Scrivere

Come scrivere bene i titoli e perché è importante scegliere quello giusto

7 minuti di lettura
  • Home
  • /
  • Scrivere
  • /
  • Come scrivere bene i titoli e perché è importante scegliere quello giusto

Il processo di scrittura di un contenuto si percepisce in genere come un’attività in cui l’impegno e le energie devono essere focalizzate alla ricerca della “trama perfetta”, ma non dimenticate quanto sia importante la scelta dei titoli corretti.

Ma perché è così importante inventare buoni titoli? E come si possono scrivere in modo da determinare il successo del libro?

L’individuazione dei titoli: errori e suggerimenti utili

Molti autori pensano che per trovare il titolo vincente bisogna creare molte bozze del contenuto, ovvero rivedere più volte il testo al fine di creare una sorta di “contenuto riassuntivo” e individuare così i titoli più appropriati attraverso una selezione accurata delle idee.

Per trovare l’ispirazione, infatti, può essere utile attenersi ad alcune regole fondamentali:

la scrittura di molte bozze di titoli, allo scopo di selezionarli gradualmente fino a individuare quello giusto (a tal fine è consigliabile, ad esempio, scriverne quindici, in modo poi da ridurli a dieci, a cinque e così via, selezionando infine quello che appare più appropriato).

La creazione del giusto titolo è importante per una vasta serie di motivi:

primo fra tutti l’individuazione della categoria dei lettori, nel senso che attraverso il titolo possiamo riuscire ad attrarre un certo target anziché un altro, e questo può essere molto vantaggioso per l’autore (in base al pubblico di destinazione possiamo decidere il messaggio da lanciare con il titolo e attrarre proprio quella specifica categoria di lettore).

Si tratta di dettagli da tenere in considerazione al fine di valutare preliminarmente il successo o meno delle vendite del testo.

L’importanzadei titoli: le strategie per ottenere il successo del libro

Se desideri scrivere un libro, un romanzo, un manuale, un saggio devi sapere che la scelta dei titoli è fondamentale, non solo perché ti permette di attirare l’attenzione del tuo pubblico e indurlo alla lettura, ma anche e soprattutto perché l’editore, o in base ai casi un redattore, difficilmente prenderà in considerazione l’idea di pubblicare il tuo libro nel caso in cui i titoli non appaiano interessanti.

Nella maggior parte dei casi, se i titoli appaiono sterili, banali o poco accattivanti, qualsiasi lettore lo scarterà immediatamente, senza preoccuparsi di continuare la lettura.

Come creare dunque un buon titolo?

Se vuoi che la tua opera abbia successo devi concentrarti e riflettere anche sul titolo, cercando di inventarlo tenendo conto del contenuto e dunque della trama del testo.

La prima cosa da fare è sedersi e riflettere con il libro aperto di fronte, in modo da determinare, per ogni capitolo interno del testo, il titolo più appropriato. A tal fine ti consigliamo di procedere con ordine: pensa al primo capitolo e cerca di individuare i contenuti chiave, predisponi mentalmente una sorta di riassunto del testo (se non riesci a compiere un lavoro mentale di questo tipo puoi benissimo usare carta e penna, in modo da stilare un breve sunto di quanto scritto nel libro).

Lo stesso discorso vale per gli eventuali titoli interni del testo: rileggi il primo capitolo e cerca di individuare i contenuti chiave: di cosa parla quello specifico capitolo? Ci sono delle frasi chiave che ti piacciono particolarmente o ti permettono di “riassumere” brevemente ciò che vuoi comunicare in un capitolo? Poniti queste domande e aiutati con una penna e un foglio.

Concentrarsi sulla trama per scrivere buoni titoli

Gli scrittori con una certa esperienza nell’attività di scrittura sanno che, per la buona riuscita del testo, è necessario riscrivere e rivedere la trama anche più volte durante la redazione del suo contenuto. La stessa cosa naturalmente, vale per i titoli, che preferibilmente devono essere scritti via via che si racconta la trama della bozza del libro o, se si preferisce, dopo averlo terminato.

