Produrre

Cos’è un chapbook (e perché dovresti scriverlo)

7 minuti di lettura
  • Home
  • /
  • Produrre
  • /
  • Cos’è un chapbook (e perché dovresti scriverlo)
chapbook a cosa serve

Cos’è un chapbook?

Quando si parla di chapbooks si fa riferimento a piccoli libri contenenti storie, poesie o testi di vario tipo. Sono una vera e propria collezione di componimenti che trattano argomenti diversi. Solitamente contengono dalle 30 alle 50 pagine e sono prodotti dal prezzo vantaggioso se comparati ai tradizionali romanzi. 

In un mondo che scorre freneticamente non si ha mai tempo per dedicarsi alla lettura di un libro. 

I chapbooks rappresentano quindi un’ottima soluzione se non hai molto tempo a disposizione per leggere. Dedicarti alla lettura delle poche pagine di un chapbook, sarà un’esperienza unica che ti permetterà di immergerti in un immenso universo in breve tempo.

Sebbene, all’apparenza, il piccolo numero di pagine possa ingannare, in realtà il contenuto può comunicare messaggi importanti

Essi sono quindi una forma d’arte, esattamente come qualsiasi altra opera letteraria. 

In questo articolo analizzeremo le ragioni per cui un autore dovrebbe scrivere un chapbook e quali sono i benefici che potrebbe trarne.

LEGGI ANCHE >> Trame per scrivere un libro

Dimensioni di un chapbook

Dal momento che le poesie non possiedono limiti di lunghezza, non è possibile stabilire un numero definito di componimenti all’interno di un chapbook. 

Di solito, è possibile trovare una poesia per ogni pagina, oppure lunghi testi poetici che occupano più pagine. 

Non essendoci quindi una lunghezza precisa per i singoli testi, un chapbook può avere strutture diverse e molto variegate. 

Tecnicamente, un chapbook potrebbe anche essere costituito da un unico componimento poetico ma si tratta di una cosa molto rara. 

Questa tipologia di libri nasce infatti come una sorta di portfolio di un autore

Il suo principale obiettivo è quello di dare accesso a testi diversi collegati tra di loro da temi, caratteristiche o dettagli comuni. 

Scegliere di dedicare un intero chapbook a un unico componimento, non solo sarebbe riduttivo, ma priverebbe l’autore dell’occasione di mostrare un range di opere più vasto. 

I chapbooks nascono infatti, proprio con l’obiettivo di dare spazio a tutti quei testi che non potrebbero essere inseriti in opere più articolate. 

Inoltre, come detto in precedenza, alcuni chapbooks possono anche essere dei brevi racconti o generici testi in prosa, ma la maggior parte di essi sono invece costituiti da opere in versi. 

Data la quantità delle pagine normalmente non viene effettuata una vera e propria rilegatura ma i fogli vengono uniti tramite semplici punti metallici. Raramente si superano le 40 pagine, di solito infatti il volume si compone di un massimo di 10 fogli piegati a metà.

Un pizzico di storia

Questa forma di letteratura, che esisteva già nel diciottesimo secolo, non era necessariamente legata alla poesia. I chapbooks venivano utilizzati, in America e Inghilterra, come mezzo di diffusione di idee e pensieri controcorrente senza doversi servire dei tradizionali mezzi di stampa. 

Nonostante le dimensioni ridotte, costituivano mezzi di comunicazione e scambio culturale davvero potenti. Erano quindi uno strumento di divulgazione di una cultura popolare di cui non avremmo altrimenti avuto traccia. Si occupavano di intrattenimento ma anche di informazione e storia, essi erano letti in famiglia o in occasione di serate in birreria e altri locali. 

Ovviamente, con l’avvento di internet i chapbooks hanno assunto forme sempre più variegate come i PDF o i piccoli ebook. Questo non significa che le tradizionali versioni cartacee abbiano perso il loro fascino. 

