Self-publishing Ambassador

Self-publishing Ambassador: Guido Cimurro racconta la sua esperienza

4 minuti di lettura 4 Commenti

GuidocimurroSiamo felici di pubblicare un nuovo post nella rubrica Self-publishing Ambassador dedicata al racconto delle esperienze dirette di autori e autrici che hanno scelto il self-publishing per pubblicare le loro opere. Le esperienze sono raccontate senza filtri, cercando di capire le ragioni che hanno spinto alla scelta dell’auto-pubblicazione e cercando di estrapolare da queste esperienze consigli e suggerimenti per chi si appresta a pubblicare il proprio libro per la prima volta.

L’intervista di questa settimana riguarda Guido Cimurro e la sua opera “Scintilla di Vita” per lungo tempo tra i best-seller di Youcanprint.it. Di seguito troverete l’intervista completa.

Cominciamo con il presentarla ai lettori del Blog di Youcanprint: chi è Guido Cimurro e come nasce la sua idea di scrivere un libro sulla gravidanza?

Sono un farmacista e per passione gestisco da qualche anno il portale sulla salute https://www.farmacoecura.it questo sito ha l’obiettivo di fare divulgazione medica che sia davvero accessibile e comprensibile a tutti ed uno degli argomenti che più spesso portavano le lettrici a scrivermi erano le difficoltà incontrate nella ricerca di gravidanza.

Poiché anche per motivi personali avevo approfondito questi temi, è stato naturale provare a raccogliere tutto ciò che può realmente aumentare le possibilità di successo, scremando i tanti falsi miti che illudono e confondono le future mamme.

Si dice che uno scrittore dovrebbe essere capace di descrivere in poche battute il suo libro per riuscire ad agganciare i lettori. Qual è il suo gancio? Cosa potranno apprendere, più di quanto non sappiano, i lettori, o meglio le lettrici leggendo il suo libro? 

Lo scopo è stato raccogliere in un unico testo tutto ciò che è possibile fare in modo naturale per aumentare la propria fertilità e quella del partner, evitando di dover navigare per ore tra forum, portali e siti di dubbia affidabilità in cui può essere difficile capire cosa sia utile e cosa invece inutile o, peggio, controproducente.

Perché ha scelto il self-publishing e quale è stato il percorso che l’ha condotta alla scelta di pubblicare proprio con Youcanprint? 

Il self publishing è stata una scelta naturale dettata dalla volontà di gestire velocemente ed autonomamente le fasi di pubblicazione; dopo aver valutato le diverse offerte in rete ho scelto Youcanprint soprattutto per la varietà di canali di vendita che mi avrebbe permesso di raggiungere.

Quali sono le tecniche di promozione che ha messo in campo per far conoscere il suo libro ai lettori? Ha seguito un piano ben preciso? E che ruolo ha avuto Youcanprint? Insomma, le va di svelarci qualche segreto? 

Il sito che gestisco è stato un grosso vantaggio perchè avevo già una presenza conosciuta in rete, ma per l’occasione ho lanciato un secondo sito dedicato esclusivamente al libro (https://www.perrimanereincinta.com) che mi permette di intercettare il pubblico interessato. È molto importante sottolineare che non si tratta solo di una paginetta vetrina, ma di un progetto che prevede

  1. Un lavoro di posizionamento sui motori di ricerca attraverso dei contenuti validi e realmente utili per chi lo visita;
  2. La volontà di meritare la fiducia delle lettrici attraverso la disponibilità a rispondere ad ogni loro domanda, anche se questo significa rendere pubblici molti dei concetti raccolti nell’opera pubblicata.

Le sue aspettative sono state soddisfatte? 

Ampiamente, soprattutto dal punto di vista umano ho avuto un riscontro inaspettato da parte di chi ha letto il libro.

Alla luce dei risultati raggiunti, quali sono adesso i suoi obiettivi?

Ho iniziato a ragionare sulla prossima opera da pubblicare, con la volontà di continuare a lavorare su quanto fatto finora per essere all’altezza della fiducia di lettrici e visitatori dei siti che gestisco.

Cosa consiglierebbe agli scrittori che pensano di intraprendere il suo stesso percorso?

