Come promuovere un libro non-fiction

I libri non sono solo narrativa (fiction) giusto? Tantissimi hanno i titoli o le competenze per scrivere un saggio, un manuale, un libro fotografico, un libro d’arte o di cucina ecc…

In questo articolo voglio darvi alcuni consigli specifici per la promozione di questo genere di libri perché per alcuni aspetti, sarà differente dalla promozione di un libro di narrativa.

Non-fiction: una categoria molto estesa

Iniziamo col dire che in italiano non abbiamo un termine univoco per questo genere ombrello.

Viene utilizzato spesso il termine saggistica ma spesso in modo improprio perché un saggio è un testo divulgativo, di carattere accademico, nulla a che vedere, per esempio, con una biografia.

Eppure il saggio e la biografia sono entrambi “non-fiction”.

Possiamo chiamarla narrativa divulgativa? Potremmo, ma in generale in italiano si preferisce caratterizzare direttamente il singolo sottogenere, quindi saggio, manuale, biografia, ecc.

Più in generale possiamo includere nella non-fiction tutto ciò che, per l’appunto non è fiction, quindi, non è invenzione, non è un romanzo, ma è realtà. Realtà scientifica, vita vissuta, ricerca, testimonianza.

Possiamo pensare alla non-fiction come una categoria di libri che servono ad imparare qualcosa, a risolvere un problema, a colmare una lacuna. Pensiamo a tutti i manuali che ci sono su qualsiasi argomento, dalla finanza personale, al fai da te, alla crescita spirituale.

Capire questo sarà la chiave della promozione di questo tipo di libri.

Circoscrivi lo scopo e il messaggio del tuo libro

Il tuo libro non-fiction è stato scritto per divulgare delle nozioni che possano aiutare qualcuno a risolvere un problema, oppure ad imparare qualcosa di nuovo.

Il tuo obiettivo principale è, quindi, costruire la promozione del tuo libro attorno a questo tema.

Fatti delle semplici domande:

  • Qual è il tema centrale del libro?
  • A chi è rivolto il libro?
  • Qual è l’utilità del tuo libro per il lettore?
  • Perché dovrebbero preferire il tuo ad altri simili?

La prima domanda è quella più facile a cui rispondere, non mi ci soffermerò.

La seconda domanda è forse la più importante. Qualunque sia l’argomento del tuo libro, non puoi pensare che esso sia rivolto a tutti, o a chiunque abbia la curiosità di leggerlo. È sottinteso che sia così, ma prima di tutto devi trovare il tuo pubblico specifico.

Se, per esempio, hai scritto un manuale sulla costruzione di una serra in giardino con struttura in legno, chiunque può leggerlo, ma il tuo pubblico di destinazione saranno gli appassionati di giardinaggio con specifica esperienza e strumenti per la lavorazione del legno.

Anche la terza domanda richiede una analisi più approfondita. L’utilità che il tuo lettore deve trarre dal tuo libro deve essere molto concreta. Deve trattarsi di un beneficio tangibile e non del semplice “imparare qualcosa di nuovo”.

Tornando all’esempio di prima, è fondamentale sottolineare nella promozione del tuo libro, il vantaggio di avere una guida step-by-step che ti consentirà di costruire davvero una serra in legno dopo aver letto il libro. Hai letto il libro? Ora puoi costruire una serra.

La quarta domanda è la più delicata.

Solitamente chi scrive un libro non-fiction è un’autorità nel campo di cui scrive, oppure ha i titoli o una comprovata esperienza per farlo.

Ma cosa succede se tu non ce li hai? Potresti essere un mago nella costruzione di serre in legno ma non hai un titolo per questo. Qui entra in gioco la tua storia e la tua esperienza personale.

Fai sapere ai tuoi lettori chi sei, quali esperienze ti hanno portato alla scrittura di quel manuale o di quel saggio, quanto la tua storia possa aiutare il lettore ad ottenere i tuoi stessi risultati o anche migliori.

Una strategia basata sui contenuti

Abbiamo sempre detto che costruire il proprio pubblico è un’attività che si fa con i contenuti, dando qualcosa di valore a quel pubblico. Questo è ancora più vero nel mondo non-fiction, in quanto gli argomenti trattati sono reali, non sono storie di fantasia.

La tua strategia, sarà quindi nel produrre contenuti originali, affini al tema per cui scrivi che diano valore ai tuoi lettori.

Come?

Innanzitutto parti da un blog nel quale scriverai articoli sui temi del libro e sugli argomenti simili, degli approfondimenti, degli aggiornamenti o notizie del settore.

Ovviamente condividi i tuoi articoli sulle tue pagine social e magari facci anche dei video da pubblicare su YouTube o IGTV di Instagram. I video li puoi incorporare anche nelle pagine del tuo blog e di solito coinvolgono di più l’utenza rispetto all’articolo scritto semplice.

Scrivi qualche articolo più approfondito da fornire gratuitamente in cambio dell’iscrizione ad una newsletter. Te ne parlavamo nell’articolo sul lead magnet che trovi qui.

Sembra poco, ma già questo è un lavoro impegnativo ed importante che ti garantirà la creazione di un tuo pubblico che ti sarà fedele finché tu gli darai valore. Potrai farlo continuando a scrivere articoli utili sul tuo blog, i tuoi lettori vorranno saperne di più e acquisteranno il tuo libro.

Sii coerente e costante e avrai ottimi risultati.

Community ufficiale di Youcanprint

Fai già parte della nostra Community su Facebook?

Il luogo dove ogni giorno postiamo nuovi contenuti gratuiti per Scrivere, Pubblicare e Promuovere il tuo Libro.
Dove Autori condividono le loro idee e si confrontano ogni giorno.
Ci sono già centinaia di Autori che ti stanno aspettando!

Unisciti alla Community

4 Commenti

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lost your password? Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.
We do not share your personal details with anyone.