Quali sono le strategie vincenti per la creazione dei titoli del libro? E perché è così importante scrivere un buon titolo?

Ogni capitolo e/o paragrafo di un libro può avere un proprio titolo.

Il consiglio strategico che gli scrittori danno in genere agli autori è quello di non focalizzarsi subito nei titoli, ma concentrarsi innanzitutto sull’incipit e sulla trama dei vari capitoli. É consigliabile dunque cominciare a scrivere i contenuti dei vari capitoli e/o paragrafi, fino a terminare la bozza del testo.

Successivamente si consiglia di rileggere più volte la trama e rivedere il contenuto stilistico, in modo da correggere il testo e decidere, infine, i titoli appropriati. Naturalmente nulla vieta di stilare una sorta di bozza dei titoli durante la redazione dei singoli capitoli, ma difficilmente, senza un’idea ben precisa sul contenuto, si riesce a stilare titoli convincenti (ecco perché consigliamo innanzitutto di concentrarsi sulla scrittura dell’opera, rilegando la scrittura dei titoli in una fase successiva).

Per sceglierli è necessario riflettere sulle parole chiavi del contenuto del libro, su cosa è incentrata la storia o chi è il soggetto principale del tuo lavoro? Una buona idea può essere quella di mettere per iscritto alcune parole chiavi, inventandole o unendole tenendo conto del contenuto (o della trama) fondamentale del libro, dell’ambientazione o del contesto, anche in base al genere di contenuto.

Naturalmente il libro, per attrarre il lettore, deve essere scritto con un titolo che sia in grado di sollecitare mistero e curiosità: una specie di titolo riassuntivo del suo contenuto, tale da accattivare il lettore e indurlo all’acquisto (poi la lettura della trama riassuntiva, posta eventualmente alla fine del libro, farà il resto).

Per trovare il giusto titolo bisogna porsi una domanda fondamentale: di cosa parla? Si tratta di una storia focalizzata su un determinato personaggio? Il suo contenuto si ispira a una storia romantica, di fantasia, di crimine? Può sembrare difficile ma per stilare il giusto titolo basta un po’ di creatività.

Lo stesso discorso vale, naturalmente, anche per i titoli interni del libro stesso, nel senso che per inventarli dovrai necessariamente fare riferimento alla trama e al contenuto dello specifico capitolo, e anche in questo caso dovrai concentrarti e rileggere il tutto prima di scriverlo.

Leggi anche la mini guida Come trovare il titolo giusto per il tuo libro: la guida pratica.

Come capire se i titoli invogliano i lettori all’acquisto

Molti autori, dopo la scrittura del testo, decidono di far leggere il libro ad amici e parenti, per conoscerne le opinioni e migliorarne il contenuto prima della pubblicazione. Si tratta spesso di una strategia vincente, perché in questo modo è possibile ricavare nuovi spunti e idee interessanti da eventuali suggerimenti esterni. Molte volte infatti, l’autore, eccessivamente preso dalla redazione del testo, sbaglia la trama: la rende ridondante o poco avvincente, non cura adeguatamente i dettagli o lo stile espositivo, finendo per rendere banale il libro.

Per evitare di creare un’opera sterile, molti autori, preferiscono dunque sottoporre il testo alla valutazione di amici o persone competenti, nel tentativo di acquisire nuovi spunti interessanti sul suo contenuto. Lo stesso discorso si può applicare ai titoli: far leggere il libro a persone estranee e non coinvolte può aiutarti a capire se i titoli sono corretti, perfettamente coerenti con il contenuto dei vari capitoli e abbastanza avvincenti. 

Altri consigli utili: praticare la riflessione per scegliere i giusti titoli

Quando la mente è soggetta a pressioni di qualsiasi tipo, difficilmente rende quanto dovrebbe. Soprattutto nella redazione di un testo capita di bloccarsi e non riuscire a proseguire efficacemente, e questo può succedere anche con la realizzazione dei titoli.

