Eventi Scrivere

Come si scrive un romanzo rosa

Scrivere un romanzo rosa sembra una cosa facile ma, non è così scontato. Nel romanzo d’amore, detto anche romance, esistono infatti degli elementi ai quali non si può prescindere. Se hai vissuto una bella storia d’amore e senti la necessità di raccontarla, prova a leggere il seguito di questo articolo e trarre qualche spunto per scrivere un racconto che possa arrivare dritto al cuore dei lettori.

Gli elementi del romanzo d’amore

Prima di iniziare a scrivere preparati una scaletta dove indicare alcuni elementi importanti che dovrai inserire nella tua storia. In particolare il tema che, ovviamente, deve riguardare i sentimenti e le emozioni provate.

Ti consiglio di stilare una lista dove inserire i vari punti che andrai a toccare nel proseguo della storia, senza perdere di vista la trama che deve essere semplice e senza rimandi a altre vicende come, per esempio, intrighi internazionali, gialli o colpi di scena che non c’entrano nulla con la storia in sé.

Nel romanzo d’amore il tema centrale è la storia di fondo che lega i protagonisti della vicenda. Non necessariamente l’amore deve essere scontato e banale ma potrai scrivere anche di storie vietate, ritrovate o da nascondere che ruotino intorno al tema centrale ossia l’amore.
Oltre alla trama semplice e al tema ricorrente, un vero romanzo d’amore deve avere il lieto fine.

I lettori di questo genere, infatti, sono in genere donna che hanno bisogno e voglia di sognare e che amano immergersi in storie che le facciano uscire dal quotidiano. Il lieto fine è quindi d’obbligo per evitare che il sogno venga infranto proprio nella parte conclusiva della storia e soprattutto perché devi far passare il messaggio che l’amore vince su tutto.

L’importanza dell’ambientazione e dei dettagli in un romanzo d’amore

Oltre alla trama e al tema cardine, per scrivere un romanzo d’amore di successo devi porre molta attenzione in merito all’ambientazione e ai dettagli. La storia dovrebbe avere come sfondo un luogo esotico, lontano dai soliti schemi ai quali siamo abituati.

Questo non significa ambientare il tuo romanzo in un Paese lussuoso o per forza estero poiché potrai avvalerti anche di anonimi paesini che hanno un fascino particolare dato da vie romantiche, opere architettoniche particolari o spiagge incontaminate.

Nel tuo romanzo d’amore abbi cura di essere dovizioso nei dettagli. Devi quindi porre un’attenzione particolare nelle descrizione degli ambienti e, soprattutto delle caratteristiche dei personaggi, sia dal punto fisico che caratteriale. In particolare dovresti cercare di utilizzare delle parole specifiche che siano capaci di fare vedere al lettore quello che sta leggendo.

L’utilizzo di frasi evocative potrebbe darti una mano in questo senso; al posto di dire che la protagonista ha i capelli biondi, utilizza frasi che sappiano esprimere il concetto come, per esempio: il sole rendeva ancora più luminosi i suoi capelli che sembravano essere stati fatti della materia più preziosa.

I dettagli ti permetteranno di rendere la storia più avvincente e verosimile ma evita di esagerare o stilare degli elenchi per le tue descrizioni che non devono mai essere appesantite da troppi elementi citati tutti insieme.

Non raccontare tutto subito

Nello stilare il tuo romanzo d’amore cerca di piantare dei semi, cercando di evitare di dire tutto subito. Quando descrivi il carattere dei protagonisti, per esempio, inizia con le descrizioni fisiche e scegli di raccontare episodi che siano utili per far conoscere al lettore parte dei loro caratteri senza esplicitarli in maniera palese.

In una storia d’amore sono importanti i sentimenti e le emozioni per cui cerca di parlare di episodi che siano in grado di far nascere qualcosa nel cuore del lettore. Quest’ultimo deve essere incuriosito e avere voglia di proseguire nella lettura per cui cerca di scrivere in modo tale che chi sta leggendo il romanzo si ritrovi al punto di chiedersi più volte: perché si è comportato/a così? Che cosa è successo nel suo passato? E così via.

Utilizza questo metodo anche per le ambientazioni che devono essere chiare fin da subito ma non sentire la necessità di parlare subito della bellissima spiaggia incontaminata o della romantica via ma svela piano piano la bellezza del luogo in maniera tale che ci siano sempre delle novità capitolo dopo capitolo.

Organizza il tuo lavoro

Nella stesura di un romanzo devi essere organizzato al massimo. Se parli di un luogo preciso cerca di fare ricerche approfondite sullo stesso, evitando di parlare a caso. Se non hai conoscenze su un determinato posto trovane un altro perché è molto importante conoscere quello di cui si sta scrivendo.
Se l’ambientazione è il tuo Paese anche meglio, perché riuscirai a essere molto più chiaro nella descrizione dei dettagli.

