Come proteggere il copyright di un libro autopubblicato

Ti sarà sicuramente capitato di pensare a come proteggere il tuo libro dal plagio. Magari avrai avuto paura che l’editor a cui ti sei rivolto per far correggere il tuo libro non sia così onesto come ti è sembrato e ti copi l’idea.

Probabilmente cerchi di non condividere troppi estratti del tuo libro su blog e social per evitare che circolino liberamente limitando, però, la tua attività promozionale (grave errore, vedremo perché nelle prossime righe).

È normale che in ambito self publishing l’argomento del copyright di un libro sia più delicato perché nel caso dell’editoria tradizionale si occupa di tutto l’editore, anche la protezione del copyright di un libro.

Ed è altrettanto normale che dopo mesi di fatica tu abbia paura che un problema del genere vanifichi tutto il tuo lavoro.

Quindi come fare a tutelare il tuo libro e i tuoi diritti d’autore?

Cosa si può proteggere?

Innanzitutto è bene chiarire che non potrai mai proteggere una tua idea.

La legge sul diritto d’autore garantisce la paternità del diritto d’autore e i diritti di sfruttamento economica su un’opera intellettuale completa.

Devi quindi aver realizzato concretamente il tuo libro. La semplice trama, un’idea per un personaggio o qualunque cosa che resti nello stato di semplice idea e non di prodotto vero e proprio, non può essere tutelata.

Può anche essere sufficiente l’aver prodotto un manoscritto non ancora completo al 100% ma è chiaro che quanto più il tuo libro sarà un prodotto finito, tanto più sicura sarà la tua paternità intellettuale.

Come posso tutelare il copyright del mio libro?

Il diritto d’autore è garantito “di per se” al momento della creazione di un libro. Per una tutela concreta, soprattutto nel remoto caso in cui si sia costretti a ricorrere all’autorità giudiziaria, occorre registrare i diritti di un libro.

Quello che si va a fare, in sostanza, sarà il provare la paternità della tua opera e che il tuo libro sia stato scritto prima di quello che lo ha plagiato.

Depositare il libro alla SIAE

La prima cosa che può venire in mente a tutti è la SIAE. Il motivo è semplice, per oltre 100 anni ha avuto il monopolio in Italia e resta tutt’ora l’unico ente italiano a cui è possibile rivolgersi.

Solo negli ultimi anni la legislazione italiana ha aperto alla possibilità di registrare i diritti presso un ente straniero pur confermando l’impossibilità in Italia di creare nuove organizzazioni di intermediazioni simili alla SIAE.

Per quanto riguarda l’ambito letterario, presso la SIAE è possibile depositare romanzi, poesie (anche in raccolta) e racconti (anche in raccolta).

La durata di questo deposito è di 5 anni, rinnovabile. Le tariffe variano a seconda dell’età e del tipo di deposito: le tariffe complete si trovano qui.

Puoi depositare sia un libro già pubblicato che un manoscritto inedito.

Il deposito notarile

Un notaio è un pubblico ufficiale, quindi potrà vidimare le pagine del tuo manoscritto e la tua firma, documentandone e registrandone una data certa.

Il notaio avrà poi una conoscenza più aggiornata della normativa vigente e quindi potrà guidarvi e consigliarvi al meglio.

Si tratta, però, di un’opzione più costosa della SIAE.

Inviare una raccomandata a se stessi

Questo è uno dei metodi più utilizzati per ovvi motivi di economicità.

L’operazione è semplice. Preparare un pacchetto con il tuo manoscritto al suo interno ed inviarlo al tuo stesso indirizzo tramite una raccomandata.

Il timbro postale ha l’efficacia di quello di un pubblico ufficiale, quindi sarà prova di “data certa”.

Ovviamente quando il manoscritto vi verrà recapitato, non dovrete mai aprire il plico che lo contiene per non invalidare la prova.

Inviare una PEC a se stessi

Si tratta della controparte digitale dell’opzione precedente. La Posta Elettronica Certificata, infatti ha lo stesso valore legale di una raccomandata con avviso di ricevimento.

In questo caso dovrai allegare il file del tuo manoscritto, ma non dovrai necessariamente copiarne il testo ed incollarlo nel corpo della mail.

La data di invio della PEC sarà la “data certa” così come lo era quella del timbro postale nel caso della raccomandata.

Anche in questo caso il costo sarà irrisorio e sarà soltanto quello di gestione della PEC. Se non hai una PEC ti basterà una veloce ricerca su internet per trovare servizi che la offrono con dei periodi di prova gratuita più o meno lunghi.

Promuovi il tuo libro prima di pubblicarlo

Questa è una tipica situazione win-win perché da un lato di promuovi, dall’altro ti proteggi.

Ogni cosa che posti su un canale social o su un tuo blog o sito, ha una data registrata nei server di quel social o blog. Quella è una prova inequivocabile che puoi sfruttare a tuo vantaggio facendoti contemporaneamente pubblicità.

È un metodo che non costa nulla e che ti consiglio di usare a prescindere da tutto il resto.

Ricordati che un buon piano marketing per il tuo libro parte almeno 5-6 mesi prima della pubblicazione perché devi costruirti il tuo pubblico, farti conoscere, far conoscere il tuo libro, creare aspettativa.

Pubblica il tuo libro

Prima o poi il tuo libro dovrà venire alla luce. Sarà in quel momento che la data di pubblicazione e i dati editoriali in genere, saranno impressi in modo indelebile. Al tuo libro verrà applicato un codice ISBN!

Poi il tuo libro, magari attirerà un certo seguito, qualche autore invidioso ne pubblicherà uno simile al tuo o addirittura copiato per danneggiarti, ma nel frattempo saranno passati mesi, mesi in cui tu hai promosso e condiviso il tuo libro attestandone inequivocabilmente la paternità.

Potresti addirittura sentirti lusingato!

Community ufficiale di Youcanprint

Fai già parte della nostra Community su Facebook?

Il luogo dove ogni giorno postiamo nuovi contenuti gratuiti per Scrivere, Pubblicare e Promuovere il tuo Libro.
Dove Autori condividono le loro idee e si confrontano ogni giorno.
Ci sono già centinaia di Autori che ti stanno aspettando!

Unisciti alla Community

6 Commenti

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lost your password? Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.
We do not share your personal details with anyone.