Scrivere

Selfpublishing: come scrivere la prima bozza del tuo romanzo in meno di una settimana

4 minuti di lettura 4 Commenti
  • Home
  • /
  • Scrivere
  • /
  • Selfpublishing: come scrivere la prima bozza del tuo romanzo in meno di una settimana
come scrivere la prima bozza del tuo romanzo

Randy Ingermanson è l’ideatore del metodo del fiocco di neve, una tecnica che ti consente di scrivere un romanzo partendo da un’unica frase e sviluppando via via tutti i successivi contenuti.

Prima di diventare uno scrittore affermato Ingermanson è stato un programmatore di software e ha trasferito queste sue competenze anche all’ambito della narrativa, rimanendo convinto che la creatività se incanalata in uno schema ben congegnato renda molto di più dell’improvvisazione.

Vediamo allora come si progetta un romanzo seguendo il metodo del fiocco di neve.

1) Prenditi un’ora per sintetizzare in una sola frase tutto il tuo romanzo. Questo è il gancio che ti servirà a reclutare i futuri lettori. Cerca di renderlo migliore possibile: prova in meno di 15 parole (breve è meglio) a delineare il quadro generale e allo stesso tempo specifico della storia, ossia, spiega quale personaggio ha più da perdere in questa storia e cosa lui o lei vuole vincere.

2) Prenditi un’altra ora per espandere la frase in un paragrafo completo che descrive la struttura della storia – di solito suddivisa in “tre ostacoli più un finale” – dove il primo ostacolo corrisponde alla fine del 1° atto, il secondo ostacolo è il punto centrale del 2° atto e il terzo ostacolo la fine che condurrà poi al 3° atto.
Idealmente, il paragrafo dovrebbe contenere circa cinque frasi: una frase per descrivere l’ambientazione e la configurazione della storia, poi una frase ciascuno per i tre punti di svolta e ancora una frase per raccontare il finale.

3) Ora è necessario svolgere lo stesso tipo di esercizio per le storie di ciascuno dei personaggi.
I personaggi sono la parte più importante di qualsiasi romanzo, quindi, prenditi un’ora per scrivere una scheda di sintesi per ognuno di loro che racconti:

  • chi è il personaggio;
  • cosa spinge lui / lei ad agire;
  • cosa lui / lei vuole concretamente;
  • cosa impedisce a lui / lei di raggiungere questo obiettivo;
  • cosa lui / lei imparerà, come farà lui / lei a cambiare;
  • una sintesi della storia completa del personaggio.

4) A questo punto, dovresti avere una visione ottimale della struttura del tuo romanzo, ora devi solo continuare a far crescere la storia.

Dedica diverse ore ad espandere ogni frase del paragrafo di sintesi (al punto 2) in un intero paragrafo. Tutti tranne l’ultimo paragrafo dovrebbero terminare con il punto di svolta che hai individuato il precedenza. Ricorda che se il primo ostacolo può presentarsi anche a causa di circostanze fortuite, il secondo e terzo ostacolo devono essere frutto dei tentativi del protagonista di “sistemare le cose” (e le cose peggiorano sempre in un romanzo che si rispetti).

5) Prenditi un giorno o due per redigere una descrizione di una pagina per ciascun personaggio principale e una descrizione di mezza pagina dei personaggi secondari. Queste “sinossi” dovrebbero raccontare la storia dal punto di vista di ognuno. Visto che potresti imparare molte cose interessanti man mano che i personaggi cominciano a prendere vita propria, sentiti libero di ritornare alle fasi precedenti e fare le dovute revisioni.

6) A questo punto hai davanti a te una storia solida che si sviluppa su diversi piani, uno per ogni personaggio. Quello che devi fare adesso è una lista delle varie scene che ti aiuteranno a trasformare le quattro pagine di sinossi in un romanzo.
Apri un foglio di calcolo e inserisci una riga per ogni scena. Le righe andranno suddivise in due colonne, in una inserisci i punti di vista dei vari personaggi e nell’altra la descrizione dettagliata della scena. Un foglio di calcolo è l’ideale, perché si può vedere l’intera trama a colpo d’occhio.

