Quante Copie devi Vendere per Recuperare i Costi di Pubblicazione?

Ti sei mai chiesto quante copie del tuo libro devi vendere per poter rientrare dei tuoi costi di pubblicazione e iniziare a guadagnare davvero?

Se sei un selfpublisher e stai puntando a generare dei profitti veri per il tuo libro, allora questa è la domanda più importante che devi porti e io voglio darti la risposta con questo post.

Ti insegnerò un metodo semplicissimo per poter calcolare il punto di break-even per ogni tuo libro.

Il break-even, o punto di pareggio, in finanza è un valore che indica la quantità, espressa in volumi di produzione o fatturato, di prodotto venduto necessaria a coprire i costi precedentemente sostenuti, al fine di chiudere il periodo di riferimento, senza profitti né perdite. Ogni valore di produzione o fatturato superiore al break-even ti permetterà di generare dei profitti positivi.

L’errore che la maggior parte degli autori fa è pensare di guadagnare appena si inizia a vendere la prima copia. In realtà esiste una fase iniziale in cui tutte le copie vendute non servono altro che a coprire i costi fissi sostenuti prima di pubblicare il proprio libro.

Il break-even ti fornirà proprio questa informazione: ovvero a partire da quante copie vendute avrò coperto i costi fissi e ciò che guadagno è un profitto vero?

Sei pronto a scoprirlo? Entriamo subito nel cuore di questo obiettivo. Ogni paragrafo che seguirà costituirà una fase necessaria per calcolare il tuo break-even. Seguimi nei ragionamenti e calcola i valori che ti chiederò a ogni paragrafo.

In questo modo, ottenere questo numero magico sarà semplicissimo. Ti assicuro che cambierà radicalmente il tuo modo di pubblicare e ti darà maggiore sicurezza e motivazione per la tua attività editoriale.

Costi fissi

La prima componente fondamentale che devi determinare è l’ammontare dei costi fissi.

Per costi fissi intendiamo tutti i costi che devi sostenere prima della pubblicazione e che sosterresti a prescindere dal fatto che il libro venda 1 copia o 1000. Sono, cioè, costi che non dipendono al numero di copie vendute (costi variabili) ma sono costi che ci sarebbero stati comunque ed è per questo che si chiamano fissi.

Ecco un elenco dei potenziali costi fissi che un autore affronta per pubblicare il proprio libro.

Attenzione che l’elenco non è esaustivo né esclusivo. Nel senso che ogni autore ha una struttura personale dei costi fissi che è variale e dipende da molti fattori come il tipo di formato pubblicato, le copie, i servizi editoriali richiesti etc. Non è detto che tu abbia sostenuto tutti i costi.

Entriamo nel dettaglio:

  • Costi di stampa
  • Costi di spedizione
  • Costi di realizzazione ebook
  • Costi di produzione audiolibro
  • Costi grafici
  • Costi di impaginazione
  • Costi di editing e correzione bozze
  • Altri costi editoriali
  • Costi di promozione
  • etc.

Quello che devi fare è stilare un elenco dei costi che hai sostenuto prima della pubblicazione del tuo libro.

Cerca di essere dettagliato e preciso e di considerare qualsiasi costo documentabile. Evita di conteggiare per ora costi per attività che hai svolto o hai fatto svolgere, ma che non hanno comportato un esborso di denaro (per esempio la copertina che ti ha realizzato il tuo amico).

Ora che hai calcolato il totale dei tuoi costi fissi è il momento di calcolare il tuo margine di contribuzione, il secondo fattore fondamentale per determinare il tuo break-even come scrittore. 

Margine di contribuzione

Per margine di contribuzione intendiamo la differenza tra il prezzo di vendita del tuo libro e i costi variabili connessi per venderlo.

Immagina che per vendere un libro cartaceo a 12 € tu debba stampare un libro a 3 € e pagare 3 € di spedizione.

Bene il tuo margine di contribuzione sarà il seguente:

Margine di contribuzione = 12 € – 3 € – 3 € = 6 €

Che il tuo margine di contribuzione sia 6 € significa che per ogni vendita riesci a generare un valore pari a 6 €. 

Un errore fondamentale che non devi compiere è quello che nel calcolare il tuo margine di contribuzione tieni conto dei costi fissi. Questo devi assolutamente evitarlo.

Per calcolare il margine di contribuzione devi esclusivamente considerare i costi variabili collegati ad ogni vendita. Per costi variabili intendo ogni costo che varia al variare della quantità venduta.

Facciamo degli esempi pensando ai 3 formati dei libri:

  • Cartaceo: ogni volta che vendi una copia cartacea i costi variabili sono, per esempio, la stampa, la spedizione, l’imballaggio, etc.
  • Ebook: ogni volta che vendi un ebook, per esempio, i costi variabili possono essere i costi tecnici per la gestione del file (stoccaggio nel cloud, etc.)
  • Audiolibri: ogni volta che vendi un audiolibro, per esempio, i costi variabili possono essere i costi tecnici per la gestione del file (stoccaggio nel cloud, etc.)

