Top
Youcanprint - Selfpublishing Blog / Posts tagged "scrivere"

Come scrivere un libro con frasi più efficaci ed incisive: 8 segreti

Hai deciso di scrivere un libro? 
Ci sono degli accorgimenti per scrivere frasi più efficaci ed incisive e che generalmente passano inosservati al lettore, ma che fanno la differenza, ecco quali sono:
 
  1. Parole brevi
  2. Parole più “consistenti”
  3. Parole familiari
  4. Verbi attivi
  5. Verbi forti
  6. Sostantivi specifici
  7. Forme attive (il più delle volte)
  8. Le parole forti alla fine della frase

Usa Parole Brevi

Progettare una storia

img

Farlo è un passaggio relativamente facile, per uno scrittore, più difficile è progettare la «sua» storia, quella che solo lui può scrivere e che nessun altro potrebbe pensare o consegnare al lettore così come lui l’ha pensata.

Di solito il primo pensiero narrativo, quello che fa dire: ecco, questa potrebbe essere una buona idea da sviluppare, finisce con trasformarsi dopo qualche giorno o qualche pagina scritta, nell’anticamera del testo.

Di lui resteranno briciole, utili e irrinunciabili a tracciare la rotta tra l’incipit e la parola «fine».
Ma quali sono i passaggi essenziale per progettare un racconto?

Alessandro Tortorici e la sua esperienza con Page, il nuovo editor di Youcanprint

Ciao a tutti, mi chiamo Alessandro Tortorici e sono qui per scrivere della mia esperienza sulla creazione del mio primo libro con YouCanPrint Page.
Da un po’ di tempo ho provato editor online ed offline per creare prima di tutto il mio eBook ma con scarsi risultati. Erano spesso macchinosi, anche solo per creare l’indice, e il risultato finale non mi soddisfaceva.
Bisogna tenere conto che non sono esperto di impaginazione e quindi, in questo campo come normale utente, mi serviva qualcosa di semplice. In fondo la tecnologia dovrebbe facilitare le cose e non complicarle.

La scrittura e le emozioni

Non sempre il modo di essere coincide con il modo di scrivere.

Può succedere che persone molto introverse trovino nella narrazione, quindi nella comunicazione scritta, un modo migliore, per loro, di raccontare.

Il foglio di carta, o quello elettronico, assumono la valenza di un interlocutore mai conosciuto nella vita reale, oppure incontrato ma che ha deluso, e quindi sperimentare, attraverso la scrittura, un modo per dire ciò che non è per loro facile dire.

Scrittori: dote innata o talento da coltivare?

Ciò che scriviamo è preceduto da ciò che pensiamo.

Le narrazioni di eventi reali (ricordo di qualcosa di realmente accaduto) e immaginari (basti pensare ai giochi dei bambini e agli innumerevoli personaggi che possono creare a far agire) prendono forma nella mente e incontrano una elaborazione nell’atto dello scrivere.
Scrittori quindi lo siamo tutti e lo diventiamo nel momento in cui, apprese le nozioni tecniche, componiamo la prima frase di senso compiuto.
Il rapporto con lo scrivere però è condizionabile.

Ci sono persone così «castigate» nella loro capacità di raccontare da severi giudizi scolastici, da aver perso il piacere di farlo e altri che, ignorandoli, hanno creato volumi di racconti. Comunicare e condividere idee, pensieri, storie è un modo per esprimere quello che sentiamo.

Affinare le tecniche per farlo è questione di motivazione, passione, costanza. Chi scrive inizialmente lo fa per se stesso.

Lo stile ideale per scrivere una tesi di laurea

Regola fondamentale della buona scrittura è adattare il linguaggio al contesto della comunicazione. Per tanto, ogni testo, che sia giornalistico, narrativa o saggistica, avrà un suo proprio stile e tono, a seconda del messaggio che intende comunicare e del mezzo attraverso cui viene veicolato. Non sfuggono a questa regola le tesi di laurea, soprattutto considerando che possono riguardare le più svariate discipline.