Promuoversi nel self-publishing: strategie per Google AdWords

Written by robertotartaglia. Posted in Guide Pratiche, Selfpublishing

Google AdWords è lo strumento di Google per creare le cosiddette campagne Pay per Click (PPC), tanto care agli appassionati di Search Engine Optimization (SEO).

Sostanzialmente, investendo una somma di denaro, si possono lanciare in Rete campagne pubblicitarie relative all’uscita del tuo nuovo libro, alla tua newsletter, al tuo blog e così via.

L’iscrizione è gratuita e ci si può registrare da qui. Solo successivamente, una volta impostata la campagna, si effettuerà il pagamento. Ovvio: più il tuo budget è alto, più la tua pubblicità sarà visibile e durerà a lungo.

Sì, perché le due variabili che incidono sul costo del servizio sono: visibilità e periodo di durata.

Il cuore di Google AdWords sono le parole chiave. Dovrai giocartela bene, inserendo parole o brevi frasi quanto più pertinenti con l’oggetto del tuo annuncio. Se stai pubblicizzando un libro di fantascienza in lingua italiana che parla di UFO, potresti utilizzare parole chiave come “UFO”, “alieni”, “romanzo di fantascienza”, “contatti ravvicinati”, “marziani”, “oggetti volanti non identificati” e via così.

Dove verranno visualizzati i tuoi messaggi? Google AdWords si divide sostanzialmente in due categorie non esclusive, ma integrabili:

  1. Search Network (ti permette di visualizzare i tuoi spot nelle pagine di ricerca Google e sui siti che si avvalgono delle ricerche Google integrate o di Google Adsense. In pratica, qualcuno cerca, ad esempio, la frase “contatti ravvicinati” e il tuo annuncio gli appare tra quelli sponsorizzati da Google);
  2. Display Network (ti permette di visualizzare i tuo i annunci su tutti quegli spazi Web che pubblicano video correlati all’argomento e che utilizzano Google Adsense. Ma anche sulle pagine di Gmail).

Non voglio sprecare lo spazio di questo post per descriverti, per l’ennesima volta, come utilizzare questi strumenti. Ne è pieno il Web di guide specializzate. Qui puoi trovare quella ufficiale di Google. Quello che voglio illustrarti in questo post, invece, è alcune strategie da utilizzare per ottenere il massimo da AdWords.

Come ti dicevo prima, il cuore del servizio sono le parole chiave. È importante sceglierle con cura, altrimenti si rischia di buttare via soldi, attirando l’attenzione di persone che non sono interessate a ciò che stiamo offrendo loro.

Nell’esempio di prima, dobbiamo incuriosire i lettori di romanzi fantascientifici, ma anche gli appassionati di UFO e alieni. Partiamo dalle parole chiave che ti ho suggerito prima e, una volta entrati nel nostro account di Google AdWords, clicchiamo sul menu “Strumenti”.

A questo punto ti troverai davanti una lista di tool da utilizzare. Bene, scegli “Targeting contestuale”. Questo strumento ci permette di ricevere i consigli di Google per parole chiave altamente specifiche. Basta inserire un massimo di 10 parole chiave di partenza, la Nazione di riferimento e la lingua. Guarda qui sotto che sorta di lista mi ha suggerito Google, partendo dalle parole chiave che ho utilizzato come esempio.


Non devi inserirle tutte nella tua campagna, ma sicuramente troverai combinazioni a cui non avevi pensato e che, invece, gli utenti inseriscono quando vanno sul motore di ricerca. Sì, perché quelli sono suggerimenti che Google ti propone sulla base della sua “esperienza” di motore di ricerca.

Vuoi andare ancora più nello specifico? Vuoi raffinare ancora più il tuo annuncio, così da arrivare “a casa” dei tuoi potenziali lettori? Allora non ti resta che scegliere dove posizionare i tuoi annunci, così da evitare di “sparare nel mucchio”.

Per fare questo, Google ci offre un altro tool (sempre nella sezione “strumenti”): lo Strumento per il Posizionamento.

Questo tool ti permetterà di trovare siti Web che trattano l’argomento che rappresenta il cuore delle tue parole chiave. Nel nostro caso il mondo degli UFO e della letteratura di fantascienza.

Guarda un po’ in questa immagine che lista di suggerimenti mi ha dato Google con solo 3 frasi chiave.

Hai le idee un po’ più chiare? Spero di sì. Per ora, ti do appuntamento alla prossima e…occhio alla penna ;) !

Roberto Tartaglia

Giornalista e scrittore indipendente. Fondatore di www.viverediscrittura.it, il primo sito per imparare a diventare scrittori indipendenti. Il suo sito personale è www.robertotartaglia.com.

Tags: , , ,

Trackback from your site.

Comments (3)

Leave a comment

Pubblica il tuo libro

Scopri come pubblicare e vendere la tua opera nel nostro network. Clicca qui

Visita il nostro store

Acquista i libri che trovi in questo blog. Visita lo Store di Youcanprint Clicca qui