Pubblicare

Gli audiolibri sono il banco di prova di ogni scrittore, parola di Stephen King

3 minuti di lettura

Era il 2007 quando il re della suspense usciva con questo articolo sulle pagine di Entertainment Weekly a difesa degli audiolibri. Alle critiche dei “puristi della carta”, King risponde con una serie di argomentazioni che restano valide anche a quasi 10 anni di distanza, e dopo tutti i cambiamenti apportati dal digitale. Ecco perché voglio proporvene alcuni estratti.

“Alcuni critici sostengono che l’ascolto di audiolibri non è lettura. Non potrei essere più in disaccordo. In qualche modo, l’audio perfeziona la lettura.”

“Dicono che se c’è qualcosa che non si capisce in un libro, si può sempre tornare indietro e leggere di nuovo (sembra non abbiano mai sentito parlare di riavvolgimento, o non riescono a trovare il pulsante sui loro lettori). Bloom ha detto che la lettura profonda richiede il testo di fronte a voi. Ecco un uomo che chiaramente non ha mai ascoltato una storia intorno al fuoco.

“Ci sono dei difetti negli audiolibri, certo. E’ fastidioso quando un cattivo narratore viene accoppiato ad un buon libro (un destino che ha colpito ogni appassionato di audiolibri almeno una volta). Più fastidioso è quando hai un certo libro in mente, ma non lo riesci a trovare in vendita, una cosa che succede spesso.

“Peggio di tutto? I Compendi. Odio i compendi. I compendi dovrebbero essere messi fuori legge. Sono la Diet Coke della letteratura.

“Ma quando queste cose sono buone, sono davvero buone. Un romanzo di Charles Dickens letto dal compianto David Case è qualcosa in cui puoi quasi sprofondare. La tensione diventa ancora più tesa, specialmente nelle mani di un buon lettore, perché l’occhio non può saltare avanti e vedere cosa succede dopo. Quando ho sentito Kathy Bates leggere “Il silenzio degli innocenti” (un compendio, ahimè), stavo guidando di notte e ha dovuto spegnere il lettore CD, anche se sapevo come andava a finire la storia. Era la sua voce, così bassa e intima e in qualche modo conosciuta, a terrorizzarmi.

“Conoscevo ancora meglio il racconto “1408”, perché non solo l’ho scritto, l’ho registrato. Eppure, non ero preparato allo squillo di trombe che il regista aveva aggiunto alla fine della storia. Mi è schizzato il cuore dal petto e ho strappato le cuffie dalle orecchie. E’ stato come una vera puntura.

C’è anche questo: l’audio è spietato. Evidenzia ogni cattiva frase, metafora mal riuscita, e la scelta sbagliata delle parole. (Ascolta un romanzo di Tom Clancy, e non vorrai mai, mai leggerne un altro. Non sarai mai in grado di guardarne un altro senza esitare). Non sempre leggendo un lavoro di scrittura mi chiedo come sarebbe sul grande schermo, ma mi chiedo sempre come suonerà. Perché la parola parlata è il banco di prova. Non lo chiamano storytelling per niente”.

Stephen King on why he loves a good audiobookEW.com

Correlati

Ti potrebbe interessare anche:

come funziona iva sui libri regime fiscale

Come funziona l’Iva sui libri: il regime fiscale per l’editoria

Partita IVA per chi pubblica un libro Sono ormai quasi 20mila gli autori che scelgono di pubblicare autonomamente un libro, sfruttando l'opzione del...

biblioteca nazionale

Cosa si intende per deposito legale dei libri?

Con “deposito legale” si intende l’obbligo, stabilito dalla legge, di depositare presso particolari organismi libri e altri documenti Non bisogna, però...

i segreti per creare il titolo perfetto

I 4 Segreti per Creare il Titolo Perfetto per il Tuo Libro

I segreti per creare il titolo perfetto è il tema che tratterò oggi in questo post Si tratta di uno degli argomenti più discussi e più importanti tra gli...

Self-publishing con o senza partita iva? Guida fiscale completa all’auto-pubblicazione

Con oltre 3 milioni di copie distribuite nel mondo, 2,2 milioni in diritti d’autore versati ad oltre 18000 autori, una delle domande più frequenti che ci viene...

Come inserire immagini o citazioni nel tuo libro

Viviamo in un'epoca in cui l'accesso alle risorse è diventato semplicissimo Foto, testi, immagini, anche d'epoca grazie alla digitalizzazione di archivi storici,...

quanto costa pubblicare il tuo libro

Quanto costa pubblicare un libro? La guida pratica e completa

Una delle prime domande che ti porrai giunto a questo punto è: quanto costa pubblicare il mio libro Purtroppo sono costretto a correggerti e dirti che la domanda...

Come pubblicare e vendere un libro su LaFeltrinelli.it?

LaFeltrinelliit è uno dei più importanti e conosciuti bookstore on-line a livello nazionale Grazie al suo vastissimo catalogo e alla grande attenzione alle...

Come scegliere la giusta categoria per il tuo libro

Pubblicare il libro in una categoria specifica (ed eventuali sotto-categorie affini), è fondamentale per dare al tuo libro la corretta visibilità di cui ha...

pubblico dominio

I libri di pubblico dominio. Pubblicazione ed aspetti legali nel 2019.

Abbiamo assistito nel corso del 2016 alla "riscoperta" de "Il Piccolo Principe" di Antoine de Saint-Exupéry (1900 - 1944), entrato in pubblico dominio nel...

Che cos’è l’epub3: le potenzialità del formato

Epub3 è l’ultima versione del formato epub, lo standard internazionale per il libro digitale Si tratta di un formato libero (open source), basato su linguaggi...

quanto guadagna uno scrittore con il suo libro

Quanto guadagna uno Scrittore?

So che “quanto guadagna uno Scrittore” è la domanda delle domande per chi come te scrive e pubblica libri o nutre il sogno di farlo  Domanda che...

è il momento giusto per pubblicare un libro

8+1 Motivi per cui è il momento Migliore per Scrivere e Pubblicare un Libro

Non è mai esistito un momento migliore nella storia dell'editoria per Scrivere e Pubblicare un libro e ti dimostrerò perché Questo post è per chi si...

Come scegliere la rilegatura di un libro? Ecco le tecniche più usate

Come la trama lega insieme le parti di un racconto, dando un senso logico al testo e al suo svolgimento, così la rilegatura unisce «fisicamente» le pagine di...

1 Commento

Rispondi a Anonimo Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *