Scrivere

La legge del conflitto nella scrittura

3 minuti di lettura 22 Commenti
La legge del conflitto nella scrittura

Il conflitto sta alla narrazione come il suono sta alla musica.

Sia la narrativa che la musica sono arti che si sviluppano nel tempo, il compito più difficile di uno scrittore è quello di agganciare l’interesse del lettore e fargli passare i minuti e le ore senza che se ne renda conto.

Nella musica questo effetto viene ottenuto tramite il suono.

Il suono di una storia è il conflitto.

Fino a che il conflitto impegna i nostri pensieri le ore scorrono senza farsi notare, appena il conflitto si allontana dalla narrazione anche l’interesse viene meno.

Come scrittori dobbiamo renderci conto che se è vero che la qualità di conflitto cambia mentre passa di livello in livello, la quantità di conflitto nella vita è costante. Manca sempre qualcosa.

E’ un po’ come schiacciare un palloncino: il volume non cambia mai, fa semplicemente massa da un’altra parte.

Se, per esempio, riesci a soddisfare il desiderio dei tuoi protagonisti, ad un certo punto la ritrovata armonia si trasformerà in noia.

La noia è una sorta di conflitto interno di cui si soffre quando si perde il desiderio, e se dovessi descrivere una scena o tante scene prive di desiderio, prive di conflitto, come sarebbero se non noiose?

Uno scrittore accorto arriva ben presto a capire che la scrittura non è a tutti i costi fatta di sottili compromessi con lo stress, né di mega conflitti fra grandi criminali che hanno rubato strumenti nucleari con i quali tengono in scacco la città.

La scrittura è fatta anche di cose basilari come trovare l’amore ed il proprio valore; portare serenità al caos interiore; oppure come le enormi ingiustizie sociali che ci circondano, il tempo che si assottiglia…

La vita è conflitto, questa è la sua natura.

Lo scrittore deve decidere dove e come orchestrare questa lotta.

Lo scrittore orchestrando questa lotta crea una lunga, lunghissima serie di punti di non ritorno, per tutta la durata della storia, spinge il protagonista alla ricerca di un oggetto di desiderio conscio o inconscio.

Questa ricerca implica inizialmente un’azione minima, l’effetto di quest’azione è, invece, quello di svegliare, a livello di conflitto, altre forze antagoniste che si frappongono alla realizzazione del desiderio, aprendo così il famoso divario fra aspettativa e risultato.

Una volta apertosi questo divario, il lettore capisce che questo è un punto di non ritorno, il protagonista non può più ristabilire l’equilibrio precedente.

La storia va avanti e per raggiungere il risultato il protagonista è chiamato ad impegnarsi ancora di più, nuova azione, nuovo conflitto, nuovo risultato lontano dalle aspettative, nuovo punto di non ritorno.

A questo punto abbiamo la storia in mano.

Il conflitto c’è, i punti di non ritorno anche.

Il segreto è tenere sempre vivo il conflitto e generare azioni di portata sempre più impegnative, muovendosi progressivamente in avanti fino a un’azione finale oltre la quale il pubblico non riesce ad immaginarne un’altra.

Aiutaci a migliorare: cosa pensi dei nostri contenuti?

Fonti: Aristotele (la Poetica) J.H.Lawson – R.McKee

Correlati

Ti potrebbe interessare anche:

congiungitvo come si usa

Il se vuole sempre il congiuntivo? Teoria, esempi, trucchi per ricordare

Il se vuole sempre il congiuntivo Bella domanda, anche perché già quando si parla di congiuntivo le cose si fanno difficili Tuttavia chi scrive, che sia un...

Come si scrive una tesi di laurea

I 6 consigli di Umberto Eco per scrivere una tesi di laurea

Il saggio di Umberto Eco "Come si fa una tesi di laurea" (Bompiani, 1977) parte dai fondamentali, spiegando che cos'è una tesi di laurea Ma, se sei qui,...

incipit perfetto

8 consigli per scrivere un incipit perfetto per il tuo libro

L'incipit di un romanzo è davvero una delle cose più difficili da scrivere In quest'epoca di gratificazione istantanea, brevi momenti di attenzione e...

quanti generi letterari ci sono?

Generi letterari: definizione ed elenco

Quante volte sentiamo parlare di "genere letterario" Forse è un concetto poco conosciuto da chi non ama scrivere o leggere, ma che rappresenta un argomento...

dare il titolo giusto

Come trovare il titolo giusto per il tuo libro: la guida pratica

Hai finito di scrivere il tuo libro finalmente Dopo mesi e mesi di fatica è arrivato anche il momento di scegliere il titolo giusto e questo è un compito che...

font migliore per un libro

Qual è il font migliore per il tuo romanzo?

Scegliere il font migliore per scrivere un romanzo non è così semplice Nel self publishing, la libertà di non avere un editore alle spalle consente agli autori...

come scrivere un libro per bambini

Come scrivere un libro per bambini e farlo conoscere

Scrivere un libro per bambini spesso viene considerato un compito meno impegnativo che scrivere un libro destinato ai grandi, ma le cose non stanno...

come scrivere un libro guida completa

Come scrivere un libro dall’idea alla struttura: la guida completa

Introduzione e consigli utili Intreccio, trama, fabula, personaggi, dialoghi, incipit, finale, sono solo alcuni degli elementi che compongono la scrittura di...

Prefazione del libro come si scrive

Cos’è e come si scrive la prefazione di un libro?

La prefazione di un libro rimane sempre un elemento misterioso: è necessaria È utile Ma soprattutto cos'è e come si scrive la prefazione di un...

5 step per scrivere un libro

Come scrivere un libro, i 5 step fondamentali

Hai deciso di scrivere un libro o lo stai già facendo Ecco 5 step, fra cui la Piramide di Freytag, che ti aiuteranno a farlo senza perdere altro tempo 1...

esercizi di scrittura

7 esercizi di Scrittura Creativa da mettere subito in pratica

L’importanza della scrittura creativa Quante volte ti è capitato di andare in libreria e comprare un libro solo perché ti hanno colpito le prime tre o...

genere letterario giallo

Genere letterario Giallo: genesi, sviluppo e caratteristiche

Come è nato il genere giallo Il genere giallo è riconducibile con ogni probabilità a quello poliziesco; ad ogni modo, recentemente, sono nati filoni...

genere letterario horror

Genere letterario Horror: storia, struttura, temi di un genere amatissimo

Come è nato il genere horror Il genere letterario horror non ha un'origine temporale ben specifica in quanto diversi temi horror sono stati scritti fin...

22 Commenti

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.