Top
Youcanprint - Selfpublishing Blog / Posts tagged "youcanprint opinioni" (Page 7)

“Ogni storia è una parola del mondo”: Paolo Sorgi e “Il canto del gallo”

il-canto-del-gallo-di-paolo-sorgiOgni storia è una parola del mondo. Ogni storia è esperienza e laboratorio per tutti, perché la vita è la via del tutto. L’esistenza ha una filo rosso e neanche tanto sotterraneo che, collegando tutti, ci rende partecipi dell’esperienza dell’altro e arricchisce per questo la nostra.

Ringrazio quello che in modo a volte caotico, la vita ed io, abbiamo addensato. L’esperienza con cantautori quali Gino Paoli e Umberto Bindi, l’arte, la scrittura, i mille lavori, la parentesi africana, i figli e gli esseri umani e non che mi hanno amato o considerato indegno.

Annamaria Barreca: “Youcanprint: il mio incontro di un buon 2014”

La-Carne-di-Dio-di-Annamaria-Barreca-YoucanprintMi chiamo Annamaria Barreca, e sono arrivata a pubblicare con Youcanprint dopo 24 anni di pubblicazioni attraverso i normali canali editoriali. Ho pubblicato 14 testi di cui 10 raccolte di poesie e 4 testi di narrativa: racconti e romanzi.

Mi posso considerare una scrittrice fortunata perchè almeno 4 di questi libri sono stati pubblicati a spese dell’editore, gli altri, invece, sono stati regolarmente pagati.

Nel tempo ho realizzato che, a parte il primo editore (“Edizioni Periferia” di Cosenza) – che ha presentato il libro “Addio Angelo” un po’ per tutt’Italia: Roma, Reggio Calabria, Cosenza, Napoli, Torino e Crotone, dandogli così il giusto valore sia per il favore della critica che per la vendita delle copie – tutti gli altri, una volta incassato il vil denaro, si sono lentamente defilati da quelli che vorrebbero dovuto essere gli impegni sottoscritti nel contratto editoriale.

“Ho scelto l’autopubblicazione e mi sono affidata a Youcanprint”. Il racconto di Barbara Martinucci

barbara-martinucciPiù che parlare di me stessa, dove sono nata oppure dove vivo, preferisco spiegarvi perché amo scrivere, come mai ho deciso di pubblicare il mio primo romanzo con Youcanprint e perché ho voluto raccontare una storia che parla di adolescenti.

Ho cominciato a scrivere a quindici anni. All’epoca ero un’adolescente introversa che camminava a testa bassa per paura di incrociare lo sguardo degli altri. Ascoltare musica in cuffia poteva essere una comoda via di fuga, ma non mi bastava, volevo raccontare le storie che mi sarebbe piaciuto vivere. Così è iniziato il mio percorso, durato fino al raggiungimento della maggiore età. Non ho mai inviato quei racconti grezzi e un po’ ingenui alle case editrici, ero troppo insicura e timida per credere nella realizzazione del mio sogno.

Guglielmo Ferrazzano: “Youcanprint: portale completo, ricco d’informazioni e soprattutto intuitivo”

guglielmo-ferrazzanoHo sempre scritto, da quando ero piccolo. Vedevo il tutto come una valvola di sfogo, poi crescendo la prospettiva è cambiata e non posso nascondere che a un certo punto ho iniziato a pensare a un mio futuro come autore di libri.

Verso i 15 anni avevo già in mente trame da raccontare e incastrare su carta ma la sfiducia era tanta poiché, non possiamo nasconderlo, per gli artisti in erba la vita non è semplice.

Non potevo però fare a meno di pensare ripetutamente a fare della scrittura un mezzo di comunicazione forte, di crescita personale e di lavoro.

Il fascino delle coste pugliesi nel libro di Cosmo Picca, pubblicato con Youcanprint

cosmo-piccaIl mio nome è Cosmo Picca. Dall’adolescenza e prima giovinezza vissute in un paese pugliese, sulle stupende coste dell’Adriatico. nasce la mia vocazione spontanea per il mare. Inevitabile, anche per ragioni di basso reddito familiare, la frequenza delll’Istituto nautico e dell’Accademia navale. Una scuola di vita, modellata ai sentimenti di Patria ed Onore. Dopo crisi esistenziali, negli anni ’70, non ancora quarantenne, emerge la passione per la scrittura, stimolata da una marcata sensibilità alle alterne vicende del destino.