La stesura di un romanzo d’amore potrebbe risultare più complicata se decidi di ambientarlo in un’epoca storica. In questo caso, infatti, dovrai documentarti bene su molti elementi come per esempio gli usi, i costumi, gli stili di vita e molto altro ancora per evitare di fare errori e inficiare la bellezza della storia.

Scegliere un’epoca contemporanea ti aiuterà nella stesura del romanzo.
Nella tua scaletta individua come vuoi procedere nella stesura della storia, partendo da eventi iniziali e diramando la vicenda capitolo dopo capitolo.
Prima di iniziare a scrivere, inoltre, decidi il punto di vista dal quale partire. Potresti utilizzare la prima persona che, per molti versi, è la scelta ideale nella stesura di un romanzo d’amore poiché potrai descrivere le emozioni e i sentimenti della protagonista come se fossero i tuoi.
La terza persona ti potrebbe invece fare molto comodo se hai bisogno di descrivere il punto di vista di più personaggi.

I personaggi di un romanzo d’amore

Oltre ad avere un’idea chiara in merito all’epoca di riferimento del tuo romanzo abbi cura di creare protagonisti forti, di carattere, nei quali possano immedesimarsi i lettori.

Evita però di rendere i personaggi poco credibili dal punto di vista dei modi di fare o dei pensieri per cui è meglio che il protagonista principale sia del tuo stesso sesso. È infatti molto più facile per una donna parlare dell’universo femminile e per un uomo scrivere di quello maschile.

La forza dei personaggi non deve essere nemmeno esagerata perché, anche in questo caso, sarà molto difficile che un lettore riesca a rispecchiarsi a pieno. In particolare non esagerare con i pregi ma cerca di individuare anche qualche difetto dei protagonisti perché solo in questo modo potrà risultare più vero.

Per fare in modo che la tua storia fili liscia appunta tutti i tratti caratteriali dei protagonisti basandoti su persone che conosci. Se la protagonista è una donna forte e cinica che pensa solo alla carriera, per esempio, descrivila come una persona fredda incapace di provare sentimenti mediante degli episodi che siano in grado di denotare questa sua caratteristica. fai attenzione a non renderla però troppo antipatica cercando quindi di dare una spiegazione del suo atteggiamento che, con l’aiuto dell’amore, verrà cambiato facendo venire fuori la parte romantica e sentimentale.

Non dimenticare che creare anche delle figure antagoniste, ossia dei personaggi che possano mettere i bastoni tra le ruote ai protagonisti principali.

Gli antagonisti non devono essere necessariamente dei rivali in amore ma anche genitori, amici, parenti, datori di lavoro e qualsiasi altra persona sia in grado di mettersi in mezzo all’amore provato dai protagonisti principali. La presenza di questo tipo di personaggi riuscirà a dare alla tua storia un tocco di brio e di mistero oltre a rafforzare la simpatia nei confronti degli attori principali verso i quali il lettore si ritroverà a fare il tifo.

In un romanzo d’amore non mancano poi gli amici confidenti che sono quelli che spronano e danno consigli utili e obiettivi. In una storia d’amore, infatti, i protagonisti, essendo travolti dai sentimenti, non riescono ad agire con razionalità che invece non deve mancare in un romanzo rosa.

La presenza del confidente, quindi, ti aiuterà a dare un tocco di obiettività alla storia e renderla più vera. La presenza di questo tipo di personaggi, inoltre, ti aiuterà a esplicitare quello che prova il protagonista principale mediante appositi dialoghi studiati ad hoc.

Gli ostacoli da superare e le emozioni dei personaggi

In un romanzo d’amore che si rispetti non possono mancare degli ostacoli da superare. La storia dei due protagonisti deve infatti essere inficiata da eventi esterni che ne minacciano la prosecuzione.

Questi eventi devono essere reali il più possibile e, per renderli verosimili al massimo, utilizza gli antagonisti che, per svariati motivi, riescono a mettere i bastoni tra le ruote alla coppia di innamorati.

In genere, in un romanzo d’amore, il momento cruciale e drammatico della storia deve essere al centro del libro, ossia nel momento in cui tutto sembri filare liscio ecco che compaiono degli imprevisti. Con questo espediente riuscirai a tenere viva la concentrazione del lettore che si troverà ancora una volta a fare il tifo per i protagonisti.

Le emozioni sono la parte più importante di una storia d’amore. Prima di scrivere la tua storia d’amore, quindi, dedica molto tempo a osservare il comportamento delle persone, cerca di scavare nelle loro menti per capire cosa provano anche guardando con attenzione i movimenti del viso, la gestualità e altro.

