Top
Youcanprint - Selfpublishing Blog / Guide Pratiche  / Creare e gestire un ebook: la guida completa a CALIBRE
Guida completa a calibre

Creare e gestire un ebook: la guida completa a CALIBRE

Calibre è un software libero, open source, multipiattaforma dedicato alla gestione degli ebook, ma non, solo. È un convertitore ePub-mobi ed un ebook reader.

Possono essere molti i motivi per cui tu abbia bisogno di un ebook in formato EPUB.

Vuoi pubblicare un libro in totale autonomia in formato ebook? L’EPUB è la soluzione migliore perché offre la massima compatibilità ed un’esperienza di lettura unica. Puoi pubblicarlo su Amazon Kindle, Kobo e su tutti gli altri store online in modo semplice ed efficace.

Vuoi portare i tuoi documenti con te? Prova a leggere un PDF su uno smartphone. Nella maggior parte dei casi dovrai zoomare oppure leggerlo in modalità Landscape (col telefono in orizzontale) per far entrare qualche pixel in più nella schermata.

L’EPUB invece ha una struttura fluida, il testo si adatta automaticamente allo schermo del dispositivo da cui lo si legge e tu non dovrai fare nulla se non aprirlo e leggerlo (per lo più tutto con una sola mano, vantaggio non da poco).

Ci sono diverse soluzioni che permettono di convertire un file Word o Open Office (e simili) in un file EPUB.

In questo articolo ci soffermiamo su quello che è probabilmente il più user friendly. Calibre permette di fare tutto in pochi click (probabilmente meno di 10 se abbiamo un buon file di partenza). Uno strumento semplice da usare ma che può garantire un’ottima qualità. Allo stesso tempo è ricco di funzionalità ed opzioni anche per gli utenti più esperti.

Cos’è – A cosa serve

In parte lo abbiamo già detto. CALIBRE è principalmente un software di conversione e gestione degli  ebook ma non solo. Permette anche l’acquisto di ebook da numerosi store online ed ha un visualizzatore integrato per leggerli. Ha anche un gestore di notizie incorporato che scarica automaticamente notizie da quasi 1600 fonti come “The Economist”, “National Geographic”, “The Wall Street Journal”, “ Forbes”, e molti quotidiani italiani. Una funzione molto utile per chi ha la necessità di approfondire notizie e articoli scientifici ed economici.

Sono comunque la semplicità d’uso e l’ampia compatibilità i punti di forza di Calibre

Semplicità ottenuta grazie ad una interfaccia semplice e personalizzabile, con menù contestuali efficaci che permettono di raggiungere qualunque opzione senza troppe ricerche. Le opzioni principali e più usate sono subito disponibili mentre quelle più avanzate ed utili ad utenti più esperti, si trovano nei vari menù. 

Calibre permette di esportare file compatibili con quasi tutti gli e-Reader (come Kindle, Kobo, Tolino) e dispositivi più generici come PC, smartphone, tablet ecc. Può convertire dozzine di tipi di file diversi, ma su questo ci soffermeremo più avanti.

Attualmente la versione più aggiornata è la 3.48 ed è quasi interamente in italiano tranne per qualche opzione secondaria aggiunta nelle ultime versioni ed ancora non tradotta.

Download di Calibre

Per scaricarlo è sufficiente visitare il sito ufficiale alla pagina dei Download dove ci sono tutte le versioni attualmente sviluppate:

Windows: PC con Sistema operativo Windows Vista, 7, 8 e 10
macOS: Mac con Sistema operativo macOS 10.9 (Mavericks) e superiori
Linux
Portable: versione portatile da installare su chiavetta e compatibile con Windows da Vista in su
Windows 64bit: Installabile parallelamente alla versione standard

Esistono anche versioni compatibili con sistemi operativi più vecchi

Windows XP: clicca qui
macOS 10.8 (Mountain Lion): clicca qui
macOS più vecchio di 10.8: clicca qui

Primo avvio di Calibre

La schermata principale contiene già tutte le opzioni principali. Puoi convertire il tuo libro in formato epub anche soltanto usando i pulsanti in alto (scopriremo più avanti come sia possibile addirittura fare tutto in 3 soli click). A seconda del risultato che vorrai ottenere dovrai comunque “sistemare” Calibre perché si adatti alle tue esigenze.

