Come ottenere recensioni “a pagamento” per il tuo libro

Il titolo nasconde (neanche troppo velatamente) una provocazione.
Il mercato delle truffe con le recensioni, soprattutto per quanto riguarda gli ebook, esiste ed è inutile nasconderlo.

Amazon, per fortuna, riesce ora a disinnescare il meccanismo delle recensioni fasulle a pagamento, ma non basta. È importante che tutti gli autori capiscano quanto siano controproducenti queste frodi ed imparino a promuovere il proprio libro in modo efficiente senza dover ricorrere a scorciatoie illegali o che violino le policy degli store.

Sfrutta il principio della reciprocità: regala il libro in cambio di una recensione

Si tratta di un principio psicologico ben definito. Un do ut des che si può sfruttare efficacemente con i libri.

Regala una copia del tuo libro chiedendo di lasciarti una recensione. Ci sono decine di gruppi su facebook dove incontrare community di lettori alla perenne ricerca di libri nuovi da recensire. Fra questi gruppi ci sono molti scrittori con i quali instaurare rapporti e con i quali si può ricambiare il favore.

Un’altra strada è quella dei book blogger. Anche in questo caso sono decine i blog letterari che accettano libri da recensire. Ogni blog ha le sue linee guida e nella maggior parte dei casi sono gratuiti.

Non fermarti solo ai social e ai blog, però, i gruppi di lettura esistono anche nelle nostre città e spesso si organizzano tra le mura di una biblioteca o una libreria.

Fai molta attenzione a non coinvolgere direttamente parenti stretti o persone riconducibili a te per le recensioni su Amazon. Gli algoritmi di Amazon riescono a scovare una recensione lasciata da un tuo parente o da una persona associata a te. Lo fa attraverso indirizzi, conti correnti o addirittura indirizzi IP in comune ma non solo, anche le recensioni troppo di parte spesso sono ritenute sospette.

Metti una call to action alla fine del libro

Inserire una richiesta di recensione alla fine del libro può essere un buon modo per avere una recensione. Sono sufficienti un paio di righe per sollecitare un feedback al lettore che ha acquistato il tuo libro.

Cerca di spingere il lettore verso una recensione positiva scrivendo una frase del tipo: “se questo libro ti è piaciuto lasciami una recensione su Amazon”.

In questo modo stai già restringendo il campo a chi ha avuto una buona esperienza di lettura e che è, quindi, più propenso a lasciarti un feedback positivo, senza fermare apertamente chi non ha apprezzato il libro dal lasciarti una recensione negativa (e va benissimo così).

Se hai pubblicato in cartaceo ed ebook ti consiglio di differenziare le due versioni.

Se leggi l’ebook su Kindle, per esempio, alla fine del libro comparirà automaticamente una pagina di Amazon che chiederà di inserire una valutazione da 1 a 5 stelle, direttamente dal dispositivo.

Quindi inserire una richiesta di recensione nell’ebook è ridondante ed inutile.

Per il cartaceo invece è una buona idea perché lasciare una recensione richiede un certo “lavoro” da parte del lettore. Chi ha acquistato un cartaceo da Amazon, o da altri store online, dovrà entrare nello store da cui ha acquistato, fare il login e poi lasciare la recensione.

Ci vogliono 5 minuti ma posso assicurarti che un’operazione che richieda più di uno o due passaggi, non è mai vista di buon occhio (e questo spiega la proliferazione di sistemi automatici per qualunque operazione che si faccia online). Quindi chi è che si impegnerebbe in questo modo per lasciare una recensione?

Due tipi di lettori:

  • chi ha amato il tuo libro tanto da sentire il bisogno di lasciarti una recensione positiva, di scriverti come il tuo libro lo abbia emozionato o addirittura cambiato la vita
  • A chi non è piaciuto per certi aspetti

In entrambi i casi ci guadagni qualcosa perché la recensione da sempre un input ai famigerati algoritmi di Amazon, facendo vedere il tuo libro come un prodotto “in vita”. Dalle recensioni negative (ma costruttive) puoi trarre dei suggerimenti preziosissimi per i tuoi futuri libri.

