Self-publishing Ambassador

Deborah M. e la sua esperienza con Youcanprint

5 minuti di lettura

deborah-mSalve a tutti! Mi chiamo Deborah M., ho venticinque anni, sono siciliana e laureata in Beni Culturali Archeologici. Ho scelto questo corso perché ho sempre amato l’arte in tutte le sue forme ed espressioni. Mi piace dipingere, fotografare paesaggi e leggere romanzi di qualsiasi genere, dal fantasy al rosa, dall’erotico al thriller, passando anche per gli intramontabili classici. La lettura è sempre stata un preziosissimo aiuto durante i momenti più difficili e stressanti della mia vita: quando m’immergo in una storia ed entro in sintonia con i personaggi, la mente si svuota di tutti i pensieri ed io mi sento leggera e in pace con me stessa.

Appena terminati gli studi universitari, ho deciso di cimentarmi nella stesura di una storia tutta mia, che mi frullava nella testa già da un po’ di tempo. E così, un giorno, ho preso un block notes e una penna – ebbene sì, in questo senso sono ancora all’antica –, mi sono seduta alla mia scrivania e ho iniziato a buttare giù le prime righe. Riempito un foglio, ho capito che ciò che stavo facendo mi piaceva davvero e che non mi sarei fermata finché non avessi scritto la parola ‘fine’. È così che è nato Scioglimi, primo volume della trilogia romantica/erotica ‘One night only’, che narra la turbolenta e appassionata storia d’amore tra Angelica e Ivan.

Il mio desiderio era che gli altri leggessero la mia opera – e con altri intendo persone al di fuori della cerchia composta da amici e parenti – , quindi ho deciso di sfruttare la grande possibilità offerta dall’auto-pubblicazione, di cui avevo già sentito parlare. Facendo un approfondito giro su Internet e mettendo a confronto le varie piattaforme di self-publishing, Youcanprint mi è sembrata la migliore, perciò ho affidato allo staff la mia opera, curata personalmente da tutti i punti di vista: editing, conversione del file e copertina, che non è nient’altro che un audace autoscatto. Ho sempre amato fare le cose da sola, perché sono testarda come un mulo, e penso che ormai sia tardi per cambiare. Tuttavia, non me ne rammarico.

Avevo scritto Scioglimi in poco tempo, di getto, in base a ciò che mi aveva dettato il cuore, e non avevo grandi aspettative, perché ero consapevole che per un’autrice emergente non è facile farsi strada. Una volta pubblicato l’ebook in tutti gli store, tramite Facebook ho cercato di far conoscere il romanzo il più possibile: per prima cosa ho creato una pagina autore; poi, mi sono iscritta a svariati gruppi di lettura, prediligendo quelli riguardanti la narrativa rosa ed erotica, e come una vera stalker, ho mandato richieste d’amicizia a caso ai membri di questi gruppi. Molte ragazze hanno accettato e, incuriosite, hanno chiesto informazioni sull’ebook, acquistandolo il più delle volte (la trama, il genere, la copertina intrigante e il prezzo allettante sono stati di grande aiuto in tal senso). Spesso postavo anche degli estratti, in modo da attirare l’attenzione del pubblico femminile.

Con questi piccoli accorgimenti e il passaparola derivante dalle prime entusiaste lettrici, Scioglimi ha ottenuto un successo di cui ancora non riesco a capacitarmi, riuscendo a vendere oltre 1200 copie in meno di quattro mesi. Tutt’oggi, a distanza di quasi cinque mesi dall’uscita, è ancora nella classifica bestseller di Amazon in letteratura erotica. Il secondo volume della trilogia, Coglimi, uscito due mesi dopo, sta ricalcando le orme del primo e spero che anche l’ultimo, Conquistami, pubblicato pochi giorni fa, riesca a fare altrettanto.

Sicuramente, quello che sto vivendo è un sogno ad occhi aperti: ho delle lettrici meravigliose, che mi sostengono ogni giorno con il loro entusiasmo e affetto, dandomi la carica nei momenti in cui l’ispirazione sembra venire meno. Chiamarle lettrici, in realtà, sarebbe riduttivo: loro sono a tutti gli effetti delle care amiche, alle quali non potrei mai rinunciare, perché fanno parte della mia vita.

Devo ammettere, tuttavia, che esiste anche un altro rovescio della medaglia, senza dubbio meno entusiasmante. C’è molta ‘insana’ competizione tra gli scrittori auto-pubblicati e spesso, per emergere sui ‘rivali’, ci si avvale di mezzi poco corretti, che danneggiano chi vuole giocare pulito e arrivare al traguardo senza far del male a nessuno. Questo succede un po’ in ogni campo e il mio consiglio è quello di non prendersela troppo e continuare a lottare per ciò in cui si crede, senza arrendersi mai.

