Come scrivere un libro al mese: il segreto della produttività dei grandi scrittori

Il titolo è ovviamente provocatorio, ma se leggerai fino in fondo questo articolo ti renderai conto che, a conti fatti, non ho tutti i torti. Seguimi nei miei ragionamenti e vedrai.

Sono un lettore vorace, adoro leggere decine di libri all’anno e leggerne altrettanti contemporaneamente. Per me la lettura è vita, è ricerca, è studio, è miglioramento continuo. Durante una delle mie sessioni di lettura mi sono posto una domanda cruciale, che mi ha spinto poi a fare delle ricerche di cui questo articolo ne è il risultato, e voglio condividerle con te. 

Ecco la domanda: come fanno alcuni scrittori ad essere così prolifici e scrivere centinaia, a volte migliaia di libri in una singola vita? Sì, so che adesso stai strabuzzando gli occhi e stai sorridendo pensando che si tratti dell’ennesima fake news, ma ti assicuro che è la verità. Guarda, c’è persino una classifica su Wiikpedia degli scrittori più prolifici della storia https://en.wikipedia.org/wiki/List_of_prolific_writers, il primo in assoluto è Cellin Tellado con più di 4.000 libri e detentrice del Guinness World Record dal 1994.

Ho fatto molte ricerche e ho letto diversi libri tra cui uno in particolare che ti consiglierò alla fine. La risposta alla domanda iniziale è in realtà molto semplice e ti renderai conto quanto questo risultato sia in realtà alla portata di tutti. La risposta a capacità produttive letterarie eccezionali si chiama: abitudine. L’abitudine è una parola che nel nostro vocabolario moderno ha acquisito un’accezione negativa, associata a ripetitività, noia, mancanza di eccitazione. Tuttavia l’abitudine è la chiave di volta di qualsiasi successo nella vita, anche quella letteraria.

Non esiste uomo o donna che si sia distinto in qualsiasi arte, disciplina, sport che non possa attribuire i suoi successi all’abitudine. Warren Buffett ha letto almeno 500 pagine al giorno, Michael Phelps si è allenato ogni giorno per 6 ore al giorno, Stephen King scrive almeno 2000 parole al giorno. Qualunque sia il vostro talento o il vostro lavoro, qualunque siano i vostri obiettivi, allenarsi e fare ogni giorno l’attività più importante per raggiungere e sostenere i vostri obiettivi è l’unica chiave per il successo. 

Questo è possibile perché l’abitudine fa leva su una legge di natura definita dallo stesso Einstein l’ottava meraviglia del mondo: la legge dell’interesse composto. In estrema sintesi questa legge di natura, che opera a prescindere che ne siamo consapevoli o meno, prevede che piccoli risultati cumulati nel tempo tendono a capitalizzare producendo un effetto esponenziale, composto sul lungo periodo. L’abitudine non fa che sfruttare questo principio permettendo a chi opera con costanza e disciplina una determinata attività di raggiungere risultati straordinari nel lungo periodo.

Sull’importanza di creare un’abitudine ne ha parlato anche Donato Corvaglia nel suo video corso gratuito per gli iscritti alla nostra community sul mindset dello scrittore. Donato parla di “Cerchio dell’abitudine e analizza tutti quei comportamenti che rendono l’abitudine utile ed efficiente, soprattutto per gli scrittori e aspiranti autori. Potete rivedere la lezione in questione cliccando qui; per seguire l’intero corso basta iscriversi alla Community ufficiale di Youcanprint.

Tornando a noi, accade spesso che gli scrittori davanti all’idea di scrivere un nuovo libro o scrivere soprattutto il primo libro siano terrorizzati. Il terrore deriva dell’idea di come possa essere possibile scrivere migliaia di parole, mettere ordine alle proprie idee, scrivere qualcosa che meriti di essere letto. Molti altri scrittori temono di perdere l’ispirazione, quella spinta inconscia e oscura che aiuta ogni artista a produrre, a creare. In realtà niente di tutto questo dovrebbe interessarvi né farvi paura. Questo perché la produttività nella scrittura non ha niente a che fare con l’ispirazione. Come direbbe Chuck Close La produttività è roba da dilettanti, la maggior parte di noi prende e si mette al lavoro.

