Vuoi che la tua scrittura si distingua? Sviluppala

5 semplici consigli su come sviluppare la tua voce nella scrittura

Leggendo il libro “Find Your Artistic Voice” di Lisa Congdon, ho capito cosa distingue alcuni scrittori. Hanno una voce ben distinta! Analogamente, il tuo modo unico di guardare il mondo e le tue esperienze possono diventare la tua voce artistica che ti distingue dagli altri scrittori.

Cos’è una voce artistica?

Lisa Congdon scrive:

La voce artistica è il tuo punto di vista come artista. Include il tuo stile particolare […], la tua abilità, il tuo argomento, il tuo mezzo e la coerenza con cui usi tutte queste cose. Riflette la tua prospettiva unica, esperienza di vita, identità e valori, ed è un riflesso di ciò che conta per te. In definitiva, è ciò che rende il tuo lavoro tuo, ciò che distingue il tuo lavoro e ciò che lo rende diverso da quello di tutti gli altri, anche dagli artisti il ​​cui lavoro è simile. (Da “Trova la tua voce artistica: la guida essenziale per lavorare sulla tua magia creativa”, pag. 12)

Come sviluppare la tua voce nella scrittura?

Prima di tutto, probabilmente hai già una particolare voce di scrittura, perché hai di scrivere, o almeno hai un’idea di cosa vuoi scrivere. Ma forse non hai ancora realizzato il pieno potenziale della tua espressione, e magari alcune delle tue idee hanno bisogno di maturare ancora un po’.

1. Esperienza

Prima di tutto, la tua voce si sviluppa attraverso l’esperienza. E qui non intendo solo l’esperienza nella scrittura stessa, anche se questa è una parte importante di essa.

Intendo anche esperienza di vita. Sai come a volte è difficile parlare con chiarezza dei momenti intensi della propria vita subito dopo che sono accaduti?

Questo perché hai bisogno di tempo per elaborare ciò che è successo. Non puoi analizzare oggettivamente il tuo comportamento una settimana dopo un divorzio difficile (per esempio).

Oppure valutare tutto ciò che hai imparato all’università il giorno dopo la laurea. 

Ci vuole tempo per apprezzare e comprendere appieno l’impatto delle esperienze che abbiamo avuto.

Quando le cose sono recenti e ancora presenti nella nostra mente, le emozioni si scaldano ed è difficile sapere cosa sia cosa. È qui che entra in gioco l’esperienza.

Col tempo inizierai a vedere schemi nel tuo comportamento, nelle tue relazioni e nel mondo in generale. Ad esempio, potresti renderti conto di come vivere un anno all’estero in un posto con una cultura diversa dalla tua, abbia cambiato il tuo atteggiamento nei confronti della tua cultura d’origine.

Potresti pensare che questo realizzare, questo renderti conto, sia qualcosa che avviene a prescindere, qualcosa di oggettivo, ma non è così. È il tuo modo! È così che vedi il mondo, in un modo unico per la tua personalità e la tua esperienza.

In definitiva, questa prospettiva personale è ciò di cui scriverai e diventerà la tua voce.

È importante aggiungere qui che non è necessario scrivere sempre di cose che ti sono accadute (altrimenti potresti scrivere solo una volta ai 100 anni e sei pieno di esperienza!).

Potresti trarre ispirazione da altre persone vicine a te, che hanno vissuto eventi interessanti o anche personaggi famosi, le cui vite ti parlano. Il modo in cui questi eventi ti ispirano e ciò che hai da dire su di loro è ancora una volta la tua voce!

2. Scrivi da una prospettiva personale

Vedo spesso consigli sulla scrittura che dicono che dovresti citare la ricerca e il lavoro di altre persone per corroborare le tue affermazioni. Questo è un buon consiglio se stai facendo divulgazione su un argomento scientifico molto specifico, o se stai usando il lavoro di qualcun altro come ispirazione, come ho fatto io citando all’inizio di questo articolo Lisa Congdon.

Ma se stai cercando di rimanere obiettivo, senza portare la tua prospettiva sul pezzo, non svilupperai la tua voce artistica nel vero senso della parola. 

