Self-publishing Ambassador

“Ho scelto l’autopubblicazione e mi sono affidata a Youcanprint”. Il racconto di Barbara Martinucci

3 minuti di lettura

barbara-martinucciPiù che parlare di me stessa, dove sono nata oppure dove vivo, preferisco spiegarvi perché amo scrivere, come mai ho deciso di pubblicare il mio primo romanzo con Youcanprint e perché ho voluto raccontare una storia che parla di adolescenti.

Ho cominciato a scrivere a quindici anni. All’epoca ero un’adolescente introversa che camminava a testa bassa per paura di incrociare lo sguardo degli altri. Ascoltare musica in cuffia poteva essere una comoda via di fuga, ma non mi bastava, volevo raccontare le storie che mi sarebbe piaciuto vivere. Così è iniziato il mio percorso, durato fino al raggiungimento della maggiore età. Non ho mai inviato quei racconti grezzi e un po’ ingenui alle case editrici, ero troppo insicura e timida per credere nella realizzazione del mio sogno.

Poi ho iniziato a lavorare, e qualcosa si è perso. Non avevo più idee, né voglia di metterle nero su bianco. Scrivere poesie ha sostituito, per molto tempo, l’intuizione di una trama, la costruzione del racconto, la struttura del personaggio.

Mi è capitato di incontrare l’amore. Quel sentimento folle, totalizzante, capace di farti riscoprire i sogni, anche quelli accantonati troppo in fretta. Sono tornata a scrivere, senza indugi, regalando quei brevi racconti alla persona che in quel momento significava tutto per me.

Purtroppo anche i grandi amori finiscono, prima o poi.

La scrittura venne nuovamente accantonata, stavolta per un periodo lunghissimo, sostituita da altre passioni. Ascoltare musica, vedere film, leggere libri, conoscere persone.

Poi inciampo in un libro, che pur non essendo un capolavoro riesce ad emozionarmi genuinamente e sento nascere dentro, impellente, la voglia di provarci di nuovo. E stavolta so che andrò fino in fondo, che non lascerò niente al caso, che in un modo o nell’altro il mio libro lo pubblicherò.

Dopo vari tentativi andati a vuoto, decido di tentare la strada dell’autopubblicazione e scelgo di farlo con Youcanprint. Invio una foto che ho scattato al mare e la trasformano nella copertina del mio libro, sono gentili e pazienti, per farla breve non ci vuole molto a veder trasformate 138 pagine scritte in formato Word in un ebook /epub in vendita negli store più importanti.

Nonostante non abbia venduto tantissime copie, vorrei ringraziare chiunque abbia deciso di darmi fiducia, attratto dalla copertina del libro o dalla sua sinossi. Spero di cuore che vi sia piaciuto. Il motivo per cui ho scelto di scrivere un romanzo che parla di quattro diciassettenni è lo stesso che mi ha spinto ad iniziare questo percorso. Volevo raccontare una storia e dedicarla all’adolescente introversa e insicura che sono stata. Confesso che penso a lei ogni tanto, con un pizzico di nostalgia.

Barbara Martinucci


Puoi acquistare “Sotto lo stesso cielo” di Barbara Martinucci cliccando qui.

Correlati

Ti potrebbe interessare anche:

Laura Latini: “Leggere e scrivere, un piacere e un modo per imparare a riflettere”

Salve, mi chiamo Laura Latini Sono nata a Venezia ed ora vivo nella vicina Mestre Felicemente sposata, ho due figli e due nipoti, ai quali sono molto...

Le storie dei nostri Autori: intervista a Concesion Gioviale

Perché hai cominciato a scrivere C’è un momento o un episodio nella tua memoria che puoi ricollegare al momento in cui hai deciso di voler iniziare a...

Manuela Vitale: “Scrivere è il mio momento di libertà”

Dopo la pubblicazione del mio romanzo “Fin sopra l’amore” (in cartaceo e in ebook) la domanda che mi pongono di frequente è: “Dove trovi il tempo per...

Susanna Pirola e le avventure di Caffè & Latte

Sono Susanna, mamma di due bambine, e come tutte le mamme so che il momento della nanna è magico e delicato allo stesso tempo I nostri bambini hanno tante...

Self-publishing Ambassador: Simone Iuliano racconta la sua esperienza

Pubblichiamo un nuovo post nella rubrica Self-publishing Ambassador, dedicata al racconto diretto delle esperienze di autori e autrici che hanno scelto il...

“La scrittura, una passione arrivata all’improvviso”. L’autrice Angela De Tommaso si racconta

Ciascuno di noi ha dei sogni nel cassetto e non è vero che non si realizzano Quando meno te lo aspetti qualcosa accade, basta sperare e non arrendersi mai Il mio...

L’autore Andrea Romoli recensito su LiberoQuotidiano.it

Le opere dell'autore Youcanprint Andrea Romoli sono state recensite su Libero, testata giornalistica italiana fondata nel 200 da Vittorio Feltri Il giornalista...

Il diario nato grazie a un pacco di vecchie lettere: Roberto Cigardi e la sua esperienza nel self-publishing

Il “colpevole” dell’inizio di questa esperienza è stato il raduno nazionale, nel maggio del 2011, degli ex allievi ufficiali di fanteria della caserma...

Il bisogno di raccontare una propria storia: Arnaldo Baguzzi racconta la sua esperienza di selfpublishing

Penso che a qualunque età possa succedere di avvertire il bisogno di raccontare una propria storia: io ho aspettato di avere cinquant’anni Non l’ho deciso, è...

Franco Vecchi e il suo ebook sul vino: il racconto dell’autore

Mi chiamo Vecchi, Franco Vecchi vi ricorda qualcosa Poco originale ma non sapevo proprio come iniziare Ho sempre avuto l’hobby dell’hobby, vuol dire che fin da...

Cesarino Bellini Artioli e il selfpublishing. “Vi racconto il mio personaggio”

Gli autori parlano molto volentieri della genesi della propria opera, io non sono da meno, lasciate che vi presenti il personaggio principale È attraverso di lui...

L’autore Steed Gamero vince il Premio Letterario Camaiore

Pubblichiamo un articolo di Roberto Malini sul libro di Steed Gamero "I ragazzi della casa del Sole", pubblicato da Youcanprint in coedizione con Lavinia...

Elia Esposito, il booktrailer di “Bassa Frequenza” premiato al Trailers FilmFest

L'autore Elia Esposito è stato premiato al Trailers FilmFest per il booktrailer della sua opera "Bassa Frequenza", pubblicata nel 2015 in cartaceo ed ebook con...

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.