Romanzo Rosa: una guida al genere letterario più letto di sempre

Come è nato il romanzo rosa

Il romanzo rosa nasce tra il diciottesimo ed il diciannovesimo secolo con la narrativa romantica.

Alcune delle opere più rappresentative di tale periodo sono Pamela, o Virtue Rewarded di Samuel Richardson, i romanzi gotici di Ann Radcliffe e non si devono dimenticare le creazioni di Jane Austen. Quest’ultima ha dato vita ad una nuova forma di narrativa incentrata su tematiche quali la vita, i sentimenti e le difficoltà della protagonista; l’eroina, mediante un percorso ad ostacoli da affrontare lungo tutta la narrazione, troverà alla fine la felicità nonché la sicurezza personale. Questo nuovo stile del romanzo rosa sarà promosso dalle autrici successive, tra cui Geogette Heyer e Margaret Mitchell (quest’ultima è l’autrice di Via col vento).

L’evoluzione proseguì all’inizio del Novecento, in particolare nella prima metà del secolo, periodo in cui particolarmente amati e popolari furono gli autori Delly e Berthe Barnage. In Inghilterra, Elinor Glyn con i suoi romanzi contraddistinti da altri di quell’epoca da sfumature di erotismo e Barbara Cartland conquistarono l’attenzione e l’ammirazione dei lettori.

Una chiave di volta per il genere fu segnata dagli inizi degli anni Trenta, in cui la casa editrice inglese Mills and Boon lanciò una collana di romance novels caratterizzata dall’avere come protagoniste donne innocenti e remissive, perlopiù concentrate ed impegnate in lavori di stampo femminile come per esempio l’infermiera ovvero la segreteria.

Nel seconda metà degli anni Cinquanta, il focus cambia continente spostandosi in Canada dove la casa editrice Harlequin Enterprises iniziò il processo di distribuzione dei romance novels di Mills and Boon in tutto il territorio degli Stati Uniti. Lasciò il segno la strategia di marketing usata ossia si pose in atto una distribuzione nei supermercati, all’interno delle confezioni di assorbenti o cosmetici; in questo modo la maggior parte delle donne vennero a contatto con questo genere di romanzi, scoprendo di conseguenza la sensazione piacevole offerta dalla lettura di evasione.

All’inizio degli anni Settanta, il romanzo rosa si avvicina a quello che conosciamo oggi con l’opera The Flame and the Flower di Kathleen Woodiwiss. Il punto centrale della storia è la vicenda d’amore, nella maggior parte dei casi accompagnata da episodi di sesso alquanto esplicite e dettagliate senza mai essere volgare. Le ambientazioni sono spesso storiche oppure luoghi tropicali impressionanti ma di cui non si dà mai una descrizione troppo approfondita. I personaggi femminili sono ribelli nonché indipendenti, a differenza di quelli maschili caratterizzati da una trasformazione che li rendono più rispettosi e gentili. L’aspetto simpatico e soprattutto peculiare è la copertina, con immagini di coppie in abiti succinti strette reciprocamente in abbracci pieni di passione. Da qui nasce la denominazione di bodice ripper, usata come nomignolo da chi vuole fare riferimento a questa popolare forma di narrativa.

In Italia il genere rosa è stato introdotto nella fantasia delle donne dalla Biblioteca delle Signorine, una collana pubblicata nel 1912 dalla casa editrice Salani, caratterizzata da una peculiare copertina rosa da cui deriva la stessa denominazione di questi romanzi.

Il filone narrativo è lo stesso: una storia d’amore con il lieto fine rivolto a lettori prettamente di sesso femminile. Grande successo fu riscosso dai romanzi rosa di Liala e Luciana Peverelli, due delle pioniere del fotoromanzo.

La collana più famosa è Harmony, la quale nacque all’inizio degli anni Ottanta su iniziativa di Arnoldo Mondadori: il primo romanzo di essa fu pubblicato nel 1981 sotto il nome di Per l’amore di un gitano, il quale riscosse un successo impressionante.

Arrivando al panorama odierno, le autrici di romance novels hanno voluto raffigurare le storie in modo diverso all’interno delle proprie opere. Vi sono diversi sottogeneri rosa tra cui il gay romance, storie con protagonisti innamorati con disabilità fisiche o mentali, fino ad arrivare all’Amish romance. Le ambientazioni sono le più variegate: storiche tra le quali le Highlands scozzesi ed i vichinghi sono le più popolari, fantasy e fantascienza.

L’erotismo non è onnipresente però ciò non cambia il fatto che è importante per il suo potenziale di liberazione della sessualità femminile.

