Miriam Spizzichino e la sua esperienza nel mondo del self-publishing

le malattie del nostro mondo

Prosegue il racconto delle esperienze di pubblicazione degli autori che hanno scelto Youcanprint come mezzo per portare nel mercato editoriale le proprie opere. Ecco le parole di Miriam Spizzichino, autrice del libro “Le ‘malattie’ del nostro mondo“, opera che sta riscuotendo numerosi apprezzamenti, guadagnando ottimi posizionamenti nelle classifiche degli store on line.

“Tutto è iniziato tra i banchi di scuola perché, come i miei lettori sanno, io ho solamente vent’anni e fino a qualche anno fa frequentavo il liceo. Qualche mese prima di diplomarmi ho iniziato a scrivere il mio esordio letterario, “Le malattie del nostro mondo”. L’obiettivo era quello di far conoscere ai miei lettori le “malattie” che attanagliano ancora la nostra società. L’idea è nata mentre ero intenta a svolgere un tirocinio presso un centro diurno per disabili (ho frequentato un istituto tecnico per i servizi sociali). Mi domandavo come potevano essere “discriminate” determinate categorie di persone. Che cosa potesse avere di “sbagliato” un ragazzo down, gay o ebreo che sia? Sono nate così 8 piccole storie su 8 argomenti diversi. Spero che in qualche modo tutto ciò possa aiutare a far riflettere, ne abbiamo veramente bisogno”.

“Le ‘malattie’ del nostro mondo” raccoglie otto storie vissute nel silenzio. Otto malattie da cui il mondo ancora non riesce a guarire. Disturbi alimentari, discriminazione razziale, violenza sulle donne, l’incomunicabilità, l’autolesionismo, la solitudine, il bullismo e la lesbofobia. Racconti brevi per riflettere. L’opera è acquistabile in cartaceo e in ebook cliccando qui.

Commenta tramite Facebook
Diventa uno scrittore di successo

Iscriviti per ricevere gratis un contenuto a settimana per migliorare la tua scrittura e la promozione del tuo libro.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Sign up
Lost your password? Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.
We do not share your personal details with anyone.