Top
Youcanprint - Selfpublishing Blog / Self-publishing Ambassador  / Luca Olmeda: storia di una passione e dell’incontro con il selfpublishing

Luca Olmeda: storia di una passione e dell’incontro con il selfpublishing

luca-olmedaRaccontare la mia storia … una storia iniziata 42 anni fa ma che ha ancora molte esperienze da condividere e progetti da realizzare, soprattutto in campo editoriale, quindi in piena evoluzione ma si tratta infondo di una storia come tante, che più che descrivere un autore, un poeta, parla innanzi tutto di un uomo intento ad interpretare la sua umile esistenza attraverso un’introspezione accurata ed una costante ricerca di risposte.

Iniziamo col dire che sono nato nel 1972 a Genova dove vivo da sempre, sono stato un bambino dal carattere a volte anche troppo sensibile ed eccessivamente introverso, piuttosto ribelle ed incline ad auto isolarsi. Sicuramente la poesia ha sempre rappresentato la mia passione più profonda e si è manifestata in ogni momento della mia vita, prendendo forma spontaneamente, presto ho imparato che con la poesia si può davvero dire tutto… anche se naturalmente me ne sono reso conto soltanto una volta raggiunta l’età della ragione.

Scrivere  per me significa interpretare me stesso, è  comunicare, esprimersi lasciando il pensiero libero di immaginare  percorsi irregolari e sempre in  costante crescita e mutazione.

Come molti, già dalla tenera età, scrivevo i miei pensieri ovunque … su diari, quaderni, fogli volanti, a mano o con la macchina da scrivere … solo dopo aver acquistato un computer, nei primi anni 90, ho iniziato a trascrivere e salvare tutto o quasi in una memoria virtuale.

In effetti la mia esperienza editoriale, tutt’ora ancora aperta al mondo ed alle novità, ha inizio in un tempo in cui la “prassi” prevedeva un percorso obbligato, ovvero; il manoscritto da inviare all’editore e poi… incrociare le dita sperando che potesse risultare interessante e quindi che arrivasse la tanto sospirata proposta editoriale.

Oggi invece le cose sono fortemente cambiate e, da una parte, sicuramente migliorate, sia per gli autori che per gli editori, per questo posso dire di aver vissuto in prima persona i cambiamenti nel campo dell’editoria, vivendo ogni processo di ammodernamento del settore e la recente e progressiva canalizzazione nel mondo del web … e tutto ciò ha anche contribuito in parte alla mia crescita artistica.

Ricordo gli appuntamenti, infiniti minuti di anticamera per pochi momenti di colloquio che portavano poi all’ennesimo rifiuto, ricordo tanta speranza, tanta delusione ma anche piccole soddisfazioni che ancora oggi rammento con gratitudine, verso chi, in quel momento, ha creduto o solo provato a credere in me dandomi il coraggio di perseverare.

La mia primissima pubblicazione, la consegna al mondo di un mia opera, avviene verso i primi anni 90, grazie ad un concorso pubblicizzato su una rivista del settore. Fino ad allora non avevo mai pensato di proporre agli altri i miei pensieri che tenevo ben nascosti e segreti, ma in quell’occasione, vedere la mia poesia pubblicata su un’antologia poetica mi ha entusiasmato al punto da desiderare di partecipare ancora a concorsi ed eventi e successivamente a pubblicare la mia prima raccolta nel 2007.

E’ in questa circostanza che ho potuto rendere pubblici sia molti dei miei pensieri, sia il mio personale modo di interpretare e considerare la poesia , infatti essa per me rappresenta una forma di espressione e comunicazione che deve regalare più di un’emozione e come meta deve puntare sempre oltre … per questo motivo, in ogni mia pubblicazione, ho sempre colto occasione per  creare progetti benefici coi proventi derivati dai diritti d’autore.

Il mio primo volume , “Il giardino dei gigli” – Edizioni Aletti 2007, prevedeva una raccolta fondi a favore dell’ospedale pediatrico G. Gaslini di Genova più precisamente, il denaro raccolto, è stato impiegato per l’acquisto di strumenti necessari all’aggiornamento tecnologico dell’unità di ortopedia e traumatologia dell’ ospedale.

Una grande soddisfazione, non c’è che dir … insomma sapere che grazie ai propri sentimenti, i propri pensieri sia possibile fare anche del ben … non ha davvero prezzo !

Dopo questa prima pubblicazione ho continuato a scrivere e partecipare a concorsi pubblicando i miei testi su raccolte antologiche diverse, ho partecipato a spettacoli teatrali dove portavo a conoscenza dei miei progetti leggendo pubblicamente i testi tratti dai volumi pubblicati.

Nel 2009 l’idea di ripetere un’esperienza editoriale con una nuova pubblicazione stimola molto il mio estro ma nasce anche l’esigenza di rivolgersi ad un editore che segua una prassi diversa, più sobria e slegata dagli iter burocratici ai quali la maggior parte di tutti gli editori classici sono devoti.

Nel 2010 inizio a raccogliere informazioni circa un nuovo modo di pubblicare, grazie ad Internet apprendo che in pochi anni la tecnologia si è messa anche dalla parte degli editori… il mondo sta cambiando e portando sensibili novità anche in materia di pubblicazione, soprattutto ha permesso l’abbattimento di certi concetti ed alcune regole prima di ora considerati limiti indiscutibili.

Inoltre provo sulla mia stessa pelle la difficoltà nel proporre il tema della poesia agli editori classici, nessuno appare interessato, non più… sono troppi gli autori e troppo bassa la percentuale di vendite, quindi di ritorno di utile a garanzia dell’editore stesso.