I chapbooks sono quindi collegati al mondo del self-publishing. Essi sono legati alle forme di pubblicazioni indipendenti che favoriscono la libertà di espressione a 360 gradi. 

Il principale obiettivo è quello di trovare la prossima voce nel campo della poesia e proprio per questo motivo si tratta di un mezzo di diffusione culturale strabiliante. Infatti, soprattutto negli ultimi anni, il mondo dei chapbooks è in continua espansione ed evoluzione. Queste singolari raccolte di testi e componimenti oggi assumono forme nuove ed inaspettate coinvolgendo quindi un pubblico sempre più vasto.

Un modo per promuovere i propri testi

Il chapbook è un po’ il biglietto da visita di un autore, una sorta di presentazione che permette ai lettori di avere un assaggio dello stile di scrittura, tono e caratteristiche generali della narrazione. 

Si tratta di un modo per farsi conoscere, stabilire un contatto con un gruppo nutrito di lettori e avere un effettivo confronto. 

Puoi trasmettere qualcosa dando un’idea della tua voce, uno spiraglio su ciò che vuoi comunicare. 

In altre parole, è un modo per entrare a far parte del mondo della letteratura partendo completamente da zero. In condizioni normali è molto complicato ottenere un contratto editoriale, proprio per questo motivo un chapbook è uno strumento molto valido che ti permette di essere notato. 

Potresti attirare l’attenzione di case editrici importanti o piccoli editori indipendenti. In ogni caso è un modo per conquistare a poco a poco un personale spazio in quello che è il panorama letterario. Avrai modo di crearti una reputazione, un’identità a livello editoriale nel modo più semplice possibile. 
La cosa importante è assicurarsi che questa sorta di portfolio letterario possa essere letto da quante più persone possibile. 

Come sfruttare questa opportunità

Oggi esistono moltissime occasioni su internet, che naturalmente è possibile sfruttare a proprio vantaggio con l’obiettivo di costruirsi un’identità e far conoscere il proprio nome. I chapbooks possono essere usati per la promozione di un’opera, un componimento e persino un libro, perchè no? 

Promuovere un libro online è sempre un’ottima idea, poiché consente di estendere il target a cui è indirizzato e attrarre nuovi possibili lettori. Si tratta di un’opportunità che in nessun caso bisogna ignorare proprio perché potrebbe portare a una maggiore diffusione della tua opera. 

Se volessimo sfruttare proprio tutti i mezzi che abbiamo a disposizione, i social sarebbero forse quello più immediato e potente. I social media infatti, ci permettono di raggiungere un bacino molto più ampio di persone e dunque potrebbe essere più semplice trovare lettori interessati al tuo libro.

In questo contesto quindi, la promozione di libri sui social è qualcosa di indispensabile che sicuramente potrà portare moltissimi vantaggi. 

Altra cosa da tenere in considerazione è il costo molto basso per la creazione di un chapbook, infatti, un costo di produzione basso è anche sinonimo di un prezzo vantaggioso per i clienti. In questo modo si avrà la possibilità di favorire ulteriormente la diffusione dei tuoi testi in prosa o poetici.

Bisogna però evidenziare che il vero obiettivo di un chapbook non è quello di ottenere un ricavato a livello monetario, ma rendere il frutto del proprio lavoro letterario a portata di tutti.

La promozione di un qualsiasi testo online porterà sicuramente benefici innumerevoli sia all’autore che ai possibili lettori. 

Nel mondo del book marketing, infatti, la promozione di un libro è fondamentale. 

Considerazioni finali

Questa forma d’arte che appartiene al passato e ha avuto un ruolo tanto importante, adesso viene ancora apprezzata sotto nuove forme. Grazie alla mille opportunità che il mondo digitale ci offre è possibile promuovere le proprie opere in moltissimi modi, senza dover necessariamente fare ricorso a case editrici. 

Tantissimi autori riescono infatti a pubblicizzare i propri lavori tramite piattaforme online YOUCANPRINT , blog personali o attraverso i social. Si tratta di qualcosa che in un mondo tanto tecnologico quanto il nostro, sembra banale. Ma se paragoniamo le infinite opportunità che oggi ci vengono fornite con i mezzi che si possedevano in passato, è inevitabile avere una maggiore consapevolezza. 