Struttura del genere rosa

Un tratto che contraddistingue il rosa dagli altri generi è il confronto polemico tra uomo e donna, ossia i due protagonisti si scontrano sul piano psicologico: da una parte vi è l’uomo che rappresenta una parte del campione di virilità mascolina e dall’altra c’è la donna, bellissima e delicata che si ribella all’uomo e tuttavia al tempo stesso ne è sopraffatta. Perciò il conflitto sfocia in passione ed amore indimenticabile.

Il punto focale della narrazione è la storia d’amore tra i due personaggi ed i conflitti sembrano dissolversi di fronte alla forza sovrastante dell’amore, che non si dimentica di assicurare il lieto fine ed un sospiro di sollievo misto ad un sorriso ai lettori.

Caratteristiche del genere rosa

La struttura della trame è quindi composta da: un equilibrio iniziale (movente), la rottura di esso (movente o complicazione), le peripezie dell’eroe fino ad arrivare a ristabilire l’equilibrio mediante la conclusione con il lieto fine.

Dal punto di vista stilistico, il genere rosa è caratterizzato per una tendenza all’iperbole espressiva con una descrizione approfondita delle emozioni dei personaggi e delle loro sensazioni fisiche, con particolare attenzione sulla donna. La componente erotica non è da sottovalutare, poiché spesso è presente ed è anche forte, anche se perlopiù declinata in base agli stereotipi già descritti. Rispetto agli albori anche questo aspetto ha subito un’evoluzione sorprendente con il passare del tempo.

Genere rosa: i personaggi

I romanzi rosa presentano una struttura con molte analogie rispetto alla fiaba, infatti i ruoli dei personaggi seguono uno schema alquanto preciso, simile a quello prospettato da Propp.

Lei è l’eroina protagonista, una fanciulla di solito bella e giovane che deve affrontare un problema, una difficoltà, un imprevisto ovvero un dramma. Lui è l’eroe, il protagonista maschile, fondamentale poiché ha la funzione di completare il quadro romantico, ed ha il ruolo di cavaliere ovvero salvatore nella maggior parte dei casi.

L’antagonista può essere declinato in diversi modi, in base all’ostacolo che l’eroina deve affrontare; spesso è declinato al femminile nei panni di matrigne, belle ragazze che attentano alla virtù di Lui mentre nei romanzi storici capita sovente che il ”nemico” siano figure maschili pronti a rapire e maltrattare lei. Infine abbiamo l’aiutante che è un amico ovvero amica dei protagonisti e su questo punto ci si può sbizzarrire, utilizzando personaggi secondari che si intrecciano sullo sfondo di intrighi politici, guerre e via dicendo. I punti di vista sono gestiti nel romance molto liberamente.

I temi del genere rosa

Di solito si narra in prima persona dal punto di vista di Lei o di Lui o alternati, per fare sì che il lettore si senta coinvolto a 360 gradi. In terza persona può prevalere il narratore onnisciente. 

In alcune opere il carattere psicologico dei protagonisti è molto approfondito e anche le vicende non mancano di profondità, pathos e di cura particolare per i dettagli.

Nel finale può esservi un significato morale, che alcune volte sfiora temi di natura filosofica ovvero storica.

Il romanzo si divide in due categorie. Da un lato c’è la Series detta anche Category alla quale appartengono romanzi brevi che sono pubblicati in ordine, per mese e con un numero di serie su ogni titolo. Esempi sono le collane Harlequin e Harmony. Dall’altro lato vi sono i Single-title romance, ossia opere più lunghe che costituiscono singole pubblicazioni. In questo secondo caso gli autori trattano oltre alle storie d’amore anche altre tematiche più complesse quali i problemi di bambini e malattie, di separazione, ove è palpante il senso di vicinanza con la realtà.

Libri rosa famosi

Di seguito vi sono alcuni dei romanzi rosa più famosi che hanno fatto il giro del mondo, dando dunque notorietà ai propri autori.

