Eventi

Marketing del libro: 3 tecniche che dovresti abbandonare adesso

Sai cosa succede su Internet in 60 secondi?

Su Google vengono effettuate 2 milioni di ricerche.
204 milioni sono le email spedite e 347 i post pubblicati solo su WordPress. Per non parlare dei social network: su Twitter si pubblicano 278mila tweet ogni minuto; 72 ore di video vengono caricati su Youtube e Facebook pubblica 41mila nuovi status al secondo. (Fonte)

Questo significa che per la maggior parte del tempo non facciamo che bombardare ed essere bombardati da messaggi, che per per lo più urlano di vendere o comprare qualcosa, manco fosse Wall Street. Anche tu probabilmente, in varie forme e toni, non fai che suggerire “Ehi leggi il mio libro! Vuoi leggere il mio libro?”

Non ti sto giudicando. Ti chiedo se il tuo messaggio ottiene la giusta attenzione, poiché sotto l’effetto di questo sovraccarico d’informazioni siamo diventati completamente ciechi rispetto a qualsiasi messaggio pubblicitario. Ottenere e mantenere l’attenzione del pubblico è la più grande sfida per chiunque voglia promuoversi con successo online, e per riuscire a vincerla la parola d’ordine è personalizzare. Innanzitutto, abbandonando alcune pratiche di marketing, che si sono rivelate fallimentari nell’ambito dei libri e della scrittura.

Blog Tour generici
Essere presente sul maggior numero di siti web, non significa necessariamente essere più visibile. Al contrario, una presentazione su un blog che tratta argomenti che nulla hanno in comune con quelli del tuo libro, può essere una totale perdita di tempo. Se devi spendere il tuo tempo nell’organizzare un tour, meglio farlo mettendosi alla ricerca di blog di nicchia, anche se questo significa alla fine essere presenti su 10 blog invece di 100, ma con un pubblico già interessato a quanto hai da raccontare.

Comunicati stampa
Inviare lo stesso contenuto a centinaia di redazioni è diventata una tecnica penalizzante. Dopo le ultime modifiche all’algoritmo di Google, piattaforme di article marketing e comunicati stampa hanno perso visibilità; le redazioni non sono più disponibili a rilanciare contenuti già pubblicati altrove e tu finiresti per essere visto come uno spammer. Se sei in procinto di lanciare una novità o una promozione per il tuo libro, fallo attraverso i profili social o la tua mailing list personale. Le persone che ti hanno dimostrato già tanto apprezzamento da lasciarti il loro indirizzo email, apprezzeranno anche i tuoi lanci e saranno più disponibili nel valutare un acquisto.

Social media (se ti aspetti di vendere attraverso i social media)
Sì, c’è stato un tempo in cui si potevano effettivamente vendere un sacco di libri attraverso i social, ma quei tempi sono finiti e anche l’acquisto di spazi pubblicitari è più efficace se indirizzato all’esposizione del tuo marchio d’autore, piuttosto che alla vendita diretta di libri.
Perciò, scegli con cura la piattaforma su cui investire, non c’è bisogno di essere presente su ogni social network, ma su quello che ti consente di creare un legame più forte con i tuoi lettori, anche senza spendere un soldo in annunci.

Infine, ricordati che il Web è in continua evoluzione, rimani flessibile e concentrati su un uso efficiente del tuo tempo e del budget a tua disposizione.

You may also like
Vi presentiamo “Gestione Elaborati”: il tuo centro di controllo su tutto ciò che accade ad ogni ordine.
Gli audiolibri sono il banco di prova di ogni scrittore, parola di Stephen King

Leave Your Comment

Your Comment*

Your Name*
Your Webpage