Vendere di più con il self publishing: l’importanza della qualità

Written by robertotartaglia. Posted in Guide Pratiche, Selfpublishing

Molte volte, quando mi vengono richieste consulenze private la prima domanda che mi viene posta è: come faccio a vendere di più?

La mia risposta, quasi sempre è: di più rispetto a cosa?

Ognuno di noi ha in mente una sua stima delle copie che vorrebbe vendere. C’è chi parte subito con un milione e chi, invece, più realisticamente, punta a incrementare gli zeri partendo dalle decine.

Il primo punto per vendere i propri libri, dunque, è quello di immaginare un trend di vendite in salita che sia realistico. Ne vendo prima 10, poi 20, il prossimo mese punto a 100 e così via.

Ovviamente, come ho già detto diverse volte, un ruolo fondamentale lo gioca il lavoro di autopromozione, che varia da caso a caso. Per questo nelle mie consulenze rispondo a domanda con domanda, quando mi viene posto il quesito su riportato: perché, prima di tutto, occorre pianificare una strategia personalizzata.

Ma, nel titolo del post, parlo di “qualità”. Perché?

Perché, come ho sintetizzato in una frase, nella seconda videoguida riservata agli iscritti alla mia newsletter, “potresti non avere una seconda chance”. Gli inglesi dicono “you can fool me only once”, che vuol dire: puoi fregarmi solo una volta.

Ed è così. Possiamo organizzare insieme la migliore delle strategie di vendita e autopromozione, ma se hai scritto un libro di bassa qualità, venderai molte copie solamente per poco tempo.

Questo perché, una volta acquistato il tuo libro, il lettore che rimarrà deluso se ne andrà in giro per il Web a riempire di critiche negative la tua opera. E, ricorda, chi rimane deluso da un prodotto è molto più motivato a commentarlo di uno che ne è rimasto piacevolmente colpito.

Quindi, il segreto sta tutto nel soddisfare il lettore sin dalla prima opera. E, se ne hai scritta più di una, devi fare in modo che tutte siano di buona/ottima qualità, perché non saprai quale di esse verrà acquistata per prima.

Per far sì che la tua opera sia davvero di qualità, oltre a metterci tutto l’impegno del mondo, devi accertarti che tutto sia perfetto, prima di metterla sul mercato.

In particolare accertati che:

  • Non vi siano refusi. Controlla che non vi siano errori di battitura, doppi spazi, virgolette aperte e mai chiuse, punteggiatura arbitraria e, soprattutto, che non vi siano i 10 orrori grammaticali più diffusi. Utilizza lo strumento “sostituisci” di Word (o di qualsiasi altro software di videoscrittura) per individuarli o accertarti che non ve ne siano. Ovviamente, mettere il testo nelle mani di un editor esperto è un passo fondamentale, se si vuole ottenere un risultato davvero professionale.
  • Se hai scritto narrativa, accertati che non vi siano errori logici (es. un personaggio muore nel capitolo 2 e, poi, nel capitolo 20 prende un caffè con la mamma). Accertati che fabula e intreccio siano ben strutturati. In questo caso, ti consiglio di usufruire di un servizio professionale di valutazione opera.
  • Sia che tu abbia scritto narrativa o che tu abbia creato un manuale tecnico, accertati che le frasi siano scorrevoli, che le parole utilizzate siano corrette e che non vi siano troppe frasi subordinate che rischiano di creare confusione nella mente del lettore. Anche qui, il servizio di editing è fondamentale.

In finale, dunque, qualsiasi tipo di libro tu abbia scritto, ricordati che ciò che fa la differenza è la qualità dell’opera. In giro ci sono molti idraulici, elettricisti, falegnami, e muratori, ma, quando avrai bisogno di far eseguire delicati lavori nella tua casa, chi chiamerai? Colui che ha una reputazione migliore, giusto? Oppure, colui che già ha svolto egregiamente dei lavori per tuo conto.

Con la scrittura non cambia niente. Anche gli scrittori sono artigiani. Artigiani in grado di svolgere lavori che vanno a modificare strutture ben più intime e delicate di quelle relative alle nostre case: parlo delle strutture della nostra mente, del nostro spirito.

Scrivere è un compito delicato, non prendere questo impegno sottogamba, solo per il piacere di vedere il tuo libro pubblicato quanto prima, di vederlo sugli scaffali di una libreria o, peggio ancora, per la smania di fare in fretta tanti soldi.

Bene, ora ti do appuntamento alla prossima e…OCCHIO ALLA PENNA ;) !

Roberto Tartaglia

Giornalista e scrittore indipendente.

Tags: , , ,

Trackback from your site.

Leave a comment

Pubblica il tuo libro

Scopri come pubblicare e vendere la tua opera nel nostro network. Clicca qui

Visita il nostro store

Acquista i libri che trovi in questo blog. Visita lo Store di Youcanprint Clicca qui