Pubblicare

Self-publishing: Pubblicare in ebook o in cartaceo?

5 minuti di lettura 2 Commenti
  • Home
  • /
  • Pubblicare
  • /
  • Self-publishing: Pubblicare in ebook o in cartaceo?
ebook vs cartaceo

Pubblicare solo ebook? Pubblicare solo in formato cartaceo? Pubblicarli entrambi? E perché? Questi sono dubbi che attanagliano tutti coloro che si avvicinano per la prima volta al mondo del self publishing.

I dubbi legati a questa scelta nascono dall’apprensione di dover spendere troppi soldi per una doppia pubblicazione, o di fare due volte lo stesso lavoro, oppure che la doppia pubblicazione dia un’immagine di bassa professionalità.

Io, da sempre, pubblico in entrambi i formati e le motivazioni sono molte.

Ora te le illustro una per una.

Nessun doppio lavoro

Basta svolgere il lavoro una sola volta, al contrario di quanto si pensi. Il testo, infatti, è uguale per entrambi i formati. Unica accortezza (piccolo trucco): se vi fosse l’esigenza di inserire dei collegamenti ipertestuali all’interno del libro, ti consiglio di inserirli sempre per esteso e non come un collegamento integrato nel testo.

Mi spiego meglio: se dovessi inserire un collegamento al sito dell’Ansa, non scriverei Ansa (con il collegamento all’interno del testo, come ho fatto qui), ma www.ansa.it.

Perché questo? Perché, in questo modo, chi leggerà il libro cartaceo avrà la possibilità di vedere il link per intero e riscriverlo a mano nel suo browser, mentre chi leggerà l’ebook potrà semplicemente cliccarlo per accedere al sito.

Quindi, non ci sono lavori aggiuntivi da fare? Sì, qualcosa c’è. Adattare le copertine ai vari formati, ad esempio, e impaginare il file ebook per i formati scelti (.epub, .mobi).

Il formato cartaceo, come ovvio, avrà delle dimensioni da rispettare (che variano da servizio a servizio) e dovrà contenere sia una prima che una quarta di copertina. L’ebook, invece, avrà solo la prima di copertina, che sarà la stessa del formato cartaceo, anche se potrebbe avere dimensioni differenti.

L’impaginazione, invece, è un processo più lungo che richiede esperienza. Per questo, spesso, si sceglie di pagare un servizio professionale (a volte offerto direttamente dai servizi di self publishing, come fa Youcanprint) per impaginare i file .epub e .mobi.

Se vuoi provare a fare il lavoro da te, ad ogni modo, puoi creare i tuoi file .epub con un software gratuito chiamato Sigil, mentre i file .mobi possono essere creati semplicemente convertendo il file .epub con un altro software gratuito chiamato Calibre.

Entrare nelle librerie

Con gli ebook non si può entrare in libreria. È chiaro. Qualcuno (all’estero) ha provato a mettere in vetrina le copertine degli ebook, ma siamo ancora a livelli di sperimentazione.

Mentre l’ebook riesce a coprire la distribuzione sui maggiori store online, il libro cartaceo, dunque, permette di coprire, oltreché questo canale, anche quello delle librerie fisiche. Con tutti i benefici che ne derivano.

Primo fra tutti la possibilità di raggiungere quei lettori che non navigano abitualmente per fare compere (e in Italia ce ne sono molti), poi la possibilità di realizzare eventi di presentazione libro dal vivo, attenendo un contatto diretto con i tuoi lettori, permettendo il rilascio di autografi personalizzati e via dicendo.

Coprire il pubblico che non ha Internet ed eReaders

Come accennavo prima, purtroppo in Italia il livello di informatizzazione e alfabetizzazione informatica è ancora basso.

Questo vuol dire che ci sono ampie zone ancora non coperte da ADSL e tantissimi italiani che ancora non sono in grado di utilizzare il PC, o sono in grado di farlo solamente per chattare su Facebook o vedere video su Youtube. Senza un’idea di cosa voglia dire acquistare in Rete.

Lo stesso dicasi per il mondo della telefonia mobile. Gli smartphone, per lo più, vengono utilizzati per chattare con What’s up e giocare con Ruzzle, ma non per informarsi o eseguire acquisti in Rete.

Quindi, creare un libro cartaceo vendibile anche nelle librerie fisiche, vuol dire riuscire a raggiungere anche questo tipo di lettori.

Valore percepito e aumento vendite ebook

Infine una chicca. Si tratta di un aspetto psicologico bizzarro ma efficace.

Funziona così: il libro cartaceo, per forza di cose, dovrà costare molto di più di un ebook. Pertanto, mettere in vendita contemporaneamente libri cartacei a 10 euro (tanto per fare un esempio) e versione elettroniche a 2 euro, fa sì che la mente del lettore propenda per l’acquisto dell’ebook.

