Pubblicare

Come guadagnare con i Low Content Book?

7 minuti di lettura 2 Commenti
fare soldi con low content book

Vengono chiamati low content book: sono dei veri e propri libri caratterizzati da un contenuto ridotto o persino privo di alcun testo, opere editoriali che presentano pochi contenuti ed elementi, ma che da tempo stanno riscuotendo un grande successo nel pubblico dei lettori.

La scelta di scrivere un low content book può essere molto vantaggiosa per l’autore che non ha molto tempo da dedicare alla scrittura di un manoscritto più complesso (come ad esempio un romanzo), dandogli comunque la possibilità di fare business e ottenere buoni risultati dal punto di vista del guadagno economico.

Si tratta di un fenomeno approdato da poco in Italia, ma che con il passare del tempo continua a spopolare e a rappresentare un’ottima possibilità di guadagno per gli autori emergenti, affermati o per chi, in generale, semplicemente desidera avvicinarsi a questo mondo.

Ma cos’è, esattamente, un low content book? E come si guadagna con questa tipologia di contenuti?

Cos’è un low content book?

Se volessimo definire in modo più tecnico i low content book, potremmo considerarli con un piccolo segmento del self pubblishing, ovvero delle opere che, se autopubblicate, potrebbero dare numerosi vantaggi al suo autore: in primis la possibilità di farsi conoscere e guadagnare con un’opera originale scritta in breve tempo e capace di attrarre un gran numero di utenti, essendo un low content ebook un contenuto che non supera le 5000 parole complessive e che si presenta molto semplice dal punto di vista grafico.

A primo impatto si potrebbe pensare che si tratti di un prodotto editoriale poco utile o appetibile, ma è soltanto un pregiudizio errato, perché i low content book, ormai, sono molto popolari anche in Italia e nel tempo stanno riscuotendo un grande successo, proprio perché chiedono all’autore un investimento minimo delle proprie energie e del proprio tempo attraverso un’opera che sintetizza gli aspetti più importanti e le nozioni essenziali su un certo determinato argomento.

Lo scopo dei low content book è proprio questo: offrire al lettore le informazioni più importanti tralasciando i dettagli, ovvero ciò che viene considerato di poca importanza su quel determinato argomento affrontato dal libro.

Gli autori che desiderano avviare un progetto di scrittura su uno di questi contenuti low content, possono prendere in considerazione l’idea di ricorrere all’autopubblicazione, cosa che permette allo scrittore di pubblicare il proprio contenuto in via completamente autonoma, ovvero senza la necessità di rivolgersi a una casa editrice.

I low content book rappresentano davvero un’ottima opportunità di guadagno, per scrittori emergenti e non, nel caso in cui si desidera mettere nero su bianco le proprie idee creative e si possiede un’ottima capacità di scrittura.

Grazie a una piattaforma di self publishing come Youcanprint guadagnare con questo genere di contenuti diventa molto facile, perché l’autopubblicazione consente di ottenere maggiori introiti rispetto alla pubblicazione tradizionale: se la percentuale che le case editrici riconosco agli autori varia tra il 55 e il 15% del prezzo di vendita dell’opera, con l’autopubblicazione queste percentuali di guadagno possono superare anche il 50%.

Quali sono le caratteristiche principali dei libri low content?

A parte la copertina del libro, che assume certamente un ruolo fondamentale nel successo del book, i low content si possono definire come testi “essenziali”, caratterizzati da pagine bianche all’interno del quale l’utilizzatore può disegnare, scrivere o dar sfogo alla propria creatività (pensiamo ad esempio ai quaderni musicali, destinati alla composizione di note musicali da parte dei musicisti), o ai libri degli ospiti (piccoli testi che contengono pagine vuote o brevi frasi, all’interno del quale gli ospiti possono rilasciare un commento o un pensiero personale).

Come si può ben immaginare un libro di questo genere richiede un basso investimento economico e di energie, mentre il ritorno economico nel tempo può essere anche importante.

L’autore può scrivere un libro del genere in brevissimo tempo, e non necessita di alcuna competenza grafica per creare il design interno del libro stesso, può al contrario realizzarlo come vuole, a sua totale discrezione.

I contenuti da usare per migliorare i libri a basso contenuto sono lasciati alla libertà dello scrittore: alcuni autori decidono di abbellirne il contenuto riempiendo le pagine di immagini, elementi grafici, citazioni o magari frasi motivazionali, anche in base alla tipologia di libro.

Le tipologie di libri a basso contenuto sono davvero tante, anche se forse una delle categorie più gettonate è costituite dai quaderni a griglia: si tratta di pagine contenenti griglie, tabelle o elenchi, all’interno del quale uno scrittore può scrivere appunti, ricordi o pensieri personali.

Un’altra categoria molto in voga è costituita dai diari o dai libri contenenti consigli di bellezza, di alimentazione, di giardinaggio o di altri hobby. Esistono poi i libri planner e le agende personali. Quando si parla di libri a basso contenuto c’è davvero tanto spazio per la creatività dell’autore.

I low content books e le possibilità di guadagno

I low content book sono tutti gli effetti dei libri, il cui contenuto è ridotto o praticamente nullo. Questi testi a basso contenuto possono essere ricondotti a diverse tipologie, in particolare si tratta di agende o diari, di quaderni di composizione musicale, di album fotografici, di libri contenenti frasi, disegni da colorare o illustrazioni.

Le idee per creare un low content book sono innumerevoli, la scelta della tipologia di contenuto dipende dalle preferenze dell’autore e del target di lettori a cui il libro è destinato.