Il menù in alto è dedicato alle funzioni di conversione e gestione degli ebook e agli strumenti principali di Calibre.

L’area centrale visualizza l’elenco di tutti i file che vengono importati in Calibre

La colonna di sinistra contiene dei filtri cliccabili, utili quando la lista diventa molto lunga. Quella di destra contiene le informazioni del file selezionato.

In basso invece è presente una barra di stato che visualizza la versione di Calibre attualmente in uso, il numero di libri importati, un pulsante che gestisce gli elementi da visualizzare nella schermata principale e il numero di “lavori” in corso, ovvero tutte le conversioni o download di notizie che il programma sta svolgendo in tempo reale.

Il processo di conversione: Le operazioni preliminari – (demo video)

Il pannello delle preferenze è il primo che dovrai guardare. Si trova a destra, alla fine del menù in alto. Contiene tutte le opzioni per la personalizzazione dell’interfaccia, le opzioni di conversione, importazione, esportazione, condivisione e sul comportamento di Calibre.

Noi ci occuperemo soprattutto delle opzioni di conversione.

Profilo di input

Permette la gestione dell’importazione di fumetti, gli ormai vetusti FictionBook (formato FB2), PDF, RTF, TXT e DOCX.

Cliccando su ogni formato nella colonna a sinistra, potrai visualizzare le varie opzioni e sorvolando con il cursore del mouse su ogni opzione, comparirà un piccolo riquadro con la relativa spiegazione (questo vale per tutte le opzioni del programma quindi tienilo bene a mente se trovi qualche opzione che non sai come interpretare)

I formati più diffusi per i documenti sono PDF, RTF e DOCX. Un libro lo si scrive in word o open office, (non lo scriverai mica in TXT!). Quindi i profili che ti interessano saranno proprio PDF, RTF e DOCX in quanto non ci sono al momento dei profili specifici per i file OpenOffice.

Non è obbligatorio usare nessuna delle opzioni che si trovano lì. Puoi convertire un file  ignorando totalmente questo pannello ma ci sono due opzioni particolarmente importanti per avere un risultato di una certa qualità e si trovano entrambe nel profilo docx:

– Do not add a page after every endnote: in caso di note a piè di pagina, il programma potrebbe forzare un’interruzione di pagina. Questo è sconveniente in quanto l’epub è un formato fluido ed inserire delle interruzioni in punti che non siano la fine naturale di un capitolo, potrebbe creare degli ampi spazi vuoti, molto evidenti in software di lettura a doppia colonna come Adobe Digital Editions.

– Render superscripts and subscripts so that they do not affect the line height: la presenza di apici o i pedici in una riga, provoca un aumento dell’interlinea di quella riga. Questa opzione lo impedisce garantendo omogeneità grafica nello scorrimento del file ed un aspetto molto più professionale.

Opzioni Comuni

Sono opzioni trasversali che valgono per tutti i formati e che riguardano la formattazione del testo e della pagina, nonché della struttura del file e dell’indice.

Anche in questo caso si può ignorare tutto ma ci sono delle opzioni fondamentali da considerare per avere un risultato di qualità.

