Tag Archives: scrivere

Scrivere Selfpublishing

Scrittori: dote innata o talento da coltivare?

Ciò che scriviamo è preceduto da ciò che pensiamo.

Le narrazioni di eventi reali (ricordo di qualcosa di realmente accaduto) e immaginari (basti pensare ai giochi dei bambini e agli innumerevoli personaggi che possono creare a far agire) prendono forma nella mente e incontrano una elaborazione nell’atto dello scrivere.
Scrittori quindi lo siamo tutti e lo diventiamo nel momento in cui, apprese le nozioni tecniche, componiamo la prima frase di senso compiuto.
Il rapporto con lo scrivere però è condizionabile.

Ci sono persone così «castigate» nella loro capacità di raccontare da severi giudizi scolastici, da aver perso il piacere di farlo e altri che, ignorandoli, hanno creato volumi di racconti. Comunicare e condividere idee, pensieri, storie è un modo per esprimere quello che sentiamo.

Affinare le tecniche per farlo è questione di motivazione, passione, costanza. Chi scrive inizialmente lo fa per se stesso.

Read More
Scrivere

Lo stile ideale per scrivere una tesi di laurea

Regola fondamentale della buona scrittura è adattare il linguaggio al contesto della comunicazione. Per tanto, ogni testo, che sia giornalistico, narrativa o saggistica, avrà un suo proprio stile e tono, a seconda del messaggio che intende comunicare e del mezzo attraverso cui viene veicolato. Non sfuggono a questa regola le tesi di laurea, soprattutto considerando che possono riguardare le più svariate discipline.

Read More
Scrivere

Tesi compilativa o tesi di ricerca? Pro e contro

Esistono due tipologie di tesi di laurea che è possibile presentare al termine del proprio percorso accademico, tesi di tipo compilativo e tesi di ricerca. Vediamo quali sono le principali differenze e le insidie che si potrebbero presentare nella scelta dell’una o dell’altra.

Tesi compilativa

E’ una rielaborazione critica delle fonti bibliografiche raccolte sulla base dell’argomento scelto.

Il rischio in cui si può incorrere, scegliendo di scrivere una tesi compilativa, è di realizzare uno sterile elenco di autori e citazioni, senza prima aver compreso qual è il taglio che si intende dare alla presentazione del materiale.
Sebbene vengano riportate idee e teorie altrui, da una tesi compilativa dovrà emergere un punto di vista che abbia una qualche rilevanza per l’ambito di studi effettuato. E’ importante specificare, quindi, gli strumenti utilizzati, il periodo di tempo preso in esame e la metodologia di analisi applicata.

Pro: la stesura di una tesi di laurea compilativa richiede tempi relativamente brevi, dai 3 ai 6 mesi circa.

Tesi di ricerca

Al contrario, questa tipologia di tesi richiede tempi di elaborazione più lunghi, anche fino a 12 mesi, poiché oltre a dover presentare le conclusioni di uno studio affrontato in prima persona, una tesi di ricerca si sviluppa anche su una parte teorico-compilativa. Altrimenti, il rischio è di scoprire l’ombrello, come diceva Umberto Eco: dimostrare qualcosa che è già stato ampiamente dimostrato, o di applicare metodi che si sono dimostrati fallimentari.
Una tesi di ricerca richiede prove analizzabili secondo metodi scientifici e risultati riproducibili.

Pro: un tale impegno meriterà di certo una votazione alta, e potrebbe rappresentare un trampolino di lancio verso il mondo del lavoro.

La scelta, se scrivere un tesi di laurea compilativa o di ricerca, dipende esclusivamente dagli obiettivi che ti sei posto per il futuro.

A prescindere dalla scelta che farai ricorda che puoi pubblicare e distribuire, o semplicemente stampare, la tua Tesi con Youcanprint.it cliccando qui entrerai nella sezione dedicata alle Tesi.

Qui invece trovi i 6 consigli di Umberto Eco per scrivere una tesi di laurea clicca qui per leggerli

Read More
1 2 3 4 5