Ho deciso di raccontare questa mia esperienza di piccola scrittrice indipendente nella speranza che sia in qualche modo di esempio a chi deciderà di lanciarsi in questa elettrizzante avventura. Sono molto felice dei miei risultati e un grazie doveroso va anche a Youcanprint, che mi ha permesso di concretizzare il mio sogno. Sono al lavoro su altre opere e sono certa che continuerò ad affidarle a questa piattaforma, seria ed efficiente. Mi sono sempre trovata bene e non mi pento di averla scelta.

È stato bello farvi conoscere qualcosa di me. Un caloroso abbraccio da Deborah M.

Che cosa posso dire per concludere? Buon self-publishing a tutti!

Ecco la mia trilogia raccolta in un univo volume cartaceo:

Scioglimi, coglimi, conquistami

Correlati

Ti potrebbe interessare anche:

Laura Latini: “Leggere e scrivere, un piacere e un modo per imparare a riflettere”

Salve, mi chiamo Laura Latini Sono nata a Venezia ed ora vivo nella vicina Mestre Felicemente sposata, ho due figli e due nipoti, ai quali sono molto...

Manuela Vitale: “Scrivere è il mio momento di libertà”

Dopo la pubblicazione del mio romanzo “Fin sopra l’amore” (in cartaceo e in ebook) la domanda che mi pongono di frequente è: “Dove trovi il tempo per...

Susanna Pirola e le avventure di Caffè & Latte

Sono Susanna, mamma di due bambine, e come tutte le mamme so che il momento della nanna è magico e delicato allo stesso tempo I nostri bambini hanno tante...

Le storie dei nostri Autori: intervista a Concesion Gioviale

Perché hai cominciato a scrivere C’è un momento o un episodio nella tua memoria che puoi ricollegare al momento in cui hai deciso di voler iniziare a...

“La scrittura, una passione arrivata all’improvviso”. L’autrice Angela De Tommaso si racconta

Ciascuno di noi ha dei sogni nel cassetto e non è vero che non si realizzano Quando meno te lo aspetti qualcosa accade, basta sperare e non arrendersi mai Il mio...

Self-publishing Ambassador: Simone Iuliano racconta la sua esperienza

Pubblichiamo un nuovo post nella rubrica Self-publishing Ambassador, dedicata al racconto diretto delle esperienze di autori e autrici che hanno scelto il...

Il diario nato grazie a un pacco di vecchie lettere: Roberto Cigardi e la sua esperienza nel self-publishing

Il “colpevole” dell’inizio di questa esperienza è stato il raduno nazionale, nel maggio del 2011, degli ex allievi ufficiali di fanteria della caserma...

Il bisogno di raccontare una propria storia: Arnaldo Baguzzi racconta la sua esperienza di selfpublishing

Penso che a qualunque età possa succedere di avvertire il bisogno di raccontare una propria storia: io ho aspettato di avere cinquant’anni Non l’ho deciso, è...

L’autore Andrea Romoli recensito su LiberoQuotidiano.it

Le opere dell'autore Youcanprint Andrea Romoli sono state recensite su Libero, testata giornalistica italiana fondata nel 200 da Vittorio Feltri Il giornalista...

Cesarino Bellini Artioli e il selfpublishing. “Vi racconto il mio personaggio”

Gli autori parlano molto volentieri della genesi della propria opera, io non sono da meno, lasciate che vi presenti il personaggio principale È attraverso di lui...

Franco Vecchi e il suo ebook sul vino: il racconto dell’autore

Mi chiamo Vecchi, Franco Vecchi vi ricorda qualcosa Poco originale ma non sapevo proprio come iniziare Ho sempre avuto l’hobby dell’hobby, vuol dire che fin da...

L’autore Steed Gamero vince il Premio Letterario Camaiore

Pubblichiamo un articolo di Roberto Malini sul libro di Steed Gamero "I ragazzi della casa del Sole", pubblicato da Youcanprint in coedizione con Lavinia...

Elia Esposito, il booktrailer di “Bassa Frequenza” premiato al Trailers FilmFest

L'autore Elia Esposito è stato premiato al Trailers FilmFest per il booktrailer della sua opera "Bassa Frequenza", pubblicata nel 2015 in cartaceo ed ebook con...

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.