Questo perché, se fosse stato in vendita solo l’ebook, il lettore avrebbe pensato: “2 euro sono tante, non le spendo per un libro elettronico”.

Con questo confronto, invece, il lettore tende a pensare: “Perché spendere 10 euro per un libro di carta, quando posso leggere le stesse pagine a soli 2 euro con l’ebook?”

Questo bizzarro “corto circuito” della nostra mente è definito come “valore percepito”, in contrapposizione, ovviamente, al “valore reale”.

Il mio consiglio, dunque, è quello di propendere per la pubblicazione di entrambi i formati, specialmente in una Nazione come l’Italia che, sotto il punto di vista tecnologico, deve ancora evolversi parecchio. Purtroppo.

Per ora ti do appuntamento alla prossima…OCCHIO ALLA PENNA!

Roberto Tartaglia

Giornalista e scrittore indipendente. Fondatore di www.viverediscrittura.it, il primo sito per imparare a diventare scrittori indipendenti. Il suo sito personale è www.robertotartaglia.com.

Presente anche su Youtube (https://www.youtube.com/rotartaglia), Facebook (https://www.facebook.com/Roberto.P.Tartaglia), Twitter (https://twitter.com/rotartaglia)  e Google+ (https://plus.google.com/u/0/102819774398765592106/posts).

Correlati

Ti potrebbe interessare anche:

iva sui libri come funziona

Come funziona l’Iva sui libri: il regime fiscale per l’editoria

Partita IVA per chi pubblica un libro Sono ormai quasi 20mila gli autori che scelgono di pubblicare autonomamente un libro, sfruttando l'opzione del...

formato epub3

Che cos’è l’epub3: le potenzialità del formato

Epub3 è l’ultima versione del formato epub, lo standard internazionale per il libro digitale Si tratta di un formato libero (open source), basato su...

biblioteca nazionale

Cosa si intende per deposito legale dei libri?

Con “deposito legale” si intende l’obbligo, stabilito dalla legge, di depositare presso particolari organismi libri e altri documenti Non bisogna, però...

quanto guadagna uno scrittore con il suo libro

Quanto guadagna uno Scrittore?

So che “quanto guadagna uno Scrittore” è la domanda delle domande per chi, come te, scrive e pubblica libri o nutre il sogno di farlo  Domanda che si...

come inserire immagini o citazioni in un testo

Come inserire immagini o citazioni nel tuo libro

Viviamo in un'epoca in cui l'accesso alle risorse è diventato semplicissimo Foto, testi, immagini, anche d'epoca grazie alla digitalizzazione di archivi storici,...

pubblico dominio

I libri di pubblico dominio. Pubblicazione ed aspetti legali nel 2019.

Abbiamo assistito nel corso del 2016 alla "riscoperta" de "Il Piccolo Principe" di Antoine de Saint-Exupéry (1900 - 1944), entrato in pubblico dominio nel...

le regole fiscali nel self publishing

Self-publishing con o senza partita iva? Guida fiscale completa all’auto-pubblicazione

Con oltre 3 milioni di copie distribuite nel mondo, 3 milioni in diritti d’autore versati ad oltre 19000 autori, una delle domande più frequenti che ci viene...

vendere il libro da Feltrinelli

Come pubblicare e vendere un libro su LaFeltrinelli.it?

LaFeltrinelliit è uno dei più importanti e conosciuti bookstore on-line a livello nazionale Grazie al suo vastissimo catalogo e alla grande attenzione alle...

codice isbn libri

Codice ISBN: cos’è e a cosa serve il codice a barre in un libro?

Cos'è il codice ISBN E come è possibile ottenere il codice ISBN in maniera gratuita Il codice ISBN è importante anche nel self-publishing L'acronimo ISBN...

come pubblicare un libro per diventare scrittori in 10 passi

Come pubblicare un libro: 10 semplici passi per diventare Scrittori

Se stai leggendo questo post significa che hai scritto un libro, vorresti pubblicarlo ma non sai da dove iniziare Questa guida ti fornirà il meglio...

9 cose che devi sapere prima di Pubblicare un Libro con Amazon KDP

Amazon KDP è la soluzione di Amazon per il selfpublishing Se sei curioso o stai valutando l’idea di pubblicare il tuo libro con Amazon KDP, questo articolo è...

pubblicare con amazon in esclusiva

Perché non conviene pubblicare in esclusiva con Amazon

Conviene dare ad Amazon l'esclusiva della distribuzione del proprio libro per vendere di più Ma si guadagna davvero di più Ecco un'analisi completa per...

pubblicare un libro con codice isbn

Pubblicare un libro con il codice ISBN: ecco tutto ciò che devi sapere

Pubblicare il proprio libro con un codice ISBN non è solo altamente consigliato, ma è obbligatorio per poter vendere l'opera in libreria e sugli store online...

2 Commenti

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.