Sezione ASPETTO
CARATTERI – integra tutti i caratteri nel documento: piuttosto auto esplicativo. Calibre importa i font che sono stati utilizzati nel word di partenza. Molto utile se si è scritto un documento con dei font particolari e si ha l’esigenza che quei font siano presenti anche nell’epub.
CARATTERI – altezza riga: regola l’interlinea. È importante impostarla a 0 per evitare un particolare tipo di errore che rende impossibile la pubblicazione su Amazon!
TESTO – punteggiatura semplice: converte la punteggiatura tipografica in punteggiatura semplice. Per capirci meglio queste virgolette con queste virgolette “. Le prime sono ovviamente più belle ed eleganti, ma non sono presenti in tutti i font e non tutti i lettori le renderizzano correttamente. Meglio avere una punteggiatura graficamente meno bella ma presente che rischiare di pubblicare un libro con punteggiatura mancante o renderizzata in modo bizzarro (quadratini o segni neri)

Sezione STRUCTURE DETECTION
Marcatore capitoli: data la natura fluida dell’epub è importante che i capitoli siano ben strutturati ed evidenziati. È consigliabile scegliere l’opzione pagebreak inserisce un’interruzione di pagina prima del capitolo, in modo che inizi in una nuova sezione (funziona se inserisci le interruzioni di pagina sul word di partenza, cosa altamente consigliata). Questo semplificherà enormemente il lavoro che ci sarà da fare per la creazione dell’indice interattivo alla fine del processo di conversione.

Profilo di output

Calibre consente di convertire un documento in numerosi formati. In questo pannello ci sono le impostazioni di conversione per ognuno di questi formati.

Ci concentreremo su quelli relativi al formato EPUB, oggetto di questa guida. Anche in questo caso c’è da fare particolare attenzione a due opzioni (tutto il resto può restare deselezionato):

EPUB – Mantieni le proporzioni della copertina: è importantissimo selezionare questa opzione per evitare che la copertina venga deformata per adattarsi a schermi di formato diverso. La copertina è uno degli aspetti più importanti per un libro e deve mantenere le proporzioni in cui è stata creata.

EPUB – Epub version: questa opzione determinerà le sorti del tuo ebook e meriterà un approfondimento a parte. Per il momento è importante sapere che la maggior parte degli epub in commercio è EPUB2 nonostante questa versione non sia più aggiornata dal 2014 per favorire la diffusione dell’EPUB3. Pertanto, sebbene l’EPUB3 abbia una qualità tipografica migliore, compatibilità con HTML 5.2 e funzioni di accessibilità migliorate, è ancora conveniente convertire in EPUB2 in attesa che il mondo dell’editoria si decida a fare il grande passo verso la migrazione alla nuova versione.

Il processo di conversione 2: Importare un file per la conversione

Ricordi che per i profili di input ho menzionato il formato word docx e non il doc? Bene. Calibre supporta solo il docx e non l’ormai obsoleto doc. Se hai dei file word in formato doc, salvali in docx o in rtf. Entrambi sono supportati da Calibre.

Ci sono diversi modi per importare un file su calibre:

  • La più semplice è trascinare il file dalla cartella in cui si trova alla finestra principale di Calibre.
  • Cliccare sul pulsante Aggiungi libri, solitamente il primo da sinistra nel menù principale in alto.
  • Cliccare col tasto destro del mouse sul pulsante Aggiungi libri per delle opzioni di importazioni più avanzate.

Il file verrà importato e comparirà nella parte centrale della schermata principale di Calibre.

Il processo di conversione 3: I metadati – (demo video)

Dopo aver selezionato il file importato clicca sul pulsante Modifica metadati nel menù in alto.

Si aprirà una finestra dove potrai gestire i metadati del futuro ebook. Dovrai scrivere un titolo, il nome dell’autore, caricare un’immagine di copertina, selezionare la lingua ed inserire eventuali parole chiave nel campo TAG.

Una volta finito premi il tasto ok. Ora siamo pronti per la conversione vera e propria.

Il processo di conversione 4: la conversione

Se hai fatto tutte le operazioni che ho descritto nei capitoli precedenti ora non dovrai fare più nulla!

Clicca sul pulsante Converti libri sempre nel menù in alto e si aprirà una finestra dove troverai tutto già compilato ed impostato.