Youcanprint sbarca con gli ebook in Spagna, Germania, Austria, Svizzera.

tolino casadellibro
Giugno è un mese ricchissimo di novità per gli autori Youcanprint. Dopo l’accordo con Fastbook, il leader in Italia nella vendita all’ingrosso di prodotti editoriali, siamo felicissimi di annunciare che dal 1° luglio 2014, grazie all’accordo con il nostro partner Stealth, Youcanprint distribuirà automaticamente tutti gli ebook pubblicati in 4 nuove nazioni: Spagna, Germania, Austria e Svizzera.
 
L’ingresso nel mercato spagnolo avverrà tramite lo store Casadellibro.com, la più importante libreria del mercato editoriale di lingua spagnola insieme ad Amazon, uno store che conta un catalogo di oltre 120.000 ebook, 7 milioni di visitatori mensili e 37 punti vendita sul territorio.
 
L’ingresso nel mercato tedesco, austriaco e svizzero invece è garantito da Tolino.de, uno dei principali canali di distribuzione editoriale sul territorio tedesco che può contare su un network di 16 librerie online e 1500 librerie fisiche, e che ha anche integrato i suoi interi cataloghi in un ebook reader e due tablet dedicati, permettendone quindi l’acquisto diretto da parte degli utenti.

“Scrivere è rilassante, quasi terapeutico”: il racconto di Luca Corna

luca-cornaIl tutto è nato un po’ per caso. Sono Luca Corna e ho cominciato a scrivere circa un anno fa. Mi era venuta questa idea che mi sembrava abbastanza originale così, senza poca fatica, ho provato a scrivere la prima pagina.

Poco alla volta le cose si sono fatte più semplici, la storia ha preso forma e alla fine sono riuscito a rispettare il progetto che avevo in mente. Nonostante fosse la mia prima esperienza l’ho trovato molto naturale e rilassante, quasi terapeutico.

Per un mese il file è rimasto nascosto in una cartella del computer, il mio obbiettivo l’avevo raggiunto e non avevo chissà quale aspirazione.

Poi una persona mi ha consigliato di pubblicarlo ed eccomi qui, con “Vite sfiorate“.

Alessandro Cappa: “Con Youcanprint ho finalmente pubblicato il mio romanzo”

cappa_baronessa_conventoL’idea primigenia del mio romanzo storico “La baronessa del convento” nacque il 13 agosto dello scorso anno.

Durante quella notte di mezza estate assistetti a Noasca, un piccolo comune montano del Piemonte occidentale facente parte del rinomato Parco Nazionale del Gran Paradiso, alla proiezione di un filmato storico, realizzato da Antonio Oberto e musicato dal nipote, in cui si narravano le vicende del comune di Ceresole Reale nel primo Novecento, prima della costruzione della diga e la creazione del famoso lago artificiale alpino, quando al Grand Hotel soggiornava ogni estate Sua Maestà Vittorio Emanuele III di Savoia, insieme alla propria consorte, Elena di Montenegro, e a un folto e nobile entourage.

“Pubblicate le vostre opere e non abbiate paura”: Ivan Pasquariello si racconta

ivan-pasquarielloSalve, sono Ivan Pasquariello e sono nato a Napoli nel 1983. Il mio lavoro principale è quello dello stilista, un lavoro che amo perché posso dare sfogo a tutta la mia creatività. Sin da piccolo ho avuto sempre tanti sogni e ho cercato sempre di realizzare quelli che potevo. Una mia grande passione era quella di leggere libri e vedere film di genere fantasy-horror: per tale motivo a volte scrivevo delle storie fantastiche e disegnavo perfino fumetti horror. La scrittura era diventato un mio passatempo. Diventando adulto ho iniziato a scrivere poesie, esternando in esse tutte le mie emozioni e le mie sensazioni. Notavo, però, che dentro di me c’era qualcosa di più grande che voleva uscire fuori ma, essendo molto impegnato nel mio lavoro di stilista, non avevo mai tempo per scrivere il romanzo che da anni avevo conservato nella mia mente.

“I miei libri piacciono molto, i lettori sono entusiasti e chiedono il seguito”: la storia di Stefania Rizzo

stefania-rizzoMi chiamo Stefania Rizzo, sono nata il 24 Maggio 1983 e vivo a Gandino, un piccolo paese nella provincia di Bergamo. Fin da bambina il mio sogno più grande era quello di scrivere e vivere tra gli attori ed il pubblico che avrebbe letto i miei libri ed assistito agli spettacoli dei miei scritti. Per molti anni questo sogno è rimasto, appunto, solo un sogno al quale tornavo con il cuore e con la mente ogni giorno, senza trovare il giusto modo per poterlo rendere realtà.