  • Disperatamente Giulia, di Sveva Casati Modignani: storia d’amore di lei scrittrice affermata e lui un chirurgo di fama. Alle spalle entrambi hanno storie molto diverse, intrinseche di sacrifici, successi nonché fallimenti. Tuttavia, il sentimento che li unisce è così grande da colmare tutte le loro amarezze anche se il fantasma di un terribile male ed un’ingiusta accusa infrangono il sogno comune. Quest’ultimo potrà essere ricostruito solo dopo una difficile battaglia. Questo libro spicca per l’essere romantico e pieno di mistero, con innumerevoli colpi di scena. La trama è ben ideata è scritta, creando nel lettore un’opinione formidabile riguardo al calibro narrativo dell’autrice.
  • Messaggio dal Vietnam di Danielle Steel: siamo negli anni Sessanta e la giornalista Paxton Andrews decide di raggiungere il Vietnam per descrivere in prima persona a chi la guerra la sente narrare dalla televisione ovvero dalla radio. Giunta sul posto si rende conto di quanto le cose siano diverse ogni giorno e per sette lunghissimi anni combatte la sua stessa ”battaglia” scrivendo dal campo di guerra prima di fare ritorno a casa e poter assistere alla pace di Parigi. Tuttavia, così come anche per gli altri sopravvissuti, la vita per lei non sarà mai più la stessa. Danielle Steel vive dividendosi tra gli Stati Uniti e la Francia; è una scrittrice conosciuta al livello mondiale dato che i suoi romanzi sono tutti bestseller internazionali e dal 1981 è sempre presente nella classifica del New York Times.
  • E le stelle brillano ancora di Sidney Sheldon: Lara Cameron, una donna bellissima e con un carattere unico, dalle umili origini è particolarmente ambiziosa. Non manca di un talento ineguagliabile per gli affari e l’assenza di scrupoli, che la porteranno a capo di un impero immobiliare. Però anche se abbia raggiunto il successo tanto desiderato, qualcosa iniziare ad incrinarsi; sarà forse questa la fine del sogno? Una storia ricca di emozioni di questa donna indimenticabile. Sheldon oltre ad essere uno scrittore è stato anche sceneggiatore e regista statunitense pluripremiato.
  • Signorsì di Liala: il protagonista della storia è un ufficiale pilota di nome Furio, un farfallone che si innamora quando incontra Renata. La vita di Furio si divide tra impegno aviatorio e amori leggeri fino a che non vedrà per la prima volta la donna della sua vita. Il loro amore appassionato fa affiorare un’ossessione del passato della donna ossia la pausa di somigliare alla madre dalla reputazione discutibile. Storia ricca di colpi di scena e complicazioni tiene i lettori attaccati alle pagine fino all’ultimo. Questo è il primo romanzo che resero famosa Liala, entrando nella storia per aver introdotto il genere rosa in Italia. La vicenda trae spunto dal grande amore dell’autrice per il marchese Vittorio Centurione Scotto che è morto in un incidente di volo.
  • Matrimonio per scommessa di Barbara Cartland: Inghilterra del 1794 è l’ambiente in cui Durstan Hayle e Lady Lorinda Camborne si incontrano per la prima volta. Lei è la più spregiudicata e ammirata gentildonna dei salotti londinesi. Dopo una scommessa con un amico per una somma di denaro, l’obiettivo di Durstan diventa la conquista della bellissima fanciulla, però non ha considerato il suo carattere caparbio e ribelle. Lei non si vuole sposare e non demorde nemmeno quando ad insistere è suo padre. Barbara Cartland ha scritto più di settecento romanzi, rendendola una delle autrici del genere più popolare; è scomparsa a 99 anni nel 2000. I suoi romanzi sono famosi in tutto il mondo.
  •  I peccati di Peyton Place di Grace Metalious: nell’America perbenista degli anni Cinquanta l’autrice tratta nel suo romanzo rosa i temi del suicidio, dell’aborto, del sesso, del desiderio sessuale degli adolescenti e dell’adulterio. Seppur definito inizialmente scandaloso, grazie ad un’ottima campagna di marketing fu conosciuto da tutte le casalinghe statunitensi in poco tempo, che poterono fare altro se non riconoscere e decretare l’impareggiabile successo di Peyton Place. Grace Metalious casalinga di origini francesi trasferitasi a New England, colpisce ed impressiona le donne del suo tempo per l’uso di un linguaggio schietto ed impudico tanto da portare la sua opera ad avere fama anche nelle librerie oltreoceano.  

Curiosità sul genere rosa

Il romanzo rosa internazionalmente è chiamato romance ed è un genere molto in voga, soprattutto in Italia. Anche se nato come destinato ad un pubblico femminile, ad oggi può essere letto da chiunque poiché spazia su molti temi ed incarna alla perfezione quello che potremmo definire letteratura d’intrattenimento.

Resta fermo l’obiettivo nel quale risiede la sua forza commerciale, di rappresentare modelli femminili nei quali le lettrici si possano facilmente identificare e di essere, grazie al lieto fine sempre assicurato, una lettura gratificante.

Leggi anche:

Come scrivere un libro d’amore: consigli da seguire

Generi letterari: definizione ed elenco

Genere letterario erotico

Genere letterario romanzo storico


Scarica subito le guide GRATUITE su:

Iscriviti a Youcanprint | La Community Ufficiale

Seguici sul nostro canale YouTube

Partecipa al sondaggio e ricevi la nuova Guida per il Tuo libro in Selfpublishing

Community ufficiale di Youcanprint

Fai già parte della nostra Community su Facebook?

Il luogo dove ogni giorno postiamo nuovi contenuti gratuiti per Scrivere, Pubblicare e Promuovere il tuo Libro.
Dove Autori condividono le loro idee e si confrontano ogni giorno.
Ci sono già centinaia di Autori che ti stanno aspettando!

Unisciti alla Community

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lost your password? Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.
We do not share your personal details with anyone.