Scrivere

Il punto d’attacco: scrivere l’inizio di un libro

4 minuti di lettura 4 Commenti
  • Home
  • /
  • Scrivere
  • /
  • Il punto d’attacco: scrivere l’inizio di un libro
come iniziare a scrivere un libro

Lo so, è un titolo un pochino presuntuoso. Ma lo è solo in apparenza.

Seguimi.

Quando si dovrebbe alzare il sipario? 

Qual è il momento giusto per far iniziare la Tua Storia?

Da dove, la Tua Storia, esattamente deve iniziare per essere raccontata al mondo?

Ci hai mai pensato?

Esiste un momento, quello giusto, non uno qualsiasi, in cui dovresti schioccare le dita e dire ok, è da qui che il mio libro deve iniziare e quel momento è il punto d’attacco.

Il punto d’attacco deve coincidere con il momento in cui il personaggio deve prendere una decisione importante.

Abbiamo un buon punto d’attacco quando già all’inizio della narrazione è in gioco qualcosa di importante.

Cosa porta un personaggio a scatenare una serie di eventi che potrebbero distruggerlo o permettergli di riuscire nel suo scopo?

La risposta è una ed è una sola: la necessità.

Ci deve essere qualcosa in gioco, qualcosa di impellente ed estremamente importante…

Un libro dovrebbe iniziare quando almeno un personaggio è arrivato ad un punto di svolta nella sua vita.

Abbiamo un buon punto d’attacco quando già all’inizio della storia è in gioco qualcosa di vitale, oppure il personaggio deve prendere una decisione importante, oppure esiste un conflitto adombrato cioè un qualcosa che è già accaduto prima dell’attacco e le conseguenze si scatenano nell’attacco o pochissimo più avanti.

Pensa ai libri oppure ai film più belli che hai visto.

Succede proprio questo, solo che non ci avevi fatto mai caso, vero?

È successo anche a me.

Succede quando comprendi i meccanismi più intimi di qualcosa.

Ecco alcuni esempi concreti, ma ti prego di propormene altri anche tu

Il Gladiatore

Punto d’attacco: il comandante Massimo (Russell Crowe) con la sua ultima grande vittoria genera odio e risentimento in Commodo erede alla guida dell’Impero Romano e per questo, tenterà di ucciderlo.

abbiamo un buon punto d’attacco quando all’inizio della storia è in gioco qualcosa di vitale

Il Re Leone

Punto d’attacco (il piccolo Simba viene presentato come il futuro re, la gelosia dello zio causerà la morte del padre e il suo esilio volontario).

abbiamo un buon punto d’attacco quando già all’inizio della commedia è in gioco qualcosa di importante.

Matrix

Punto d’attacco: Neo, Keanu Reeves, è in pericolo di vita.

Vediamo insieme che tipo di telefonata riceve subito nei primi minuti del film.

Neo, Keanu Reeves, è ricercato da agenti non ancora ben identificati. Riceve una telefonata mentre è nel suo ufficio.

Non c’è tempo Neo, sono arrivati ti stanno venendo a prendere, segui alla lettera quello che sto per dirti: la finestra alla tua sinistra, avvicinati, aprila, puoi usare il ponteggio per arrivare sul tetto e scappare.

No no! Non se ne parla!

Ci sono due modi per uscire dall’edificio Neo: uno è grazie al ponteggio l’altro è in stato d’arresto, corri comunque un rischio sta a te decidere.

– Click. Fine della conversazione telefonica.

Abbiamo un buon punto d’attacco quando già all’inizio della commedia è in gioco qualcosa di importante.

La Metamorfosi (Kafka)

Punto d’attacco: Gregor Samsa si sveglia scarafaggio. C’è altro d’aggiungere?

Un libro dovrebbe iniziare quando almeno un personaggio è arrivato ad un punto di svolta nella sua vita.

Il Signore degli Anelli

Punto d’attacco: Bilbo Beggins scompare improvvisamente e come per magia davanti agli occhi degli invitati durante il suo compleanno. Frodo suo nipote, riceve l’anello…

Abbiamo un buon punto d’attacco quando all’inizio della storia è in gioco qualcosa di vitale.

Ora ti chiedo:

Quanto diventa necessaria l’azione, la reazione dei protagonisti negli esempi visti sopra?