E’ un discorso davvero poco diplomatico da farsi per un poeta ma spero aiuti a capire come vanno le cose o come siano andate a me personalmente!

L’alternativa quindi sembra essere la pubblicazione “on-demand”.

Con questa tecnica, l’autore può scegliere di stampare quante copie del volume desidera ed in qualunque momento grazie alla stampa digitale, si può inoltre disporre di un servizio di vendita on-line gestito dall’editore.

Molti autori emergenti si stanno già orientando verso questa innovativa tecnica e così anche io mi rivolgo a chi sembra essere l’editore più competente e conveniente sulla piazza (o meglio sul web) e pubblico la mia seconda raccolta di poesie dal titolo “Senza ritorno – ricordi di un viaggio” – Uni-service edizioni/2011.

Al libro è legato un progetto benefico a favore di ANVOLT Genova, l’associazione nazionale volontari lotta ai tumori, nata a Milano nel 1984. Insieme all’associazione organizzo alcuni eventi presso le librerie Giunti al punto della Liguria e Lombardia e presso la sede Anvolt di Genova, dove oltre a farmi conoscere come autore, posso sensibilizzare il lettore sull’attività della onlus.

L’opera è venduta e distribuita, in formato cartaceo, con ottima soddisfazione.

Attraverso questi ed altri incontri, tra la prima e la seconda pubblicazione, ho avuto la possibilità di incontrare i miei lettori e sostenitori, sono rimasto in contatto quasi con tutti loro grazie ai social network e le piattaforme web messe a disposizione dall’ editore.

Nello stesso periodo, la conoscenza con il musicista Giacomo Caliolo (ex bassista della storica band Rondò Veneziano) mi propone un confronto con il mondo della musica utilizzando i miei versi per la realizzazione di testi musicali. Questa meravigliosa ed unica esperienza mi consente un ulteriore passo avanti nella mia crescita artistica, poiché è soprattutto quando la poesia incontra la musica che si riflette dentro l’anima il suo significato più profondo.

Si ispireranno proprio alla musica i miei progetti futuri ma anche il mondo della musica è cambiato e sta cambiando ancora e presto sarà possibile toccare con mano una nuova era !

Ma prima, a parte tanto lavoro da svolgere e cammino da percorrere, parlerò qui del mio terzo progetto editoriale.

Personalmente credo che il segreto per rimanere soddisfatti del proprio agire sia solo nella passione che impieghiamo in tutto ciò che facciamo… nel mio caso, quando la poesia sgorga dal cuore, si evita di incappare in inutili preoccupazioni e selettive selezioni con editori e lettori inoltre, chi leggerà i nostri lavori, si renderà presto conto di quanto valga ciò che desideriamo comunicare !

Il titolo della mia terza opera è appuntohttp://www.youcanprint.it/youcanprint-libreria/narrativa/passione.html- YouCanPrint 2013.

Si tratta di una raccolta di pensieri sulla vita, sull’amore, sul bisogno di fermarsi un momento per capire se stiamo davvero mettendoci passione in questo nostro vivere oppure lasciamo solo che la vita ci scorra dentro e fuori senza imporre volontà.

Il volume è acquistabile in libreria oppure on-line sul sito www.youcanprint.it ma non solo… la mia esperienza con YouCanPrint nasce sul web dove le ultime novità in materia di editoria sono rappresentate dal self-publishing, editori di se stessi! L’autore, grazie ad una piattaforma messa a disposizione dal servizio, che comunque espleta tutte le formalità legate al diritto di autore ecc, realizza ed impagina la propria opera seguendone direttamente anche l’iter di pubblicazione ed immissione sul mercato editoriale, si può scegliere di pubblicare in formato cartaceo o digitale (e-book) o entrambi e comparire quindi anche sul Web (Amazon, IBS, Deastore, La Feltrinelli, In Mondadori, Hoepli, Unilibro, Webster, Libreria Universitaria, Ebay e molte altre ) il volume è acquistabile alle casse di 4.000 o forse più, librerie fisiche d’Italia e non solo !

La logica del servizio è comunque quella di seguire e comprendere questo mondo in costante mutazione, cercando di interpretare le differenti esigenze del mercato inoltre, può sicuramente semplificare i processi di pubblicazione e permettere la condivisione e interazione tra autore e lettore. Youcanprint infatti è un servizio che si occupa non solo di autori ma anche di lettori che coinvolge in un vicendevole scambio di opinioni ed esperienze.

Penso che avrei potuto pubblicare già dalla mia seconda opera, nel 2011, in questo ultimo modo… ma forse ho voluto arrivarci a piccoli passi, seguendo una progressiva crescita e lenta mutazione di stile.

Il mio prossimo progetto sarà la realizzazione di qualcosa che vada oltre la poesia ed abbracci anche la musica, libri ma anche canzoni… un prodotto che rappresenti un punto di partenza ma non abbia precise mete, un progetto che mi dia, mi auguro, la possibilità di crescere artisticamente e ulteriormente e che mi conduca verso nuovi orizzonti e nuovi spazi, che mi spinga oltre i limiti della mia immaginazione.

Spero mi accompagnino i lettori, ai quali offrirò una nuova visione della poesia e, naturalmente, spero anche in un editore pronto a mettersi in gioco insieme a me !

Luca Olmeda


Acquista “Passione” di Luca Olmeda cliccando qui

Pierangelo
Nessun commento

Posta un commento