e il tema del romanzo (leggi Scrivere un libro: il conflitto sullo Sfondo);
  • Introdurre l’antagonista/i;
  • Porre al lettore i primi interrogativi con lo scopo di creare interesse;
  • Fare delle promesse;
  • Prefigurare la fine.

Ora capisci perché la maggior parte degli scrittori non inizia con l’inizio del romanzo?! 

È molto più facile tornare a scrivere l’inizio dopo aver scritto buona parte del libro, perché a quel punto molte più informazioni ti saranno chiare e le avrai metabolizzate meglio prima di trasferirle sul foglio.

Un altro compito che l’inizio ha, è sempre quello di presentare al lettore lo stile dello scrittore, la sua voce e il tono del romanzo stesso. 

Di nuovo, questi aspetti si sviluppano spesso nel corso del racconto della storia e vengono risolti solo nelle modifiche finali. 

Quindi, per rendere espliciti il ​​tuo stile, voce e tono nella prima frase e nei paragrafi di apertura, potrebbe anche essere necessario attendere fino a quando non avrai completato il corpo del tuo manoscritto.

Chiaramente dopo aver tenuto in debita considerazione tutte queste informazioni, ad un certo punto devi iniziare a scrivere e così avrai un inizio provvisorio per farti andare avanti. Ma dovresti mettere in conto di cambiarlo o aggiornarlo. 

I romanzieri spesso si sforzano di più per ottenere l’inizio giusto rispetto a qualsiasi altra parte del testo. Ma è l’ultima cosa che fanno, non la prima.

Nessuna regola e nessuna formula

Non esistono regole o formule per come iniziare a fare tutto il lavoro e farlo bene. Ecco perché si chiama scrittura creativa. L’importante è che l’inizio del tuo romanzo faccia il suo lavoro. Il come dipende da te.

Il mio miglior consiglio per imparare a scrivere l’inizio del tuo romanzo è leggere tanto e prestare particolare attenzione a quello che hanno fatto i romanzieri che più ami e ammiri. 

Non imitarli, ma lascia che la tua mente assorba le loro tecniche. Scoprirai che non ce ne sono due che l’hanno fatto allo stesso modo.

Pensa a Moby Dick di Herman Melville oppure ai romanzi di JD Salinger, iniziano con nette voci narrative in prima persona. 

Il romanzo di Italo Calvino, Se in una notte d’inverno un viaggiatore, prende il via rivolgendosi al lettore in seconda persona, e Finnegan’s Wake di James Joyce inizia nel bel mezzo di una frase di cui scopriamo l’inizio solo alla fine! Quindi, davvero, non ci sono regole.

Non hai bisogno di un inizio per iniziare a scrivere un romanzo

Un’ultima importante considerazione da questa breve discussione su come iniziare un romanzo è che non devi lasciare che l’inizio ti impedisca di iniziare. 

Capirai ora che, poiché l’inizio è spesso l’ultima cosa che scrivi, non hai bisogno di sapere come inizierà il tuo romanzo. 

Scrivi un inizio schifoso, o inizia nel mezzo, o scrivi prima la fine. Non importa. Basta iniziare.

Correlati

Ti potrebbe interessare anche:

congiungitvo come si usa

Il se vuole sempre il congiuntivo? Teoria, esempi, trucchi per ricordare

Il se vuole sempre il congiuntivo Bella domanda, anche perché già quando si parla di congiuntivo le cose si fanno difficili Tuttavia chi scrive, che sia un...

Come si scrive una tesi di laurea

I 6 consigli di Umberto Eco per scrivere una tesi di laurea

Il saggio di Umberto Eco "Come si fa una tesi di laurea" (Bompiani, 1977) parte dai fondamentali, spiegando che cos'è una tesi di laurea Ma, se sei qui,...

incipit perfetto

8 consigli per scrivere un incipit perfetto per il tuo libro

L'incipit di un romanzo è davvero una delle cose più difficili da scrivere In quest'epoca di gratificazione istantanea, brevi momenti di attenzione e...

quanti generi letterari ci sono?

Generi letterari: definizione ed elenco

Quante volte sentiamo parlare di "genere letterario" Forse è un concetto poco conosciuto da chi non ama scrivere o leggere, ma che rappresenta un argomento...

dare il titolo giusto

Come trovare il titolo giusto per il tuo libro: la guida pratica

Hai finito di scrivere il tuo libro finalmente Dopo mesi e mesi di fatica è arrivato anche il momento di scegliere il titolo giusto e questo è un compito che...

font migliore per un libro

Qual è il font migliore per il tuo romanzo?

Scegliere il font migliore per scrivere un romanzo non è così semplice Nel self publishing, la libertà di non avere un editore alle spalle consente agli autori...

come scrivere un libro per bambini

Come scrivere un libro per bambini e farlo conoscere

Scrivere un libro per bambini spesso viene considerato un compito meno impegnativo che scrivere un libro destinato ai grandi, ma le cose non stanno...

come scrivere un libro guida completa

Come scrivere un libro dall’idea alla struttura: la guida completa

Introduzione e consigli utili Intreccio, trama, fabula, personaggi, dialoghi, incipit, finale, sono solo alcuni degli elementi che compongono la scrittura di...

Prefazione del libro come si scrive

Cos’è e come si scrive la prefazione di un libro?

La prefazione di un libro rimane sempre un elemento misterioso: è necessaria È utile Ma soprattutto cos'è e come si scrive la prefazione di un...

5 step per scrivere un libro

Come scrivere un libro, i 5 step fondamentali

Hai deciso di scrivere un libro o lo stai già facendo Ecco 5 step, fra cui la Piramide di Freytag, che ti aiuteranno a farlo senza perdere altro tempo 1...

esercizi di scrittura

7 esercizi di Scrittura Creativa da mettere subito in pratica

L’importanza della scrittura creativa Quante volte ti è capitato di andare in libreria e comprare un libro solo perché ti hanno colpito le prime tre o...

genere letterario giallo

Genere letterario Giallo: genesi, sviluppo e caratteristiche

Come è nato il genere giallo Il genere giallo è riconducibile con ogni probabilità a quello poliziesco; ad ogni modo, recentemente, sono nati filoni...

genere letterario horror

Genere letterario Horror: storia, struttura, temi di un genere amatissimo

Come è nato il genere horror Il genere letterario horror non ha un'origine temporale ben specifica in quanto diversi temi horror sono stati scritti fin...

8 Commenti

Rispondi a Gianmarco Pellattiero Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.