Gli umani si connettono condividendo storie che contano, storie a cui possono relazionarsi.

Questo si manifesta meglio condividendo il tuo modo unico di interpretare il mondo. Quando ti concentri su ciò che è unico di te e cerchi di trasportarlo nella tua scrittura, allora la tua voce crescerà e si distinguerà tra la folla. 

Ad esempio, potresti vedere dell’umorismo in determinate situazioni che altre persone non riconoscerebbero. Far vedere questo umorismo agli altri potrebbe diventare parte della tua voce. Una parte efficace.

Un esempio interessante basato su una storia vera del mio lavoro sul campo linguistico a Vanuatu (Sud Pacifico). Creato dall’autore.

3. Scrivi degli argomenti che ti interessano

Gli scrittori online hanno spesso la tentazione di scrivere su ciò che è di tendenza. E forse, a volte, questo può portare un pò di immediato profitto. Forse. Ma guardando a lungo termine, sarebbe sempre meglio sviluppare il tuo marchio, un marchio che si possa distinguere tra molti altri scrittori. 

Ancora una volta, questo marchio è la tua voce, che puoi sviluppare solo su basi stabili, se scrivi di cose che ti motiveranno sempre di più: gli argomenti a cui tieni.

Gli argomenti che ti interessano spesso coincidono con le cose che conosci meglio e questo è il binomio vincente. Per me amore, vita, salute mentale e sport sono argomenti cardine, che mi interessano in questo momento della mia vita.

Qui puoi anche notare che la connessione tra gli argomenti che mi interessano forse non è la più ovvia. E va bene, non è necessario che ci sia una connessione chiara!

La specifica combinazione di argomenti che mi interessano è ciò che rende unica la mia scrittura, che spero diventi riconoscibile come parte della mia voce.

4. Pensa in modo multimodale

Prova a pensare ad altre modalità espressive quando scrivi.

Non limitarti a prendere alcune foto d’archivio. Prova a pensare a quali tipi di foto o stimoli visivi vorresti vedere a complemento del tuo testo. O ancora, se non ti piace disegnare o scattare foto, chiedi una collaborazione a un illustratore o a un fotografo. E se proprio non riesci ad esprimerti visivamente, forse selezionare la musica per accompagnare i tuoi scritti potrebbe essere una strada da percorrere che ne pensi?

Ispirarsi ad un’arte diversa dalla scrittura è facile. Apriti alle cose creative che ti piacciono: film, libri illustrati, fumetti, musica, podcast, ecc. Il mondo è la tua ostrica!

Vedrai che quando inizierai a pensare in queste altre modalità di espressione per completare la tua scrittura, la tua voce diventerà più chiara. Svilupperai un certo gusto per i tipi di messaggi e sentimenti che vuoi vedere rappresentati nel tuo lavoro.

5. Sperimenta

Ultimo, ma non meno importante, non dimenticare di sperimentare. Ricorda che la tua voce è in costante sviluppo e cambiamento, mentre cresci come persona. La sperimentazione è qui per mostrarti cosa funziona per te e cosa no. 

Ad esempio, sperimentare stili di scrittura di generi diversi può aiutarti a capire quali aspetti di ogni stile vuoi implementare nella tua scrittura. O forse, invece di fotografare i fiori o montagne, potresti iniziare a fotografare gli uccelli, tutto è possibile!

Fonti: Congdon, Lisa. 2019. Trova la tua voce artistica: La guida essenziale per lavorare la tua magia creativa.

Community ufficiale di Youcanprint

Fai già parte della nostra Community su Facebook?

Il luogo dove ogni giorno postiamo nuovi contenuti gratuiti per Scrivere, Pubblicare e Promuovere il tuo Libro.
Dove Autori condividono le loro idee e si confrontano ogni giorno.
Ci sono già centinaia di Autori che ti stanno aspettando!

Unisciti alla Community

2 Commenti

Rispondi a Claudia Chiurchiu' Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lost your password? Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.
We do not share your personal details with anyone.