I chapbooks appartengono al passato, ma sono così attuali da aver trovato il loro posto anche in una realtà che sembra non avere più spazio per la letteratura. Al contrario essi sono una vera e propria risorsa, in qualsiasi forma essi si trovino. Pertanto, è fondamentale capire quale grande opportunità possediamo e sfruttarla al meglio. 

Adesso che conosci così bene i chapbooks sta a te decidere se cimentarti nella stesura di uno di essi oppure iniziare a leggerne alcuni. In qualsiasi caso adesso sei consapevole di quanto possano essere importanti per autori e lettori.

LEGGI ANCHE >> 4 suggerimenti di 4 grandi scrittori + 1

Correlati

Ti potrebbe interessare anche:

Come calcolare il numero di battute della tua opera!

Contare una alla volta le decine di migliaia di battute che compongono il testo di un libro è, ovviamente, quasi impossibile o comunque estremamente complicato...

Come numerare le pagine in Word

Vuoi numerare le pagine in Worddel tuo libro o documento e non sai come fare In questa pratica guida vedremo come numerare le pagine in Wordattraverso...

Che cos’è l’epub3: le potenzialità del formato

Epub3 è l’ultima versione del formato epub, lo standard internazionale per il libro digitale Si tratta di un formato libero (open source), basato su linguaggi...

aspetti tecnici del self publishing

Aspetti tecnici del self-publishing

Nella tua scelta di pubblicare da te, senza una casa editrice, avrai capito senz'altro che ogni operazione svolta prima da uno staff editoriale adesso spetta...

javascript

Epub interattivi con Javascript

Ultima ma non meno importante novità introdotta da epub3 riguarda la possibilità di ricorrere al linguaggio di programmazione Javascript per realizzare ebook...

Impostare i margini di un documento Word

Come impostare i margini di un libro con Word e OpenOffice

«Forma e contenuto non possono essere distinti in un'opera d’arte, sono una cosa sola», scriveva il celebre drammaturgo irlandese Oscar Wilde È...

Come inserire le note a piè di pagina in un documento Word, OpenOffice o LibreOffice

Uno degli errori più comuni nell'impaginazione di un testo con Microsoft Word, OpenOffice o LibreOffice riguarda l'inserimento delle note a piè di pagina...

Guida completa a calibre

Creare e gestire un ebook: la guida completa a CALIBRE

Calibre è un software libero, open source, multipiattaforma dedicato alla gestione degli ebook, ma non, solo È un convertitore ePub-mobi ed un ebook reader...

Quale formato scegliere per il tuo libro

Ecco il nostro appuntamento del Venerdì Oggi cercheremo di mettere un pò di ordine tra i mille formati dei vostri libri Vi scriveranno che è importante ciò che...

creare l'indice automatico con word e openoffice

Come creare l’indice con Word, OpenOffice e Pages nel modo giusto

Una delle funzioni più utili e interessanti per chi scrive e impagina un libro, una tesi o un documento con Microsoft Word o con Writer di OpenOffice, è quella...

Come NON mettere il numero di pagine

Eccoci, prendiamo spunto da un commento fatto nel post precedente per scrivere il nuovo post del venerdì! Accendiamo il condizionatore e iniziamo Per chi si...

cosa sono le caselle editoriali

Breve guida alle unità di misura editoriali: caratteri, battute, cartelle

Immagina queste due situazioni: nella prima hai scritto un libro e vuoi fare una correzione bozze, mentre nella seconda vuoi inviare un manoscritto a una casa...

manoscritto in word per editori

Come formattare un manoscritto in Word per inviarlo ad un editore (template gratuito)

Dopo aver finito di scrivere la tua bozza arriverà il momento di scegliere un editore a cui proporla A questo punto la forma avrà la sua importanza per...

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.