Top
Youcanprint - Selfpublishing Blog / Posts tagged "auto-pubblicare"

7 cose da sapere prima scrivere

businessplanbookHai avuto l’idea per un romanzo e non vedi l’ora di iniziare e vedere il tuo libro pubblicato in self-publishing. Accendi il computer, apri il tuo editor di testo preferito e cominci a scrivere: una scena che conosciamo tutti, anche solo per averla vista in qualche vecchio film, in cui lo scrittore sedeva alla sua scrivania e batteva le dita sui tasti della macchina da scrivere.

Ma è davvero così che si può scrivere un romanzo? Secondo me no, a me piace scrivere una storia in modo differente. A me piace avere prima delle certezze o, almeno, sapere se c’è una buona probabilità che la mia storia funzioni e piaccia.

#1 – Fattibilità del romanzo

  1. Sei in grado di scriverlo? Questo è il primo dei due punti da considerare. Come autore, hai sufficiente preparazione ed esperienza per scrivere il romanzo che hai in mente? A me, per esempio, piace molto leggere libri per ragazzi e vorrei anche scrivere qualche romanzo per un pubblico così giovane, ma non ho ancora la giusta preparazione. Scrivere per i più piccoli non è così facile come scrivere per gli adulti.
  2. Esiste qualcosa del genere? La tua idea è originale o il mercato editoriale è saturo di quel tema? Il rischio è non trovare lettori, specialmente se pubblichi in self-publishing come autore non ancora conosciuto. Perché dovrebbero leggere te, quando ci sono autori già collaudati su quel tipo di storia?

Come uno scrittore deve scegliere i social media più adatti

dubbi-scrittore

Prima di pensare a quale piattaforma social iscriversi, è bene ricordare che uno scrittore – come qualsiasi professionista e azienda – deve avere prima una piattaforma proprietaria, quindi un suo sito web. I social media sono soltanto degli avamposti, che non possono sostituire il proprio sito o blog.

La scelta dei social più adatti va fatta pensando a 3 elementi fondamentali:

  1. personalità dello scrittore
  2. capacità dello scrittore
  3. potenzialità del social

La scelta non deve mai ricadere sulle mode del momento, in primo luogo perché le mode sono passeggere, infine perché potrebbero non adattarsi alla figura del professionista in questione. Facciamo un esempio estremo: se un giorno andasse di moda iscriversi a Foursquare, quanto potrebbe essere utile a uno scrittore questo social?

Quanti utenti di Foursquare sentono il bisogno di sapere dove si trovi ora uno scrittore? E non stiamo parlando di Stephen King, ma di un comune mortale, uno scrittore emergente che si sta facendo largo nel mondo della rete.

Vediamo adesso nel dettaglio questi 3 elementi cui ho accennato.

Self-publishing: come rendere il tuo libro visibile tra gli scaffali delle librerie

librerieE così anche Mondadori Direct entra a far parte del circuito di librerie fisiche attraverso cui Youcanprint distribuisce libri autopubblicati. Un’occasione unica per chi come te aspira a diventare uno scrittore di professione. Ma come ottenere la dovuta visibilità per il tuo libro anche quando questo è posizionato su vetrine non virtuali?

Un libro online ha un potenziale di vita infinito, è infatti sempre rintracciabile se identificato con le giuste parole chiave, le stesse utilizzate dai lettori per le loro ricerche. Viceversa, in libreria la permanenza sugli scaffali dipende molto dallo spazio disponibile, oltre che dalle performance di vendita.

Di solito le grandi librerie mirano ad offrire una collezione di titoli più ampia e completa possibile, mentre quelle indipendenti tendono a specializzarsi in settori e tematiche precise. Alla fine lo scopo è sempre quello di agevolare il pubblico nella ricerca del libro desiderato, anche quando tale desiderio non è ancora ben delineato.

A premesse così differenti, tra mondo fisico e virtuale, non corrispondono però obiettivi differenti: il tuo compito di autore indipendente rimane quello di riuscire ad offrire un prodotto di qualità.

3 motivi per cui hai bisogno di un editing professionale per il tuo libro

Pubblicare libri di qualitàIl tuo manoscritto non è perfetto, non te ne devi vergognare, ogni scrittore ha bisogno di un editor. Ci sono volute le capacità di editing di Ezra Pound per trasformare le prime bozze di TS Eliot in “The Waste Land”, opera che tutti conosciamo e amiamo oggi.

Un’accurata e attenta collaborazione tra scrittore ed editore può fare di un buon libro un grande libro. Perché? Ce lo spiega il poeta Chris Robley in tre punti essenziali:

Ebook: cosa fa tendenza tra i lettori

copertina-bella-e-bruttaIl fatto che esistano dati limitati sulle vendite di ebook non ci permette di sapere chiaramente cosa fa tendenza tra i lettori e quale sia la loro opinione sui vari titoli in distribuzione. Eppure, ne sono certa, conoscere le preferenze e i gusti del pubblico può essere di grande aiuto a chi progetta di diventare uno scrittore auto-pubblicato.

Per questo voglio proporti alcune dei dati emersi al termine di una tavola rotonda, che si è tenuta la scorsa settimana, tra i redattori di Digital Book World e Huffington Post Books, i quali si sono riuniti proprio per cercare di indagare più a fondo le abitudini di lettura dei consumatori, che determinano poi le classifiche di vendita.

Ed ecco come stanno cambiando i gusti dei lettori e cosa fa tendenza con l’introduzione degli ebook.

Quand’è il momento giusto per iniziare a promuovere il tuo libro

sei suggerimenti per promuoversi proponendo ottimi contenutiMolti scrittori attendono di aver pronta almeno la prima bozza del proprio libro prima di iniziare a promuoverlo, perché trovano difficile conciliare il momento della scrittura a quello della promozione.
Ma secondo gli esperti, il momento giusto per iniziare a pianificare una strategia di marketing è proprio adesso, o meglio nel momento stesso in cui decidi che autopubblicherai un libro; anche se sai che mancano ancora sei o 12 mesi per terminarlo e questo per assicurarti un lancio di sicuro successo.

Ecco cosa puoi fare per iniziare a spianarti la strada