  • In alto a sinistra vedrai il formato di input, quello che hai caricato e devi convertire.
  • Nel menù a sinistra varie opzioni per la conversione, molte delle quali già affrontate prima. Scoprirai, cliccandoci sopra, che le opzioni che avevamo selezionato prima, sono già preimpostate.
  • In alto a destra invece potrai scegliere il formato di output, ovvero il formato in cui dovrai convertire il tuo file. Nel caso di questa guida è l’EPUB.
  • Il menù a destra contiene i metadati che avevamo già precompilato all’inizio

Ora basta premere OK in basso a destra per convertire il file. Il processo durerà pochi secondi, dopodiché comparirà una voce epub nella colonna a destra della schermata principale.

Nel capitolo sul primo avvio avevo scritto che è possibile convertire un file in soli 3 click. Dovresti aver già capito quali sono ma li riassumo qui:
Click1: per trascinare il file dalla cartella in cui si trova nella finestra di Calibre
Click2: sul pulsante Converti libri nel menù in alto di Calibre
Click3: sul pulsante OK nella finestra che si apre dopo il click2

E’ una situazione estrema che richiede che tutto sia già pronto da prima e Calibre sia già impostato correttamente. Un esercizio di stile che però dimostra perfettamente la caratteristica principale di Calibre: essere user friendly!

Il processo di conversione: indice e ritocchi finali – (demo video)

Il tuo ebook in formato EPUB è quasi pronto. Occorre impostare l’indice e controllare che la struttura del file vada bene. Una procedura molto semplice che, però, può essere spiegata meglio con un breve video di 2 minuti

Dal video avrai visto che prima creo l’indice eliminando la voce preimpostata e scegliendo di generarlo dal file. Così facendo l’indice viene costruito automaticamente seguendo la divisione in capitoli e prendendo automaticamente il titolo del capitolo come nome della voce dell’indice.

Dopodiché ho inserito l’indice nel file e l’ho spostato subito dopo la copertina.

L’ultimo passaggio è fondamentale. Dalla sezione “content.opf” che trovi sul menù a sinistra, bisogna eliminare nel codice HTML la parte #calibre_generated_inline_toc.

È fondamentale farlo se vuoi pubblicare l’ebook su Amazon. È sufficiente che ci sia questa semplice stringa perché Amazon rifiuti l’ebook.

Mi raccomando anche di non cancellare le virgolette finali, bisogna cancellare solo quello che è evidenziato qui

Alla fine resterà soltanto href=”toc.xhtml” />

Il file convertito si troverà nella Biblioteca di Calibre. Per raggiungerlo direttamente clicca con il tasto destro sul file convertito nella schermata principale di Calibre e seleziona la voce “Apri la cartella contenente” nel menù a tendina

Quanto costa?

Zero. Calibre è completamente gratuito ma nel menù principale è presente un pulsante per chi vuole fare donazioni.

Pro e contro

Come ogni cosa ha i suoi pro e i suoi contro

PRO:
– La semplicità d’uso
– La moltitudine di formati supportati
– E’ personalizzabile in numerosi aspetti

CONTRO:
– Complessità delle funzionalità più avanzate
– I file che vengono caricati, si duplicano nella biblioteca, occupando spazio prezioso sull’hard disk
– La conversione da un file PDF non è consigliabile

Considerazioni finali

Come ampiamente detto Calibre è semplicissimo da usare, ma questo solo in superficie e per le operazioni di base. Basta addentrarsi un po’ in qualche funzionalità più avanzata per perdersi completamente nella complessità delle opzioni proposte.
Eccelle più nella catalogazione di una vasta biblioteca di ebook piuttosto che nella creazione di un ebook in sé.

Ciononostante resta uno strumento popolare e molto utilizzato grazie ad un’interfaccia grafica ben pensata che lo rende intuitivo. L’autore esordiente che vuole convertire da sé il suo libro nel formato EPUB troverà in Calibre uno strumento affidabile.

Commenta tramite Facebook
Marco Luigi Palma
Nessun commento

Siamo spiacenti, i commenti sono chiusi in questo momento.

Consiglieresti Youcanprint e il suo Blog ad amici o colleghi?

ESPRIMI IL TUO FEEDBACK