Se hai predisposto la lista dei personaggi con eventuali caratteristiche fisiche e comportamentali, aggiungi qualche ulteriore elemento che potrà aiutarti in seguito rispondendo a domande del tipo: come si comporterebbe in questa situazione?

Cosa farebbe di fronte a un forte dolore? Ovviamente se descrivi il tuo protagonista principale come una persona forte, non potrai raccontare la sua commozione per eventi di poco conto, viceversa, se parli di una persona molto sensibile potrai descrivere altre storie.
I sentimenti devono essere raccontati mostrando le emozioni al lettore, descrivendo per esempio le smorfie, il diverso tono di voce a seconda dell’occasione, gli sguardi o la gestualità.

In un romanzo d’amore è molto importante inoltre che ci sia un cambiamento, i tuoi personaggi devono trasformarsi in base alla storia, crescere e maturare grazie all’esperienza vissuta e agli ostacoli incontrati perché l’amore è un sentimento che implica dei cambiamenti.

Se hai predisposto la lista dei personaggi con eventuali caratteristiche fisiche e comportamentali, aggiungi qualche ulteriore elemento che potrà aiutarti in seguito rispondendo a domande del tipo: come si comporterebbe in questa situazione? Cosa farebbe di fronte a un forte dolore? Ovviamente se descrivi il tuo protagonista principale come una persona forte, non potrai raccontare la sua commozione per eventi di poco conto, viceversa, se parli di una persona molto sensibile potrai descrivere altre storie.
I sentimenti devono essere raccontati mostrando le emozioni al lettore, descrivendo per esempio le smorfie, il diverso tono di voce a seconda dell’occasione, gli sguardi o la gestualità.

In un romanzo d’amore è molto importante inoltre che ci sia un cambiamento, i tuoi personaggi devono trasformarsi in base alla storia, crescere e maturare grazie all’esperienza vissuta e agli ostacoli incontrati perché l’amore è un sentimento che implica dei cambiamenti.

Come scrivere un romanzo d’amore: i passaggi fondamentali

Per concludere ecco una serie di passaggi da seguire per scrivere un romanzo d’amore:
1. Scegli una trama semplice che abbia come linea guida il tema dell’amore in tutte le sue sfaccettature;
2. Individua l’epoca di riferimento avendo cura di studiare periodi che non conosci se il romanzo d’amore è storico;
3. Scegli l’ambientazione di riferimento che deve essere suggestiva, particolare e permettere al lettore di sognare;
4. Fai una lista dei protagonisti senza dimenticare che in un romanzo d’amore devono convivere diversi attori: protagonista principale, coprotagonista, antagonista, figure parallele che aiutano nella narrazione;
5. Caratterizza ogni personaggio nella maniera più completa possibile differenziandoli tra loro per gesti, modi di fare e aspetto;
6. Non raccontare tutto subito per aumentare la curiosità del lettore;
7. Scrivi in prima persona per rafforzare i sentimenti provati dal protagonista principale;
8. Inserisci degli ostacoli capaci di dare brio al romanzo;
9. Fai crescere i protagonisti che devono subire un cambiamento comportamentale al termine della storia;
10. Crea un lieto fine perché i romanzi d’amore devono far sognare.

Donato Corvaglia
Ideatore, fondatore e marketing specialist del gruppo Borè srl, il gruppo è proprietario di Youcanprint piattaforma italiana di self-publishing. Scrivo e mi occupo di Book Marketing.
Potrebbe interessarti
I libri di Youcanprint ordinabili anche librerie di Ibs.it!
Amazon Ranking in ESCLUSIVA con Youcanprint!
2 Comments
  • Francesco
    Giu 15,2019 at 20:58

    Sto scrivendo un romanzo rosa. ll personaggio principale è una ragazza che vive varie esperienze negative prima di prendere la giusta via di un bel rapporto d’amore. Mi domando se mi conviene scrivere in prima persona oppure se è meglio la terza persona. Attualmente sto scrivendo in prima, come se stessi riferendo le confidenze ricevute dalla protagonista. Ritenete il metodo corretto? Un altro dubbio riguarda il genere letterario. E’ più giusto inquadrare il romanzo come “rosa” o come narrativa generale? Grazie

    • Donato
      Giu 17,2019 at 07:34

      Ciao Francesco ti ringrazio molto per il tuo commento e per le tue domande. Inizio con il dirti che non esiste una regola generale sulla scelta del grado della persona narrante, io personalmente prediligo la terza persona, ma sarei curioso di leggere la resa del tuo romanzo scritto in prima.
      Per quanto riguarda il genere del romanzo io credo che sia sempre meglio categorizzare in una “nicchia” che restare sul generale dove la concorrenza è certamente più ampia ed è più difficile farsi notare, quindi certamente andrei sul rosa.
      Continua seguirci Francesco!

Lascia il tuo commento

Commento*

Your Name*
Your Webpage