Top
Youcanprint - Selfpublishing Blog / Self-publishing Ambassador  / Luca Scantamburlo e la sua avventura di selfpublisher con Youcanprint

Luca Scantamburlo e la sua avventura di selfpublisher con Youcanprint

luca-scantamburloIl recente servizio televisivo trasmesso sul canale Italia 1 nel corso degli approfondimenti del TG Studio Aperto, mi dà la possibilità di parlare brevemente della mia avventura con la società di self-publishing Youcanprint.

Io sono un autore di self-publishing già dall’anno 2009 con una società nordamericana del North Carolina. Più di un anno fa decisi di mettere a disposizione del pubblico italiano alcuni dei miei titoli pubblicati in lingua italiana (saggi e narrativa), ed anche nuovi titoli all’epoca ancora inediti. Alcuni di essi erano già pubblicati erano stati editi con una società estera (americana, appunto).

E così il mio primo saggio – intitolato The American Armageddon e pubblicato in lingua italiana ma in USA più di cinque anni fa – prendeva nuova vita, in una nuova edizione, con un nuovo titolo, e riveduto e corredato di foto ed immagini in bianco e nero, per meglio illustrare il mio lavoro saggistico di inchiesta (Nel segno di Nibiru. Dalla Mesopotamia ai segreti vaticani, giugno 2013, YCP).

Quello che mi convinse fu l’assistenza alla pubblicazione, il deposito legale a cura dell’editore on-demand, e la buona qualità grafica e possibilità di distribuzione libraria on-line e non, offerta al mio primo titolo pubblicato con Youcanprint nel maggio 2013: L’ombra del Pianeta X. Storia del Decimo pianeta, fra Servizi segreti ed insider (Youcanprint). Per non parlare del cortese servizio di assistenza telefonica e via chat offerto dalla suddetta società di autopubblicazione italiana: sempre cortese, presente ed a disposizione, nei limiti di orario e di turno.

Società di print on demand come Youcanprint mirano evidentemente a dare voce e pubblico ad autori di nicchia, e così rispondono indirettamente alla crisi di recessione globale che ha già compromesso in parte le fondamenta del commercio editoriale. Infatti sono già stati colpiti, da anni, svariati grandi e medi gruppi editoriali un tempo in salute. In tempi di crisi economica globale (iniziata nel 2008), dunque, esiste un settore (quello editoriale) che può manifestare anche dei caratteri cosiddetti “anticiclici” (espressione usata dagli esperti del settore e dell’economia).

Posso dire che sono pienamente soddisfatto per quanto finora fatto da Youcanprint: anche se ancora i titoli della suddetta non sono in giacenza e negli scaffali delle librerie, possono essere ordinati presso migliaia di punti vendita italiani, e questo è un risultato lusinghiero. Senza appoggi di grandi casi editrici e distributori per la promozione di un libro, un autore sconosciuto per farsi largo e conoscere presso il pubblico può contare soltanto sulle proprie forze, e sulle qualità del narrare (eventi reali o fantastici) e sulla professionalità di chi confeziona il suo prodotto editoriale di autopubblicazione o di pubblicazione presso case editrici piccole: epitesto, realizzazione grafica delle copertine, qualità della carta, correzione bozze, conversione del testo dal cartaceo al testo elettronico per il formato digitale (ebook) ecc.. Tutti servizi – questi elencati – che Youcanprint mette a disposizione dei propri Autori/clienti. Io personalmente ho cercato quasi sempre – tranne in alcune occasioni per la conversione in formato ebook – di arrangiarmi con le mie sole forze.

Naturalmente c’è sempre tempo per migliorare e fare scelte diverse. Errori sono sempre possibili, come i refusi, i quali sono sempre in agguato per gli autori – come me – che in genere tendono a fare da soli il lungo e laborioso lavoro di correzione bozze. Per chi non si fidasse di una lettura personale di correzione bozze, può trovare tale servizio – a pagamento – presso Youcanprint.

Ciò che mi conforta è che il mio ultimo titolo pubblicato con Youcanprint – refusi a parte – è a mio giudizio un discreto libro, sia nella sua veste grafica e di impaginazione, sia nella composizione del suo contenuto. Per chi volesse avere alcune – e parziali – risposte all’affaire Nibiru, potrebbe partire da una lettura del mio ultimo libro: Alla ricerca di Nibiru. Forze occulte del papato nell’epoca del contatto (maggio 2014, YCP). Un libro ovviamente che non dà risposte esaustive. Sono infatti consapevole che una questione così spinosa come quella delle origini del Sistema Solare, della possibile visita extraterrestre sulla Terra in tempi antichi, e del retaggio della cultura mesopotamica connessa all’occulto studio condoto da misteriosi enti e Servizi segreti, non può che aprire un lungo e feroce dibattito. Ma tale questione – quella di Nibiru e delle origini della civiltà sul pianeta Terra – non può essere elusa ancora a lungo da parte della società civile e della classe intellettuale.

Per chi volesse saperne di più, invito alla visione del servizio curato dalla giornalista di Mediaset Sabrina Pieragostini, che mi ha intervistato per parlare di Nibiru e della controversa questione del Pianeta X: infatti come accennavo all’inizio di questo scritto, il 18 luglio 2014 – durante gli approfondimenti del TG serale di Studio Aperto, nella rubrica Extremamente di Sabrina Pieragostini – è andato in onda un servizio sul mito di Nibiru, nel corso del quale alcuni estratti di un’intervista al sottoscritto hanno commentato il servizio televisivo stesso. Per rivedere lo speciale dedicato al mito del presunto corpo celeste chiamato Nibiru, collegarsi al seguente link di archivio di Mediaset:
http://www.video.mediaset.it/video/studioaperto/extremamente/473744/il-mistero-dinibiru. html

Buona visione a tutti.

Luca Scantamburlo
www.angelismarriti.ithttp://apocalissedallospaziolavventodinibiru.blogspot.it

Pierangelo
Nessun commento

Posta un commento