Top
Youcanprint - Selfpublishing Blog / Posts tagged "pubblica ebook"

10 metodi per promuovere il tuo libro

Qui abbiamo realizzato un elenco di dieci metodi che ogni scrittore può provare e che non richiedono un investimento economico proibitivo, ma soltanto voglia di lavorare, fantasia, organizzazione e fiducia nelle proprie forze.

Promozione editoriale sul tuo sito o blog

Come scrittore del XXI secolo oggi devi avere una presenza online ufficiale, e per ufficiale intendo un tuo sito personale, o anche un blog, non certo una pagina su Facebook. Anche quella ti sarà utile, ma non potrà mai essere considerata come il tuo canale ufficiale di comunicazione, perché Facebook è di fatto un’azienda e non è casa tua.

La prima promozione editoriale deve quindi partire da una piattaforma online di cui sei padrone assoluto, quindi un sito con un tuo dominio, in cui presentarti ai lettori e parlare con loro. Nel tuo sito potrai pubblicizzare il tuo libro in 3 modi:

  1. Pagina delle pubblicazioni: proprio come fanno gli scrittori famosi. Dedica una pagina alle opere che hai pubblicato. Questa pagina è molto importante perché
  2. Segnalazione con un post: hai scritto un romanzo? L’hai pubblicato in self-publishing? Scrivi un articolo approfondito su quest’opera, dov’è disponibile, a quale prezzo, in quali formati. E non dimenticare di pubblicarne un’anteprima.
  3. Immagine in evidenza: un piccolo box nella barra laterale del sito in cui inserisci la copertina del libro e magari un titolo, “Il mio ultimo romanzo”. Naviga nei siti degli scrittori famosi e troverai senz’altro ispirazione.

“Nessuno potrà impedirmi di investire sul frutto della mia creatività”: Valerio Navangione e la sua esperienza con Youcanprint

valerio-navangioneIn molti attribuiscono al self-publishing un appellativo sgradito: “Vanity-press”. Io voglio (e posso) sconfessare chi, con troppa leggerezza, rilascia quest’affermazione. Il mio nome è Valerio Navangione e desidero raccontarvi la mia esperienza editoriale. Non posso dire di avere una vera e propria passione per la scrittura, ma la mia mente partorisce storie degne di essere ascoltate, o magari lette, da chi nei racconti cerca emozioni.

Sembra che i lettori mi riconoscano un talento anche nella stesura dei versi in rima, alcuni dei quali sono accreditati alla penna del protagonista del mio primo romanzo che, con il titolo “L’essenza”, è stato segnalato e premiato al concorso per inediti Ibiskos 2010, bandito dal Centro Culturale Empolese. Ho avuto la “fortuna” di sottoscrivere un contratto con una casa editrice che non mi richiedeva contributi, mi riconosceva buoni diritti ed una tiratura da favola, per un neofita della scrittura. L’editor professionista, del quale si avvale l’editore, rilasciava una scheda tecnica nella quale dichiarava che il racconto era interessante e la catarsi molto ben veicolata, mi riconosceva uno stile narrativo personale ed insostituibile, ma asseriva che i dialoghi risultavano falsi ed in alcuni punti, addirittura, fastidiosi.

Self-publishing: come gestire le critiche negative per diventare uno scrittore migliore

critichelibroL’ego umano è qualcosa di molto fragile. Alcune persone semplicemente non riescono a gestire l’idea che, nonostante tutto il loro duro lavoro, ciò che hanno scritto è tutt’altro che perfetto.
Ma tu devi decidere se vuoi eccellere nel mestiere di scrittore: se lo vuoi, allora, hai bisogno di mettere l’ego da parte e imparare ad accettare le critiche, se invece proprio non ti riesce di farlo, c’è una buona probabilità che la tua scrittura non migliorerà mai.

Un buon critico potrebbe esserti utile nel trovare gli errori che normalmente sfuggono all’occhio dello scrittore, oppure delle carenze lì dove credevi di essere il più forte. Dipenderà unicamente da te quanto una critica ti sarà utile o dannosa.
Con la pratica e seguendo i suggerimenti di seguito, imparerai a valutarle oggettivamente e ad applicarle alla tua scrittura per diventare uno scrittore migliore.

4 rischi che dovrai correre per diventare uno scrittore

dubbi-scrittoreSiamo d’accordo, non è come lavorare in miniera, ma per decidere di essere uno scrittore ci vuole coraggio. Le possibilità di riuscita sono del 50 e 50 e molti di quelli che sono riusciti, che oggi consideriamo dei capisaldi per la nostra cultura non hanno avuto sempre vita facile. Il destino di uno scrittore è spesso quello di essere frainteso e ridicolizzato, specie se è un innovatore.

Adesso, se non hai cambiato idea circa la tua carriera, puoi proseguire nella lettura di questi consigli che ti aiuteranno a superare i primi ostacoli della tua nuova vita di scrittore.

I libri di carta non spariranno, ecco perché devi pubblicare un ebook

ebokpsTi sembra un controsenso, non è vero? Eppure sono i numeri a dirlo: i lettori di ebook sono più propensi alla lettura e all’acquisto di libri.

Ti spiego meglio: secondo l’ultimo sondaggio del Pew Research Center Internet & American Life Project, risulta che oggi circa il 28% degli americani legge almeno un e-book, il 5% in più in due anni. Parallelamente la percentuale di persone che legge libri stampati invece di diminuire è crescita. Il 69% degli intervistati (un campione di oltre 1.000 adulti) ha dichiarato di leggere almeno un libro cartaceo, rispetto al 65% dell’anno precedente.

