Per scrivere un buon libro devi padroneggiare il tuo genere letterario preferito

Vuoi scrivere una saga fantasy? Un thriller? Un romanzo rosa? Qualunque sia il genere che scegli c’è solo una cosa da fare subito: padroneggiarne il genere.

Ecco, ti ho svelato il segreto dei segreti.

Scherzo.

Ciascuno di noi ha un enorme debito nei confronti delle grandi tradizioni narrative.

Non devi, infatti, solo rispettare ma anche padroneggiare il tuo genere e le sue convenzioni.

Vediamo come e perché

Pensi di poterlo padroneggiare perché ti sei sparato tutte le serie Fantasy di Netflix o di Amazon prime video oppure letto qualche saga?

Sei sulla strada sbagliata.

Sarebbe un po’ come pensare di poter comporre una sinfonia sol perché si è ascoltato (a ripetizione) le sinfonie di Mozart.

Il primo consiglio è questo:

Riscoprire se stessi.

Niente accende di più l’immaginazione che dissotterrare (propri) tesori nascosti.

A riguardo ti segnalo alcune letture che io stesso ho fatto:

E venne chiamata Due Cuori di Marlo Morgan

Una stanza tutta per sé di Virginia Woolf

La pratica: Comprendere la meditazione, superare le difficoltà, e stabilire un’abitudine salutare

Come studiare e comprendere meglio i generi letterari?

Il secondo consiglio è questo: fai un elenco dei libri che più credi ti possano piacere e che siano ovviamente affini al genere letterario a cui apparterrà il tuo libro.

Comprali.

Poi leggili ma con con un taccuino per gli appunti accanto.

Segnati queste domande:

  • Cosa succede sempre nelle storie del mio genere?
  • Quali sono le sue convenzioni a livello di tempo, luogo, personaggi e azione?

Fino a quando non avrai le risposte a queste domande, sarai sempre un passo indietro rispetto ai tuoi lettori.

Padroneggiare i generi crea anche un altro vantaggio: mantiene lo scrittore al passo con i tempi, perché le convenzioni ed i generi non sono immutabili ma si evolvono e crescono, si adattano, si modificano e vengono infranti di pari passo con i cambiamenti sociali.

Pensa ai generi in questa chiave: sono delle finestre sulla realtà, delle modalità con cui lo scrittore osserva la vita.

Perché devi padroneggiare i generi?

Se scrivi narrativa di genere è importante riuscire a guidare i tuoi lettori attraverso variazioni ricche e creative delle convenzioni.

Devi fornire al lettore non solo ciò che si aspetta o spera (per esempio se scrivi un romanzo rosa i due amanti si innamorano o si sposano) ma qualcosa di più, superando le sue aspettative.

Non puoi farlo se non hai la piena conoscenza di quel genere, se non sai quali sono i suoi canoni, i suoi punti deboli e i suoi punti di forza.

Padroneggiare il genere è essenziale anche per un altro motivo: scrivere non è un lavoro per velocisti, ma per maratoneti, e quindi stancarsi e mollare è molto facile.

Tenere vivo l’interesse e la passione scrivendo del proprio genere preferito è la miglior medicina contro la stanchezza e l’abbandono!

Scrivi solo in ciò cui credi.

Cosa ne pensi di questo contenuto? Lasciami un commento o scrivimi su donato@youcanprint.it

fonti: Aristotele (la Poetica) A.Hiltunen, R.McKee

15 Commenti

Rispondi a luanazaami Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lost your password? Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.
We do not share your personal details with anyone.