Sono un neofita come autore cartaceo e quindi non ho la presunzione di essere a conoscenza di segreti, ma credo che due aspetti in particolare siano stati fondamentali nel mio percorso:

  1. L’attenzione ai dettagli (lo sviluppo della copertina affidata ad un grafico professionista, la redazione dell’opera con una certa attenzione all’aspetto tipografico, la scelta seguire i consigli del Servizio Clienti di Youcanprint per le decisioni su cui non ho competenze, …).
  2. Lo sviluppo di un progetto editoriale a lungo termine in cui, data anche la tematica trattata, la sensibilità ed il rispetto delle lettrici vengono prima di ogni altro obiettivo.

 

Intervista a cura di Sonia Lombardo.

Correlati

Ti potrebbe interessare anche:

Laura Latini: “Leggere e scrivere, un piacere e un modo per imparare a riflettere”

Salve, mi chiamo Laura Latini Sono nata a Venezia ed ora vivo nella vicina Mestre Felicemente sposata, ho due figli e due nipoti, ai quali sono molto...

Manuela Vitale: “Scrivere è il mio momento di libertà”

Dopo la pubblicazione del mio romanzo “Fin sopra l’amore” (in cartaceo e in ebook) la domanda che mi pongono di frequente è: “Dove trovi il tempo per...

Susanna Pirola e le avventure di Caffè & Latte

Sono Susanna, mamma di due bambine, e come tutte le mamme so che il momento della nanna è magico e delicato allo stesso tempo I nostri bambini hanno tante...

Le storie dei nostri Autori: intervista a Concesion Gioviale

Perché hai cominciato a scrivere C’è un momento o un episodio nella tua memoria che puoi ricollegare al momento in cui hai deciso di voler iniziare a...

“La scrittura, una passione arrivata all’improvviso”. L’autrice Angela De Tommaso si racconta

Ciascuno di noi ha dei sogni nel cassetto e non è vero che non si realizzano Quando meno te lo aspetti qualcosa accade, basta sperare e non arrendersi mai Il mio...

Self-publishing Ambassador: Simone Iuliano racconta la sua esperienza

Pubblichiamo un nuovo post nella rubrica Self-publishing Ambassador, dedicata al racconto diretto delle esperienze di autori e autrici che hanno scelto il...

Il diario nato grazie a un pacco di vecchie lettere: Roberto Cigardi e la sua esperienza nel self-publishing

Il “colpevole” dell’inizio di questa esperienza è stato il raduno nazionale, nel maggio del 2011, degli ex allievi ufficiali di fanteria della caserma...

Il bisogno di raccontare una propria storia: Arnaldo Baguzzi racconta la sua esperienza di selfpublishing

Penso che a qualunque età possa succedere di avvertire il bisogno di raccontare una propria storia: io ho aspettato di avere cinquant’anni Non l’ho deciso, è...

L’autore Andrea Romoli recensito su LiberoQuotidiano.it

Le opere dell'autore Youcanprint Andrea Romoli sono state recensite su Libero, testata giornalistica italiana fondata nel 200 da Vittorio Feltri Il giornalista...

Cesarino Bellini Artioli e il selfpublishing. “Vi racconto il mio personaggio”

Gli autori parlano molto volentieri della genesi della propria opera, io non sono da meno, lasciate che vi presenti il personaggio principale È attraverso di lui...

Franco Vecchi e il suo ebook sul vino: il racconto dell’autore

Mi chiamo Vecchi, Franco Vecchi vi ricorda qualcosa Poco originale ma non sapevo proprio come iniziare Ho sempre avuto l’hobby dell’hobby, vuol dire che fin da...

L’autore Steed Gamero vince il Premio Letterario Camaiore

Pubblichiamo un articolo di Roberto Malini sul libro di Steed Gamero "I ragazzi della casa del Sole", pubblicato da Youcanprint in coedizione con Lavinia...

Elia Esposito, il booktrailer di “Bassa Frequenza” premiato al Trailers FilmFest

L'autore Elia Esposito è stato premiato al Trailers FilmFest per il booktrailer della sua opera "Bassa Frequenza", pubblicata nel 2015 in cartaceo ed ebook con...

4 Commenti

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.