Solo il 5% degli americani che leggono e-book ha affermato di non aver letto nemmeno libro fisico.

Lo so, adesso starai pensando che qui non siamo negli Stati Uniti, che la penetrazione dei libri digitali in Italia è ancora irrilevante e i dati sulla lettura ancora più scoraggianti, ma quello che davvero si deduce dallo studio è che chi acquista ebook è ancora più stimolato a leggere, diventa insomma un lettore forte e questa tendenza è proporzionale all’aumento della diffusione dei tablet, dispositivo che sembra essere sempre più privilegiato per la lettura a schermo, anche più degli e-reader.

Come il Print on Demand può aiutarti nella promozione del tuo libro

promuoereAvrai visto o sentito parlare della puntata di Masterpiece (il talet show per scrittori) durante la quale il giudice Andrea De Carlo non solo rifiuta il romanzo di una concorrente, ma glielo lancia proprio dietro. L’esordiente in questione infatti si era permessa di presentare un libro già rilegato. Una presunzione imperdonabile per uno scrittore navigato come De Carlo, suppongo. Eppure esistono scrittori per cui autopubblicare ha significato dare una svolta alla propria carriera. Lo racconta Scott McCormick ricordando gli esordi della sua serie Mr Pants:

“Essendo un libro illustrato, abbiamo deciso che il modo migliore per ottenere l’interesse del settore era di stampare un paio di copie. Mostrare a qualcuno un libro finito, pronto per la distribuzione, da poter sfogliare, è un modo molto più viscerale di sperimentare ciò che il prodotto finale potrebbe essere.
La prima volta che ho visto il valore dei libri stampati è stato quando ho partecipato alla SCBWI Conference. Ho portato alcune copie del libro con me e ho iniziato a mostrarlo ad altri autori e illustratori. Gli occhi di tutti si illuminarono”.

Al termine di quella conferenza McCormick tornò a casa con un contratto editoriale in tasca.

Forse non tutti i libri sono destinati a seguire lo stesso percorso, forse starai pensando che qui in Italia non ci sono agenti ed editori come quelli che si aggirano per le fiere di Los Angeles, ma io ti dico che esistono delle eccezioni e dei percorsi alternativi che puoi trovare ed è proprio a questo che ti serve pubblicare il tuo libro.

5 trucchi per un marketing editoriale di successo

Sino ad oggi, ho scritto molti articoli, altri ne scriverò, e sempre, dico sempre, ho ribadito una serie di concetti. Concetti che sono alla base di tutte le strategie. Indipendentemente dagli strumenti che utilizzerai.

Bene! Oggi, in questo articolo, elencherò i 5 concetti che ritengo fondamentali.

Conosci la tua tribù

Prima di tutto devi conoscere la tua tribù. Attenzione, non ho detto “il tuo target”, ma “la tua tribù”. Qui, infatti, non si tratta di individuare dei polli da spennare, come nel marketing tradizionale, ma dei compagni di viaggio.

Self-publishing: Pubblicare in ebook o in cartaceo?

Pubblicare solo ebook? Pubblicare solo in formato cartaceo? Pubblicarli entrambi? E perché? Questi sono dubbi che attanagliano tutti coloro che si avvicinano per la prima volta al mondo del self publishing.

I dubbi legati a questa scelta nascono dall’apprensione di dover spendere troppi soldi per una doppia pubblicazione, o di fare due volte lo stesso lavoro, oppure che la doppia pubblicazione dia un’immagine di bassa professionalità.

Io, da sempre, pubblico in entrambi i formati e le motivazioni sono molte.

Ora te le illustro una per una.

Self-publishing Ambassador: Francesca Pesce

Per la rubrica Self-publishing Ambassador oggi è il turno di Francesca Pesce, una self-publisher di grande esperienza, ormai giunta alla sua terza pubblicazione cartacea e alla terza edizione digitale.

Nome: FRANCESCA PESCE
Località: SAN BENEDETTO DEL TRONTO (AP)
Professione: ORGANIZZATRICE DI MATRIMONI (WEDDING PLANNER)
Sito web: www.nozzeperpassione.com
Twitter: @nozzexpassione
Facebook: nozze per passione wedding planner (azienda)

1) Buongiorno, ti ringrazio per la tua presenza, comincia parlando di te, come ti descriveresti?
34 anni, Romana di nascita, Marchigiana di adozione, mi occupo della organizzazione di matrimoni e cerimonie dal 2007 anno in cui ho dato vita al progetto di “Nozze per Passione”, anche se sono nel settore degli allestimenti e della decorazione da più di dieci anni. Mi sono formata in una famosa e rinomata struttura della capitale e oggi accompagno, seguo, consiglio con soddisfazione, entusiasmo e discrezione le future coppie di sposi attraverso i preparativi del loro giorno più bello. 

Ebook&Coffee: Frammenti di follia quotidiana

frammenti di follia quotidiana ebook di Matteo LeccaIl lunedì è dura per tutti, lo sappiamo. Per assecondare la vostra sonnolenza e i vostri istinti più profondi, l’Ebook&Coffee di oggi è un puro momento di follia.

Quindi fermate i mouse sulle tastiere, liberate la vostra macchinetta del caffè dal torpore in cui è caduta in questo fine settimana e godetevi questo straordinario ebook. Buon lunedì a tutti!