Nell’esempio che ho fatto sopra ho ipotizzato che tu abbia stampato e spedito ogni singolo libro venduto. Nel caso tu venda il tuo libro affidando la stampa on demand ad una piattaforma come Youcanprint, è chiaro che non affronterai direttamente i costi variabili di stampa e spedizione ma incasserai solo le royalties nette.

In questo caso la royalty netta è proprio il tuo margine di contribuzione e quindi il calcolo sarà più semplice e potrai ottenerlo dividendo la royalty ottenuta per il prezzo di copertina.

Potrebbe interessarti anche: Diritti d’autore (royalty): cosa sono, come sono tassati e come dichiararli

Nel caso tu abbia lo stesso libro pubblicato in più formati ti consiglio di determinare il margine di contribuzione di ogni singolo formato. Questo è importante, perché come vedrai ogni formato ha un margine di contribuzione differente e quindi anche un break-even differente, ed è importante capirlo per poter decidere su quale formato investire per esempio in promozione.

Ora che hai calcolato il totale dei costi fissi e il tuo margine di contribuzione, è il momento di calcolare finalmente il tuo break-even, ovvero quante copie devi vendere per rientrare dei tuoi costi iniziali e produrre profitti netti. 

Break-even (punto di pareggio) formula

La formula per determinare il tuo break-even è semplicissima ed è la seguente:

Break-even = Totale costi fissi in € / margine di contribuzione in €

Il valore che risulterà da questa formula indicherà il numero minimo di copie che dovrai vendere per poter recuperare tutto ciò che hai speso prima della pubblicazione e iniziare finalmente a guadagnare dalla vendita del tuo libro.

Per renderti questo calcolo più semplice ho creato due esempi concreti, vediamoli insieme.

Due esempi concreti

L’esempio che sto per illustrarti è inventato e riguarda la pubblicazione di un libro cartaceo di 100 pagine, 15×21, stampa in bianco e nero e rilegatura in brossura.

L’autore ha fatto un ordine di pubblicazione stampando 1 copia del proprio libro e richiedendo la realizzazione della copertina e l’impaginazione. Il libro verrà venduto a 12 € e l’autore percepirà il 30% sul prezzo di copertina per ogni copia venduta sulla piattaforma. Vediamo i dati:

  • Totale costi fissi (stampa 1 copia, copertina grafica, impaginazione): 55.29 €
  • Margine di contribuzione in €: 3,60 €
  • Break-even: 15,35 copie (55,29 € / 3,60 €)

Facile vero? Il nostro autore ha calcolato il suo break-even e questo significa che gli basterà vendere appena 15 copie del suo libro per recuperare il suo investimento di 55.29 €. Dalla sedicesima copia inizierà a guadagnare e a generare un profitto netto di 3.6 € a copia.

Proviamo a fare un altro esempio.

Il caso in cui l’autore effettua lo stesso ordine, ma richiede per 100 copie del proprio libro per venderle personalmente. Le copie saranno sempre vendute a 12 € dall’autore ad amici e parenti e incasserà integralmente 12 € dalla vendita. Vediamo cosa succede:

  • Totale costi fissi (stampa 100 copie, copertina grafica, impaginazione): 307.99 €
  • Margine di contribuzione in €: 12 €
  • Break-even: 25,66 copie (307,99 € / 12 €)

Il break-even ovviamente si è alzato perché i costi fissi sono molto più alti ma c’è un aspetto interessante. L’autore guadagnerà dei profitti veri a partire dalla 26esima copia. Se ricordi ha ordinato 100 copie significa che vendendo le restanti 75 copie incasserà un profitto netto pari a 900 € (12 € x 75)! Wow, è un risultato incredibile non trovi? 

Inizia a guadagnare con il tuo libro

Conoscere il tuo break-even è fondamentale, perché ti libererà dall’ansia della promozione e soprattutto ti darà la confidenza e la serenità di porti degli obiettivi raggiunti i quali stai generando dei profitti. 

Vedrai come la fiducia in te stesso e la tua motivazione decolleranno quando saprai che hai recuperato i soldi del tuo investimento per la pubblicazione e che per ogni nuova copia che stai venendo stai guadagnando.

Anche per chi non ha l’obiettivo di guadagnare con il proprio libro, conoscere il break-even è comunque utile perché fornisce un orientamento importante nella propria attività editoriale.

Ora che hai appreso questa formula magica non ti resta che utilizzarla. Calcola subito il break-even di ogni tuo libro e di ogni formato. Ti sorprenderai di come sarà facile recuperare i costi di pubblicazione e di come è facile e rapido iniziare a guadagnare con il tuo libro.


Potrebbe interessarti leggere anche:

Finanza per scrittori: come sapere se stai davvero facendo profitti con il tuo libro?

Quanto guadagna uno Scrittore?

Quanto costa pubblicare un libro? La guida pratica e completa

Community ufficiale di Youcanprint

Fai già parte della nostra Community su Facebook?

Il luogo dove ogni giorno postiamo nuovi contenuti gratuiti per Scrivere, Pubblicare e Promuovere il tuo Libro.
Dove Autori condividono le loro idee e si confrontano ogni giorno.
Ci sono già centinaia di Autori che ti stanno aspettando!

Unisciti alla Community

9 Commenti

Rispondi a P.T.R. Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lost your password? Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.
We do not share your personal details with anyone.