Guide Pratiche Marketing Selfpublishing

Self-publishing: 3 tecniche infallibili per farti conoscere dai lettori

promuovi il tuo libro
Quando si pubblica con il self-publishing si diventa, in pratica, imprenditori di se stessi. Resta da capire che tipo di imprenditore vuoi essere: attivo, passivo o di quelli che preferiscono giocare di sponda?

No, non è una battuta, credimi.

Se hai già autopubblicato il tuo libro, avrai sicuramente anche iniziato a promuoverlo inviando email, comunicati stampa, realizzando un booktrailer o un incontro di lettura. Bene, ognuna di queste azioni può essere classificata in due categorie ben distinte di promozione: marketing passivo e marketing attivo.

Il primo, il marketing di tipo passivo, comprende tutte attività che una volta impostate lavorano, per così dire, da sole perpetuando nel tempo la loro efficacia. La firma nell’email, con un link alla pagina di vendita del libro o al blog autore, ne è un esempio. Ogni volta che invii un’email, il destinatario verrà a conoscenza della tua attività di autore, senza alcuno sforzo promozionale da parte tua. Altri metodi potrebbero essere:

– biglietti da visita
booktrailers
– annunci stampa o pubblicità online

Promozione attiva. Questa richiede uno sforzo maggiore e costante nel tempo. L’esempio più evidente sono i social network, dove dovrai esporti in prima persona per comunicare con gli utenti. Allo stesso modo tutti i canali di promozione compresi in questa categoria implicano un alto livello di interazione con i lettori:

– blogging
– Facebook, Twitter
– forum online
– presentazioni di libri

Infine, la promozione laterale: così definita dalla blogger e scrittrice Maria Zannini; lei si batte contro la cattiva pubblicità, quindi, c’è da confidare nell’efficacia del metodo.
Si tratta di impegnarsi in delle attività che, pur non riguardandoti in prima persona, ti promuovono in modo subliminale. Un esempio è la partecipazione ad eventi letterari, conferenze, o presentazioni di libri di altri autori. Insomma, tutte quelle occasioni in cui è possibile allacciare nuovi contatti e magari chiacchierare con il pubblico in modo da iniziare a rendervi riconoscibili. Altre opzioni da mettere nel radar sono:

– commentare in blog, forum e Facebook, o rispondere ai tweet di altre persone.
– scrivere guest post o articoli per siti terzi, indipendentemente dal genere o dall’argomento richiesto.
– linkare altri messaggi, articoli e autori, per aumentare il posizionamento sui motori di ricerca.

Come sempre non si è obbligati a seguire tutte le tecniche di promozione elencate. Puoi scegliere quella che reputi più adatta, in base alla tua personalità e al genere di libro che hai scritto. Il punto non è cercare di vendere quante più copie possibili del tuo libro, ma costruire delle relazioni con i futuri lettori.

You may also like
Come NON Scrivere un’ Email ai Blog Letterari
Self-publishing: Pubblicare in ebook o in cartaceo?

Leave Your Comment

Your Comment*

Your Name*
Your Webpage