L’esperienza ci insegna che un’attività creativa può essere compiuta con successo solo se praticata con calma e riflessione, ecco perché ti consigliamo di redigere i contenuti e gli altri dettagli del testo con assoluta calma, senza pressioni, premura o preoccupazioni. La redazione dei contenuti deve essere effettuata in momenti della giornata lontani da stress o altre attività intellettuali, altrimenti la comunicazione risulterà poco efficace, e difficilmente un contenuto mal scritto arriva al lettore.

Scarica subito le guide GRATUITE su:

Iscriviti a Youcanprint | La Community Ufficiale

Partecipa al sondaggio e ricevi la nuova Guida per il Tuo libro in Selfpublishing

Correlati

Ti potrebbe interessare anche:

congiungitvo

Il se vuole sempre il congiuntivo? Teoria, esempi, trucchi per ricordare

Il se vuole sempre il congiuntivo Bella domanda, anche perché già quando si parla di congiuntivo le cose si fanno difficili Tuttavia chi scrive, che sia un...

Umberto Eco Tesi di Laurea

I 6 consigli di Umberto Eco per scrivere una tesi di laurea

Il saggio di Umberto Eco "Come si fa una tesi di laurea" (Bompiani, 1977) parte dai fondamentali, spiegando che cos'è una tesi di laurea Ma, se sei qui,...

incipit perfetto

8 consigli per scrivere un incipit perfetto per il tuo libro

L'incipit di un romanzo è davvero una delle cose più difficili da scrivere In quest'epoca di gratificazione istantanea, brevi momenti di attenzione e...

Come trovare il titolo giusto per il tuo libro: la guida pratica

Hai finito di scrivere il tuo libro finalmente Dopo mesi e mesi di fatica è arrivato anche il momento di scegliere il titolo giusto e questo è un compito che...

Generi letterari: definizione ed elenco

Quante volte sentiamo parlare di "genere letterario" Forse è un concetto poco conosciuto da chi non ama scrivere o leggere, ma che rappresenta un argomento...

font migliore per un libro

Qual è il font migliore per il tuo romanzo?

Scegliere il font migliore per scrivere un romanzo non è così semplice Nel self publishing, la libertà di non avere un editore alle spalle consente agli autori...

scrivere un libro per bambini

Come scrivere un libro per bambini e farlo conoscere

Scrivere un libro per bambini spesso viene considerato un compito meno impegnativo che scrivere un libro destinato ai grandi, ma le cose non stanno così...

Cos'è e come si scrive la prefazione di un libro

Cos’è e come si scrive la prefazione di un libro?

La prefazione di un libro rimane sempre un elemento misterioso: è necessaria È utile Ma soprattutto cos'è e come si scrive la prefazione di un libro È...

come scrivere un libro guida completa

Come scrivere un libro dall’idea alla struttura: la guida completa

Introduzione e consigli utili Intreccio, trama, fabula, personaggi, dialoghi, incipit, finale, sono solo alcuni degli elementi che compongono la scrittura di...

scrittura creativa esercizi

7 esercizi di Scrittura Creativa da mettere subito in pratica

L’importanza della scrittura creativa Quante volte ti è capitato di andare in libreria e comprare un libro solo perché ti hanno colpito le prime tre o...

genere letterario horror

Genere letterario Horror. Storia, struttura, temi di un genere amatissimo

Come è nato il genere horror Il genere letterario horror non ha un'origine temporale ben specifica in quanto diversi temi horror sono stati scritti fin...

genere letterario giallo

Genere letterario Giallo: genesi, sviluppo e caratteristiche

Come è nato il genere giallo Il genere giallo è riconducibile con ogni probabilità a quello poliziesco; ad ogni modo, recentemente, sono nati filoni...

genere letterario avventura caratteristiche

Genere letterario Avventura: caratteristiche, temi e curiosità

La letteratura, per definizione, è quel grande contenitore che rappresenta l'insieme delle varie opere che sono state scritte nell'ambito di una Nazione o di una...

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.