Invita i lettori del tuo blog/sito internet a lasciarti una recensione

Abbiamo già sottolineato in altri articoli quanto sia fondamentale avere un proprio blog, sito internet o pagina social e una newsletter.

Per muoverti efficacemente dovrai creare delle newsletter specifiche per ogni tipo di visitatore, dal semplice curioso al lettore più accanito.

Ed è qui che entra in gioco una newsletter dedicata a chi ha effettivamente acquistato il libro. Puoi usare diversi metodi per raccogliere i contatti dei tuoi lettori.

Un modo semplice è inserire un indirizzo email dedicato all’interno del libro. In questo modo potrai essere sicuro che gli iscritti saranno soltanto gli acquirenti reali. Una volta acquisiti i contatti di chi ha acquistato il libro puoi inviare una mail invitandogli a lasciare una recensione positiva al tuo libro.

Se, invece, hai un blog o sito con un e-commerce integrato e dedicato all’acquisto dei tuoi libri, puoi impostare una email automatica indirizzata a chi ha acquistato il libro, dove lo inviti a lasciare una recensione positiva sugli store. Può essere anche un semplice pop-up o una pagina del carrello a conclusione dell’ordine se non hai la possibilità di impostare campagne email automatiche.

Sfrutta le presentazioni che farai in libreria

La promozione “offline” è importante quanto quella “online”. Presentazioni in libreria, eventi nel tuo paese, festival nazionali e fiere del libro, sono tutte occasioni da sfruttare per entrare in contatto con i tuoi lettori dal vivo e per ottenere feedback.

Puoi invitare i lettori che partecipano a questi eventi e che acquisteranno qui il tuo libro a lasciarti una recensione su Amazon.

Il contatto umano con l’autore, magari una dedica scritta nel libro, possono far sentire il lettore come parte integrante del tuo progetto editoriale e lo renderanno disponibile a parteciparvi attivamente con una recensione positiva.

Questo poi avrà sempre un effetto positivo a lungo termine in quanto questi lettori ti resteranno fedeli e ti seguiranno, leggendo anche i tuoi prossimi libri.

Le recensioni servono ad aumentare le vendite?

Non è semplice rispondere a questa domanda. Sono davvero tanti i fattori che concorrono alla decisione di acquistare o meno un libro e le recensioni sono soltanto uno di questi fattori.

Puoi catturare un lettore con una bella copertina o con una sinossi accattivante. Magari un lettore che acquista il tuo libro lo fa perché gli è piaciuto il titolo, o perché è un fan del genere letterario del tuo libro e vuole provare qualcosa di nuovo.

L’impatto di una recensione può essere inoltre soggettivo. Ti faccio un esempio.

Hai scritto un libro fantasy nel quale hai descritto con dovizia di particolari i paesaggi o l’aspetto di ogni cosa. Hai ricevuto molte recensioni positive per questo, da parte di lettori che amano perdersi nei dettagli dell’ambientazione del libro che leggono. Ci sono ovviamente persone che apprezzano l’esatto contrario, cioè descrizioni più asciutte, che lasciano più libertà all’immaginazione di chi legge. In questo caso, le recensioni positive evidenziano un aspetto che allontanerà questo tipo di lettori.

A ciò va aggiunta la considerazione sugli scandali delle truffe che ho menzionato in apertura dell’articolo. Nonostante la lotta di Amazon contro le recensioni fasulle, la diffidenza è rimasta.

Conclusioni

Avrai capito che ho usato il termine “recensione a pagamento” come provocazione.

Il pagamento qui, è quello che ha fatto il lettore per acquistare il tuo libro. È quello che hai fatto tu per investire nella promozione del tuo lavoro.

La recensione è ancora un fattore importante, non a caso è una parte importante del core business di Amazon. Le persone sono più propense ad acquistare un prodotto che è stato già provato e testato da altri, per evitare di incappare in fregature (si chiama social proof), quindi cercano un riscontro reale, autentico.

Ecco perché è importante cercare recensioni in modo legittimo. Chi acquista il tuo libro può lasciarti una recensione onesta, la voce autentica di un lettore vero.

Cosa ne pensi dell’articolo? Lasciami un commento!

6 Commenti

Rispondi a Marco Panico Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lost your password? Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.
We do not share your personal details with anyone.