Top
Youcanprint - Selfpublishing Blog / Posts tagged "audiolibro"
Perché in Italia non si ascoltano ancora abbastanza audiolibri?

Perché in Italia non si ascoltano ancora abbastanza audiolibri?

In un recente articolo (link) abbiamo analizzato gli ultimi dati ufficiali relativi al mercato degli audiolibri. E abbiamo scoperto come questo sia un settore in continua crescita in tutto il mondo. Ma, se da un lato i numeri lasciano ben sperare riguardo il successo di questa modalità di fruizione, dall’altro c’è ancora un pubblico di lettori di libri cartacei che, per diversi motivi, non si è avvicinato ancora al mondo degli audiolibri. In questo articolo analizzeremo i risultati di un sondaggio che ha avuto come tema proprio i motivi per cui non si acquistano e ascoltano audiolibri.

Come preparare un saggio per il formato audio

Il motivo per cui gli audiolibri piacciono così tanto è perché consentono alle persone di leggere senza dover stare fermi in un unico posto. Questo è ancora più vero nel caso della non-fiction: puoi studiare e apprendere qualcosa di nuovo, ascoltando un manuale o un saggio, mentre vai a lavoro, fai sport, sbrighi le faccende di casa, sei in coda alla posta. Insomma, scegliendo di pubblicare un audiolibro ti assicuri che il tempo dei tuoi lettori non vada di certo sprecato.
Ma per far vivere un’esperienza divertente, educativa e illuminante agli ascoltatori, devi assicurarti di dare al narratore quante più informazioni possibile sul tuo progetto.

Ecco di seguito un sistema di domande che ti aiuteranno a sviluppare un’analisi approfondita del manoscritto, passando per 3 livelli di controllo:

Preparare un manoscritto per il formato audio – 3a parte: la punteggiatura

audio book isolated icon vector illustration designLa punteggiatura è fondamentale per imprimere il giusto ritmo alla narrazione, soprattutto se vuoi pubblicare il tuo audiolibro, porre la dovuta attenzione alla lunghezza delle frasi, alle pause e alla suddivisione dei paragrafi, ti permetterà di lavorare in maggior sintonia con chi dovrà interpretare il racconto.

Solo conoscendo le regole di base per un corretto uso della punteggiatura riuscirai a far comprendere al tuo narratore anche l’intenzione nascosta dietro la parola scritta, magari proprio facendo uno strappo alla regola… Ti spiegherò meglio più avanti cosa intendo, per adesso facciamo un salto di nuovo tra i banchi di scuola.

Come scegliere la voce ideale per il tuo audiolibro

Studio nagraBuona parte del successo che gli audiolibri riscuotono nell’ultimo periodo è dovuto soprattutto ai grandi interpreti che stanno prestando la loro voce alla causa. Ti ho già raccontato la storia di Jim Farber, narratore della saga di Harry Potter, ma non mancano di certo le star più note, come Nicole Kidman, Samuel L. Jackson, Jeremy Irons, solo per citarne qualcuna.

In Italia, scorrendo il catalogo Audible si distinguono i nomi di Giuseppe Battiston, Paola Cortellesi, Piera degli Esposti. Si tratta di grandi produzioni, è evidente, ma anche un autopubblicato, nel suo piccolo, deve chiedersi: a chi affiderò l’interpretazione del mio audiolibro?

Seguendo la procedura indicata da Youcanprint potrai scegliere se a leggere il tuo libro sarà una voce maschile o femminile. Facile, no? Se il tuo libro è di genere rosa o romantico, di solito indirizzato ad un pubblico di donne, selezionerai una voce femminile, viceversa, per avventura e azione, la voce di un uomo.

Fossi in te, però, io mi chiederei anche se è davvero così scontata la scelta tra l’una o l’altra opzione.