Pubblicare

Del perché scegliere il selfpublishing

3 minuti di lettura

Come usare facebook per promuovere un libroQuanto gli autori devono sentirsi coinvolti nella crisi che attraversa l’editoria tradizionale? E ancor di più, quanto devono sentirsene responsabili gli autori autopubblicati?

E’ questo il dibattito che occupa le pagine dei principali magazine di settore dopo le dichiarazioni rilasciate dalla scrittrice Ann Patchett, in occasione della Settimana delle Librerie Indipendenti.

Ci sono persone che vogliono mettere i libri su Amazon, perché non possono ottenere offerte editoriali e questo è comprensibile. Ma ci sono alcuni autori, che potrebbero pubblicare nel mainstream, ma cercando di fare più soldi, pensano che il modo migliore sia quello di autopubblicare. Questi stanno tagliando fuori i servizi dell'”uomo medio” di cui hanno veramente bisogno, come ad esempio l’editor e il pubblicista.

Le razioni dei colleghi della Patchett sono state davvero scatenate. In molti hanno sollevato dubbi circa la reale “buona cura” che gli editori avrebbero dimostrato nei confronti degli autori, visto lo scarso peso contrattuale che è stato concesso loro fino ad oggi; non si spiegherebbe altrimenti la scelta di migrare verso l’auto-pubblicazione o comunque verso percorsi alternativi di pubblicazione.

Non si tratta di avidità finanziaria, ma della volontà di scavalcare un sistema, che una volta conosciuto, viene percepito come elitario, guidato dalle scelte di pochi.

Perché gli autori scelgono di auto-pubblicarsi

Chi sceglie il self-publishing lo fa fondamentalmente per avere:

maggiore libertà nella scelta dei servizi (editing, marketing, conversione al digitale) e nella gestione dei canali di distribuzione.

maggiore accessibilità ai contenuti, per la modifica e l’aggiornamento continuo.

maggiore trasparenza dei conti, grazie al controllo diretto dei prezzi, ai pagamenti mensili e al controllo dei dati di vendita; senza contare la possibilità di ottenere le royalty più alte possibili.

Quindi, se è vero che pubblicare con un editore tradizionale comporta i suoi benefici in termini di visibilità e un certo grado di sicurezza sotto il profilo economico, il self-publishing concede a coloro, che sono disposti a mettersi in gioco, una libertà che un accordo tradizionale negherebbe.

La scelta spetta infine soltanto all’autore, che in ogni caso dovrebbe essere in grado di valutare la sua opera in base alle tendenze del mercato, capire cioè quanto essa sia appetibile per l’editoria tradizionale o forse più adatta ad intraprendere percorsi alternativi. Le due modalità di pubblicazione non si escludono a vicenda e sono sempre di più gli autori che sperimentano modelli ibridi. La stessa Patchett ha pubblicato con successo un suo “Single” su Kindle.

Tu come pubblicherai il tuo libro?

Correlati

Ti potrebbe interessare anche:

come funziona iva sui libri regime fiscale

Come funziona l’Iva sui libri: il regime fiscale per l’editoria

Partita IVA per chi pubblica un libro Sono ormai quasi 20mila gli autori che scelgono di pubblicare autonomamente un libro, sfruttando l'opzione del...

Che cos’è l’epub3: le potenzialità del formato

Epub3 è l’ultima versione del formato epub, lo standard internazionale per il libro digitale Si tratta di un formato libero (open source), basato su linguaggi...

biblioteca nazionale

Cosa si intende per deposito legale dei libri?

Con “deposito legale” si intende l’obbligo, stabilito dalla legge, di depositare presso particolari organismi libri e altri documenti Non bisogna, però...

quanto guadagna uno scrittore con il suo libro

Quanto guadagna uno Scrittore?

So che “quanto guadagna uno Scrittore” è la domanda delle domande per chi come te scrive e pubblica libri o nutre il sogno di farlo  Domanda che...

pubblico dominio

I libri di pubblico dominio. Pubblicazione ed aspetti legali nel 2019.

Abbiamo assistito nel corso del 2016 alla "riscoperta" de "Il Piccolo Principe" di Antoine de Saint-Exupéry (1900 - 1944), entrato in pubblico dominio nel...

Come inserire immagini o citazioni nel tuo libro

Viviamo in un'epoca in cui l'accesso alle risorse è diventato semplicissimo Foto, testi, immagini, anche d'epoca grazie alla digitalizzazione di archivi storici,...

javascript

Epub interattivi con Javascript

Ultima ma non meno importante novità introdotta da epub3 riguarda la possibilità di ricorrere al linguaggio di programmazione Javascript per realizzare ebook...

Come pubblicare e vendere un libro su LaFeltrinelli.it?

LaFeltrinelliit è uno dei più importanti e conosciuti bookstore on-line a livello nazionale Grazie al suo vastissimo catalogo e alla grande attenzione alle...

Self-publishing con o senza partita iva? Guida fiscale completa all’auto-pubblicazione

Con oltre 3 milioni di copie distribuite nel mondo, 2,2 milioni in diritti d’autore versati ad oltre 18000 autori, una delle domande più frequenti che ci viene...

formati di stampa

Self-publishing: scegliere il giusto formato del libro

Scegliere la dimensione dei libri è molto importante per uno scrittore che si autopubblica Prima di descrivere i principali formati di stampa, premettiamo che...

come pubblicare un libro per diventare scrittori in 10 passi

Come pubblicare un libro: 10 semplici passi per diventare Scrittori

Se stai leggendo questo post significa che hai scritto un libro, vorresti pubblicarlo ma non sai da dove iniziare Questa guida ti fornirà il meglio...

codice isbn libri

Codice ISBN: cos’è e a cosa serve il codice a barre in un libro?

Cos'è il codice ISBN E come è possibile ottenere il codice ISBN in maniera gratuita Il codice ISBN è importante anche nel self-publishing L'acronimo ISBN...

pubblicare con amazon in esclusiva

Perché non conviene pubblicare in esclusiva con Amazon

Dare ad Amazon l'esclusiva della vendita del proprio libro per vendere di più Ma si guadagna davvero di più Ecco un'analisi completa per guidarti alla...

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.