Ecco è questo il segreto della produttività per diventare scrittori prolifici: sedersi e scrivere, ogni giorno, 365 giorni all’anno, per 10, 20, 30, 40 anni. Questo farà di voi dei grandi scrittori e vi permetterà di scrivere tutti i libri che avete mai immaginato, grazie alla disciplina e all’interesse composto.

Provate a fare qualche calcolo insieme a me. Immaginate di dedicare 1 ora al giorno, tutti i giorni alla scrittura e di scrivere almeno 500 parole ogni giorno. In un anno avrete scritto 182.500 parole. Ipotizzando che un libro possa essere lungo mediamente 50.000 parole, in un anno, scrivendo una sola ora al giorno, tutti i giorni, avrete scritto: 3,65 libri. Tutto qui. Magia dell’interesse composto e dalla routine

Se questi numeri vi sembrano troppo grandi pensate a ciò che potete fare in 10 anni, 20 anni, 30 anni dedicando un’ora sola alla scrittura, 500 parole al giorno. In 10 anni avrete scritto 36 libri, in 20 anni 72, in 30 anni 108. Questo dovrebbe essere sufficiente a sradicare in voi l’idea che esista un’età in cui iniziare a scrivere e che magari siete in ritardo per farlo.

Questo è il grande segreto degli scrittori prolifici o di successo: scrivono ogni giorno, senza eccezioni, un quantitativo di parole che si sono prefissati e non si alzano dalla scrivania prima di averlo fatto. Questo è il motivo per cui Stephen King ha pubblicato oltre 80 libri scrivendo 2000 parole al giorno, Anthony Trollope 63 scrivendo 1000 parole, Oates 50 romanzi una pagina al giorno o Wodehouse 90 libri scrivendo 1000 parole al giorno.

Ora che conoscete questo segreto iniziate subito, da oggi stesso. Scegliete una parte della giornata in cui vi sentite più produttivi, create l’ambiente giusto, scegliete un tempo da dedicare alla scrittura e scrivete, dandovi l’obiettivo di produrre un certo numero di parole al giorno. Iniziate gradualmente, è inutile darvi l’obiettivo di 2000 parole al giorno se avete difficoltà a scriverne 100, vi sentirete frustrati e abbandonerete il progetto dopo qualche giorno. Iniziate con un obiettivo raggiungibile e poi aumentate gradualmente fino a trovare il vostro ritmo, che è solamente vostro. Tutto qui. Poi però impegnatevi al 100%, non mancate nemmeno un giorno, per qualunque ragione. La giusta routine e la disciplina sono il segreto del successo in qualsiasi campo. L’interesse composto farà il resto per voi.

Come diceva la scrittrice Joyce Carol Oates “Anche se ho scritto una sola pagina a fine giornata le pagine si accumulano”.

Accumulate pagine. Anch’io sono nella vostra barca. Ho iniziato il 21 luglio scorso semplicemente aprendo un foglio bianco su Google e iniziando a digitare, ogni giorno, almeno 300 parole. Ad oggi, mentre vi scrivo, ho prodotto 41.642 parole, quasi 200 pagine di un formato tascabile. 

Accumulate le vostre pagine, ogni giorno e sarete degli scrittori e delle scrittrici incredibili.

Potrebbe interessarti anche:

Come rendere la Scrittura un’abitudine quotidiana?

Perché scrivere un libro fa bene

Scrivere un libro dove sono finite le chiavi di casa

Ah dimenticavo! Se volete approfondire le routine quotidiane dei più grandi scrittori e artisti, potete leggere il libro che è stato per me fonte di ispirazione per la scrittura di questo articolo. Ve lo lascio qui sotto nell’immagine con il nostro link di affiliazione.

Qui il link di affiliazione per l’acquisto del libro “Rituali Quotidiani” di Mason Currey.


Scarica subito le guide GRATUITE su:

Iscriviti a Youcanprint | La Community Ufficiale

Partecipa al sondaggio e ricevi la nuova Guida per il Tuo libro in Selfpublishing

Community ufficiale di Youcanprint

Fai già parte della nostra Community su Facebook?

Il luogo dove ogni giorno postiamo nuovi contenuti gratuiti per Scrivere, Pubblicare e Promuovere il tuo Libro.
Dove Autori condividono le loro idee e si confrontano ogni giorno.
Ci sono già centinaia di Autori che ti stanno aspettando!

Unisciti alla Community

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lost your password? Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.
We do not share your personal details with anyone.