Quel rischio che dà senso al tuo personaggio

Segue da questo contenuto: “Il divario da cui nasce la Storia”

La differenza che esiste fra la previsione e il risultato; fra il mondo così come lo percepisce il personaggio prima di agire e la verità che scopre nel corso dell’azione, crea una sorta di divario, ed in questo divario un personaggio volitivo e capace avverte o comprende di non poter ottenere ciò che vuole, agendo al minimo e con parsimonia.

Deve farsi forza e lottare per colmare questo divario intraprendendo una seconda azione…

Questa azione successiva è qualcosa che il personaggio non avrebbe mai fatto prima: deve prendersi dei rischi.

Dobbiamo metterci in testa che a volte è necessario uscire dalla nostra zona di comfort. Dobbiamo mettere in gioco qualcosa per ottenere qualcos’altro che desideriamo.

Questo in genere è un dilemma che cerchiamo di evitare con tutte le nostre forze, nella vita reale.

Ma noi dobbiamo abitare i nostri protagonisti, e spingerci oltre.

Ecco un test che possiamo applicare a qualsiasi storia.

Chiediti: “Cosa rischia di perdere il protagonista? Qual è la cosa peggiore che può succedere al protagonista se non riesce a soddisfare il proprio desiderio?”

Se questa domanda non trova una risposta convincente significa che la storia è concepita male nel suo nucleo centrale.

Per esempio se la risposta è: “Se il protagonista dovesse fallire la vita tornerebbe quella di prima”, vuol dire che non vale la pena di narrare questa storia.

La vita insegna che il valore di qualsiasi desiderio umano è direttamente proporzionale al rischio corso per soddisfarlo.

Più alto è il valore, maggiore è il rischio.

Noi diamo il massimo valore a quelle cose che esigono il massimo rischio: la nostra libertà, la nostra vita, la nostra anima.

Tuttavia l’imperativo del rischio è ben più di un semplice principio estetico: è insito nella fonte più profonda della nostra arte.

Noi infatti, non creiamo storie in quanto metafore di vita, ma le creiamo in quanto metafore di un’esistenza significativa e vivere in modo significativo vuol dire essere in pericolo continuo.

Siete disposti a rischiare il vostro denaro per il vostro libro?

Siete disposti a rischiare l’affetto delle persone?

Scrivete per ore e ore cercando di entrare nel mondo dei vostri personaggi, poi spegnete il computer e vi fa male la testa, vi restano poche energie da dedicare al resto, e mentre parlate con il vostri cari pensate al libro e non siete mai realmente presenti…state rischiando.

Rischi tempo, denaro, affetti perché la tua ambizione è forte.

Ciò che è vero per te, è vero di ogni personaggio che crei.

Adesso riscrivo la frase di prima cambiando “umano” con “personaggio” e quindi viene fuori che:

Il valore di qualsiasi desiderio di un personaggio è direttamente proporzionale al rischio che è disposto a correre per soddisfarlo, maggiore il valore, maggiore il rischio.

Aiutaci a migliorare: cosa pensi dei nostri contenuti?

Commenta tramite Facebook
Diventa uno scrittore di successo

Iscriviti per ricevere gratis un contenuto a settimana per migliorare la tua scrittura e la promozione del tuo libro.

30 Commenti

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Sign up
Lost your password? Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.
We do not share your personal details with anyone.