Dal punto di vista dei vantaggi, i low content books rappresentano un’ottima occasione anche per far conoscere le proprie qualità di artista o semplicemente per scopi promozionali: pensiamo a uno scrittore che crea un piccolo libro con una sintesi grafica di un altro suo libro, in questo modo potrebbe stimolare i lettori a comprare la sua opera principale.

I costi di produzione di un low content book inoltre sono davvero bassi, la gestione è piuttosto semplice e il ritorno economico dell’autore può risultare anche importante, soprattutto se si ricorre a una piattaforma di autopubblicazione.

Per guadagnare con un libro a basso contenuto bisogna infatti saper promuovere il proprio progetto, anche ricorrendo ai canali social e ad altri strumenti di promozione. Immaginiamo il ritorno economico che può avere un piccolo libro contenente illustrazioni o consigli per i lettori, in base al target scelto il successo economico può essere elevato.

Per guadagnare con un low book content è importante definire con attenzione il target dei lettori dell’opera, fin dall’inizio della sua scrittura.

Trattandosi di libri a basso contenuto inoltre, è possibile scriverne tanti in pochi giorni, dedicando poche ore alla loro realizzazione. Con un investimento minimo di denaro ed energie, i low content book promossi tramite l’autopubblicazione possono portare introiti elevati agli autori.

Come guadagnare con un libro a basso contenuto: come promuovere i low content book

Per guadagnare con i low cost book è necessario sfruttare tutte le soluzioni possibili per la promozione del libro online, scegliendo i vari canali esistenti: se si vuole fare conoscere il libro a più utenti possibili, in particolare, si possono usare i forum dedicati agli argomenti trattati nel libro, o magari utilizzare i social network per parlare del proprio contenuto e invitare gli utenti ad acquistarlo.

Sui principali social esistono molti gruppi dedicati ai libri a basso contenuto, perché non approfittarne per promuoverli agli utenti e raggiungere il maggior numero di lettori? Le potenzialità di guadagno con un low content book sono illimitate, gli introiti derivanti dalla loro pubblicazione dipendono in primis dalla capacità dell’autore di creare un libro interessante per i lettori, interpretando al meglio le esigenze di quella determinata fascia di utenti a cui è destinato il libro a basso contenuto.

Correlati

Ti potrebbe interessare anche:

iva sui libri come funziona

Come funziona l’Iva sui libri: il regime fiscale per l’editoria

Partita IVA per chi pubblica un libro Sono ormai quasi 20mila gli autori che scelgono di pubblicare autonomamente un libro, sfruttando l'opzione del...

Che cos’è l’epub3: le potenzialità del formato

Epub3 è l’ultima versione del formato epub, lo standard internazionale per il libro digitale Si tratta di un formato libero (open source), basato su linguaggi...

biblioteca nazionale

Cosa si intende per deposito legale dei libri?

Con “deposito legale” si intende l’obbligo, stabilito dalla legge, di depositare presso particolari organismi libri e altri documenti Non bisogna, però...

quanto guadagna uno scrittore con il suo libro

Quanto guadagna uno Scrittore?

So che “quanto guadagna uno Scrittore” è la domanda delle domande per chi come te scrive e pubblica libri o nutre il sogno di farlo  Domanda che...

Come inserire immagini o citazioni nel tuo libro

Viviamo in un'epoca in cui l'accesso alle risorse è diventato semplicissimo Foto, testi, immagini, anche d'epoca grazie alla digitalizzazione di archivi storici,...

pubblico dominio

I libri di pubblico dominio. Pubblicazione ed aspetti legali nel 2019.

Abbiamo assistito nel corso del 2016 alla "riscoperta" de "Il Piccolo Principe" di Antoine de Saint-Exupéry (1900 - 1944), entrato in pubblico dominio nel...

javascript

Epub interattivi con Javascript

Ultima ma non meno importante novità introdotta da epub3 riguarda la possibilità di ricorrere al linguaggio di programmazione Javascript per realizzare ebook...

Come pubblicare e vendere un libro su LaFeltrinelli.it?

LaFeltrinelliit è uno dei più importanti e conosciuti bookstore on-line a livello nazionale Grazie al suo vastissimo catalogo e alla grande attenzione alle...

Self-publishing con o senza partita iva? Guida fiscale completa all’auto-pubblicazione

Con oltre 3 milioni di copie distribuite nel mondo, 2,2 milioni in diritti d’autore versati ad oltre 18000 autori, una delle domande più frequenti che ci viene...

formati di stampa

Self-publishing: scegliere il giusto formato del libro

Scegliere la dimensione dei libri è molto importante per uno scrittore che si autopubblica Prima di descrivere i principali formati di stampa, premettiamo che...

codice isbn libri

Codice ISBN: cos’è e a cosa serve il codice a barre in un libro?

Cos'è il codice ISBN E come è possibile ottenere il codice ISBN in maniera gratuita Il codice ISBN è importante anche nel self-publishing L'acronimo ISBN...

come pubblicare un libro per diventare scrittori in 10 passi

Come pubblicare un libro: 10 semplici passi per diventare Scrittori

Se stai leggendo questo post significa che hai scritto un libro, vorresti pubblicarlo ma non sai da dove iniziare Questa guida ti fornirà il meglio...

9 cose che devi sapere prima di Pubblicare un Libro con Amazon KDP

Amazon KDP è la soluzione di Amazon per il selfpublishing Se sei curioso o stai valutando l’idea di pubblicare il tuo libro con Amazon KDP, questo articolo è...

2 Commenti

Rispondi a Federica Marsano Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.