Self-publishing Ambassador

Entrare in un confessionale foderato di specchi: l’esperienza di selfpublishing di Augusto Galli

3 minuti di lettura

Augusto-galliRaccontare la propria storia alla cara tribù di Youcanprint è un pò come entrare in un confessionale foderato di specchi: ogni parola, ogni immagine rinvia ad un altra in un gioco di cui non è certo il risultato, né il sapore. Potrebbe essere amarognolo e leggermente speziato? D’altra parte, occorre dirlo (si è all’interno di un confessionale..) c’è nell’invito un subdolo profumo di autocelebrazione cui sarebbe difficile resistere. Per quanto riguarda la mia vicenda, anche una non banale occasione di fare i conti con tanto passato e, forse, una breve striscia di futuro.

Come in ogni storia che si rispetti, occorre partire dall’inizio. Compivo i sedici anni quando mio padre mi regalò una Lettera 22 Olivetti, “.. per la scuola – disse – e per qualcosa d’altro”.  Sicuramente abbracciai con entusiasmo la seconda parte della frase e inizia a darci dentro. Era il 1950, l’editore Guanda aveva appena messo in circolazione le opere di Garcia Lorca  e Mondadori rilanciava i grandi della letteratura americana moderna nelle impareggiabili traduzioni di Vittorini.  Dovevo a tutti i costi misurarmi con essi: impennate di scriteriato orgoglio che furoreggiano solo a quella beata età.

Seguirono centinaia di fogli, spediti senza vergogna alla Fiera Letteraria  di Cardarelli e perfino al domicilio di Camillo Sbarbaro.  Le stroncature furono, nell’ordine: potenti, severe ed affettuose. ( Affettuose da Sbarbaro, che ebbi in seguito l’impudenza giovanile di andare a stanare in quel di Spotorno, ma questa è un’altra storia).

Molti anni dopo, sui settanta, varie vicende mi condussero a “rileggermi” e procedere ad una totale epurazione verso il cestino della carta straccia. Pure il batterio era ormai inoculato, così – poco alla volta – travasai nel computer una trentina di libri, racconti e poesie, che senza me ne accorgessi avevano preso stabile dimora nella testa. Che farne? A quel punto i figlioli urgevano: provare ancora la via della supplica all’editore di turno, l’umiliazione del sicuro rifiuto?

Invece, arriva un nuovo scatto d’orgoglio di cui non mi sono mai pentito, del quale tuttora sono lietissimo,  felice idea giunta frugando su Internet: Youcanprint. Mi ha accolto nella sua organizzazione, mi ha permesso di fare solida carta di pensieri tanto a lungo macerati e rivisitati.

Adoro le ragazze e i ragazzi di Youcanprint pur non conoscendoli che per firme su e-mail, ogni tanto mi vien voglia di salire su un treno fino a Tricase e correre ad abbracciarli tutti, ma la campana degli ottanta per me sta suonando, forse basteranno queste poche righe.

Lo affermo, un pò commosso e un pò sorridendo: l’intero staff di Youcanprint mi ha restituito con i suoi agili e sempre più avanzati strumenti di auto pubblicazione una fertile, seconda giovinezza.

Auguriamoci reciprocamente: buon lavoro!, simpatici e bravi ragazze e ragazzi di Youcanprint.

Augusto Galli

Ecco tutte le opere pubblicate da Augusto Galli con Youcanprint:

Correlati

Ti potrebbe interessare anche:

Laura Latini: “Leggere e scrivere, un piacere e un modo per imparare a riflettere”

Salve, mi chiamo Laura Latini Sono nata a Venezia ed ora vivo nella vicina Mestre Felicemente sposata, ho due figli e due nipoti, ai quali sono molto...

Le storie dei nostri Autori: intervista a Concesion Gioviale

Perché hai cominciato a scrivere C’è un momento o un episodio nella tua memoria che puoi ricollegare al momento in cui hai deciso di voler iniziare a...

Manuela Vitale: “Scrivere è il mio momento di libertà”

Dopo la pubblicazione del mio romanzo “Fin sopra l’amore” (in cartaceo e in ebook) la domanda che mi pongono di frequente è: “Dove trovi il tempo per...

Susanna Pirola e le avventure di Caffè & Latte

Sono Susanna, mamma di due bambine, e come tutte le mamme so che il momento della nanna è magico e delicato allo stesso tempo I nostri bambini hanno tante...

Self-publishing Ambassador: Simone Iuliano racconta la sua esperienza

Pubblichiamo un nuovo post nella rubrica Self-publishing Ambassador, dedicata al racconto diretto delle esperienze di autori e autrici che hanno scelto il...

“La scrittura, una passione arrivata all’improvviso”. L’autrice Angela De Tommaso si racconta

Ciascuno di noi ha dei sogni nel cassetto e non è vero che non si realizzano Quando meno te lo aspetti qualcosa accade, basta sperare e non arrendersi mai Il mio...

L’autore Andrea Romoli recensito su LiberoQuotidiano.it

Le opere dell'autore Youcanprint Andrea Romoli sono state recensite su Libero, testata giornalistica italiana fondata nel 200 da Vittorio Feltri Il giornalista...

Il diario nato grazie a un pacco di vecchie lettere: Roberto Cigardi e la sua esperienza nel self-publishing

Il “colpevole” dell’inizio di questa esperienza è stato il raduno nazionale, nel maggio del 2011, degli ex allievi ufficiali di fanteria della caserma...

Il bisogno di raccontare una propria storia: Arnaldo Baguzzi racconta la sua esperienza di selfpublishing

Penso che a qualunque età possa succedere di avvertire il bisogno di raccontare una propria storia: io ho aspettato di avere cinquant’anni Non l’ho deciso, è...

Franco Vecchi e il suo ebook sul vino: il racconto dell’autore

Mi chiamo Vecchi, Franco Vecchi vi ricorda qualcosa Poco originale ma non sapevo proprio come iniziare Ho sempre avuto l’hobby dell’hobby, vuol dire che fin da...

Cesarino Bellini Artioli e il selfpublishing. “Vi racconto il mio personaggio”

Gli autori parlano molto volentieri della genesi della propria opera, io non sono da meno, lasciate che vi presenti il personaggio principale È attraverso di lui...

L’autore Steed Gamero vince il Premio Letterario Camaiore

Pubblichiamo un articolo di Roberto Malini sul libro di Steed Gamero "I ragazzi della casa del Sole", pubblicato da Youcanprint in coedizione con Lavinia...

Elia Esposito, il booktrailer di “Bassa Frequenza” premiato al Trailers FilmFest

L'autore Elia Esposito è stato premiato al Trailers FilmFest per il booktrailer della sua opera "Bassa Frequenza", pubblicata nel 2015 in cartaceo ed ebook con...

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.