7) Torna al foglio Word e cerca di espandere ogni riga del foglio di calcolo in una descrizione multi-paragrafo delle scene. Inserisci i dialoghi e delinea il conflitto essenziale. Se non c’è conflitto, allora la scena non funziona e va sistemata. Scrivi una o due pagine per capitolo e inizia ogni capitolo in una nuova pagina. Poi stampa tutto in modo da poter scambiare facilmente l’ordine dei capitoli dove necessario o aggiungere nuovi contenuti scrivendo a margine dei fogli. Questo processo di solito richiede una settimana e il risultato finale sarà quello di avere tra le mani la tua prima bozza, una sorta di prototipo di romanzo già collaudato, senza lacune nella struttura e senza conflitti irrisolti.

A questo punto, basta sedersi e iniziare a battere la vera prima stesura del romanzo. Resterai stupito di quanto velocemente la storia salterà fuori delle tue dita.

Correlati

Ti potrebbe interessare anche:

congiungitvo come si usa

Il se vuole sempre il congiuntivo? Teoria, esempi, trucchi per ricordare

Il se vuole sempre il congiuntivo Bella domanda, anche perché già quando si parla di congiuntivo le cose si fanno difficili Tuttavia chi scrive, che sia un...

Come si scrive una tesi di laurea

I 6 consigli di Umberto Eco per scrivere una tesi di laurea

Il saggio di Umberto Eco "Come si fa una tesi di laurea" (Bompiani, 1977) parte dai fondamentali, spiegando che cos'è una tesi di laurea Ma, se sei qui,...

incipit perfetto

8 consigli per scrivere un incipit perfetto per il tuo libro

L'incipit di un romanzo è davvero una delle cose più difficili da scrivere In quest'epoca di gratificazione istantanea, brevi momenti di attenzione e...

quanti generi letterari ci sono?

Generi letterari: definizione ed elenco

Quante volte sentiamo parlare di "genere letterario" Forse è un concetto poco conosciuto da chi non ama scrivere o leggere, ma che rappresenta un argomento...

dare il titolo giusto

Come trovare il titolo giusto per il tuo libro: la guida pratica

Hai finito di scrivere il tuo libro finalmente Dopo mesi e mesi di fatica è arrivato anche il momento di scegliere il titolo giusto e questo è un compito che...

font migliore per un libro

Qual è il font migliore per il tuo romanzo?

Scegliere il font migliore per scrivere un romanzo non è così semplice Nel self publishing, la libertà di non avere un editore alle spalle consente agli autori...

come scrivere un libro per bambini

Come scrivere un libro per bambini e farlo conoscere

Scrivere un libro per bambini spesso viene considerato un compito meno impegnativo che scrivere un libro destinato ai grandi, ma le cose non stanno...

come scrivere un libro guida completa

Come scrivere un libro dall’idea alla struttura: la guida completa

Introduzione e consigli utili Intreccio, trama, fabula, personaggi, dialoghi, incipit, finale, sono solo alcuni degli elementi che compongono la scrittura di...

Prefazione del libro come si scrive

Cos’è e come si scrive la prefazione di un libro?

La prefazione di un libro rimane sempre un elemento misterioso: è necessaria È utile Ma soprattutto cos'è e come si scrive la prefazione di un...

5 step per scrivere un libro

Come scrivere un libro, i 5 step fondamentali

Hai deciso di scrivere un libro o lo stai già facendo Ecco 5 step, fra cui la Piramide di Freytag, che ti aiuteranno a farlo senza perdere altro tempo 1...

esercizi di scrittura

7 esercizi di Scrittura Creativa da mettere subito in pratica

L’importanza della scrittura creativa Quante volte ti è capitato di andare in libreria e comprare un libro solo perché ti hanno colpito le prime tre o...

genere letterario giallo

Genere letterario Giallo: genesi, sviluppo e caratteristiche

Come è nato il genere giallo Il genere giallo è riconducibile con ogni probabilità a quello poliziesco; ad ogni modo, recentemente, sono nati filoni...

genere letterario horror

Genere letterario Horror: storia, struttura, temi di un genere amatissimo

Come è nato il genere horror Il genere letterario horror non ha un'origine temporale ben specifica in quanto diversi temi horror sono stati scritti fin...

4 Commenti

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.