Direi praticamente vitale.

Il punto d’accatto di tutti questi capolavori è micidiale.

Non lascia scampo, la Storia inizia con un innesco perfetto in un continuum spazio temporale che inchioda il lettore o lo spettatore, e lo “condanna” a seguire per forza l’evoluzione della storia.

Cosa farà il Protagonista?

Qui c’è un contenuto che potrebbe interessarti sul divario fra ciò che il protagonista si aspetta con la sua azione e ciò che veramente poi accade, lo trovi cliccando qui.

Quindi che si parli di inizio in media res, che si parli di flash back o altre “tecniche” adesso hai fatto uno step in avanti perché conosci quello che è alla base, quello che c’è “prima”, il meccanismo che ti farà utilizzare qualsiasi “tecnica” tu sceglierai nel migliore dei modi.

Fonte: L’arte della Drammaturgia – Lajos Egri

Correlati

Ti potrebbe interessare anche:

congiungitvo

Il se vuole sempre il congiuntivo? Teoria, esempi, trucchi per ricordare

Il se vuole sempre il congiuntivo Bella domanda, anche perché già quando si parla di congiuntivo le cose si fanno difficili Tuttavia chi scrive, che sia un...

Umberto Eco Tesi di Laurea

I 6 consigli di Umberto Eco per scrivere una tesi di laurea

Il saggio di Umberto Eco "Come si fa una tesi di laurea" (Bompiani, 1977) parte dai fondamentali, spiegando che cos'è una tesi di laurea Ma, se sei qui,...

incipit perfetto

8 consigli per scrivere un incipit perfetto per il tuo libro

L'incipit di un romanzo è davvero una delle cose più difficili da scrivere In quest'epoca di gratificazione istantanea, brevi momenti di attenzione e...

Come trovare il titolo giusto per il tuo libro: la guida pratica

Hai finito di scrivere il tuo libro finalmente Dopo mesi e mesi di fatica è arrivato anche il momento di scegliere il titolo giusto e questo è un compito che...

Generi letterari: definizione ed elenco

Quante volte sentiamo parlare di "genere letterario" Forse è un concetto poco conosciuto da chi non ama scrivere o leggere, ma che rappresenta un argomento...

font migliore per un libro

Qual è il font migliore per il tuo romanzo?

Scegliere il font migliore per scrivere un romanzo non è così semplice Nel self publishing, la libertà di non avere un editore alle spalle consente agli autori...

scrivere un libro per bambini

Come scrivere un libro per bambini e farlo conoscere

Scrivere un libro per bambini spesso viene considerato un compito meno impegnativo che scrivere un libro destinato ai grandi, ma le cose non stanno così...

Cos'è e come si scrive la prefazione di un libro

Cos’è e come si scrive la prefazione di un libro?

La prefazione di un libro rimane sempre un elemento misterioso: è necessaria È utile Ma soprattutto cos'è e come si scrive la prefazione di un libro È...

come scrivere un libro guida completa

Come scrivere un libro dall’idea alla struttura: la guida completa

Introduzione e consigli utili Intreccio, trama, fabula, personaggi, dialoghi, incipit, finale, sono solo alcuni degli elementi che compongono la scrittura di...

genere letterario horror

Genere letterario Horror. Storia, struttura, temi di un genere amatissimo

Come è nato il genere horror Il genere letterario horror non ha un'origine temporale ben specifica in quanto diversi temi horror sono stati scritti fin...

scrittura creativa esercizi

7 esercizi di Scrittura Creativa da mettere subito in pratica

L’importanza della scrittura creativa Quante volte ti è capitato di andare in libreria e comprare un libro solo perché ti hanno colpito le prime tre o...

genere letterario giallo

Genere letterario Giallo: genesi, sviluppo e caratteristiche

Come è nato il genere giallo Il genere giallo è riconducibile con ogni probabilità a quello poliziesco; ad ogni modo, recentemente, sono nati filoni...

genere letterario avventura caratteristiche

Genere letterario Avventura: caratteristiche, temi e curiosità

La letteratura, per definizione, è quel grande contenitore che rappresenta l'insieme delle varie opere che sono state scritte nell'ambito di una Nazione o di una...

4 Commenti

Rispondi a Marilyn Kunrow Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.