Come creare suspense e tenere incollato il lettore al tuo libro

Lo scrittore ha una miriade di modi per creare suspense nel suo romanzo, uno dei più usati è quello del pericolo inaspettato.

Ad esempio nel libro Origin di Dan Brown il professor Langdon, in visita in  un museo di grandi animali marini, si lascia trasportare dall’immaginazione in cupi pensieri e immagini. Questo fa sì che nel lettore si crei un senso d’attesa, è come se qualcosa di negativo stesse per accadere di lì a poco.

Un altro modo di creare suspense è attribuire un segreto indicibile a uno dei tuoi personaggi, senza rivelarlo nelle prime pagine, ma disseminando il racconto di riferimenti velati a un passato non proprio trasparente, in questo modo stai già facendo una promessa al lettore: se continui a leggere scoprirai cosa ha da nascondere il personaggio.

Un altro trucco molto efficace, anche se poco raffinato, è inserire dei personaggi dall’identità nascosta. Ancora in Inferno di Dan Brown c’è l’insegnante, ma non si sa chi sia, il lettore allora prova a indovinare, ma Brown non rileva mai davvero chi è.

Si può creare  suspense introducendo una trama parallela: iniziamo il capitolo 1 con un uomo benestante, sposato e in carriera a New York (lo so è un po’ un cliché, ma serve per capirci); il capitolo 2, invece lo facciamo cominciare con la scena di una bella donna giovane e anche lei sposata e in carriera che vive a Torino.

Con i soli due capitoli iniziali i tuoi lettori hanno già intuito che prima o poi queste due trame si incroceranno, le vite di quest’uomo e di questa donna presto avranno a che fare l’una con l’altra, ma come? Quando? Perché? Ecco che hai creato il terreno giusto per tenere incollato il tuo lettore fino all’ultima pagina!

Quali sono le promesse che creano la suspense giusta?

Fai grosse promesse e cerca di mantenerle

Un altro modo efficace per creare suspense è realizzare più promesse possibili già all’inizio del libro: devono essere credibili, che siano grandi promesse o piccole promesse cerca di farne il più possibile, il prima possibile, mantenendole il più a lungo possibile.

Un altro modo di creare efficacemente suspense è il concetto del “ticchettio dell’orologio”, ovvero far in modo che le cose avvengano in un certo preciso lasso di tempo, il più possibile ristretto. 

Questo ti restituirà una storia improvvisamente più interessante ed eccitante.

L’esempio più eclatante che mi viene da fare è quello di Dan Brown, lui usa restringere l’arco narrativo principale in massimo 24h: tutti gli avvenimenti si svolgono in questo preciso lasso di tempo. Questa “forzatura” che si auto impone Brown lo costringe ad una narrazione veloce, dinamica e incalzante.

Usare i cliffhanger (finale sospeso)

Il cliffhanger: è un espediente narrativo che conclude la narrazione con una brusca interruzione in corrispondenza di un colpo di scena o di un altro momento culminante. Con questo espediente non si può non voler continuare a girare pagina.

Usa il flashback per creare promesse efficaci.

Ti è capitato di vedere Breaking Bad*?

Definita da gran parte della critica un autentico capolavoro, è considerata una delle migliori serie televisive di tutti i tempi, nonché una delle più importanti, influenti ed innovative mai realizzate. È inoltre (al momento in cui scrivo) la serie tv più vista sulla piattaforma Netflix*)

*fonte ABC News

I primi minuti di questa serie sono un autentico tesoro da cui attingere tanti utili esempi sull’applicazione di tecniche narrative. 

Se non hai mai visto Breaking Bad, non ti chiedo di farlo, soprattutto se non è il tuo genere, ma ti chiedo solo di guardare i primi 10 minuti del primo episodio.

Subito nella prima scena vedrai qualcosa di assolutamente bizzarro: c’è un uomo in mutande con una maschera antigas al volante di un camper scassato nel bel mezzo del deserto americano che esce di strada, quando sente in lontananza sirene arrivare è certo sia la polizia che lo vuole arrestare, così si apposta ad aspettarli impugnando una pistola (ma che maneggia con evidente impaccio).

La voltante della polizia incurva e l’uomo si accorge che in realtà non è una volante, ma un camion di pompieri diretti chissà dove.

Nel camper scassato e arenato al bordo della strada, intanto, ci sono altre tre persone: due cadaveri e un passeggero pure lui quasi morto.

La scena si blocca con un primo piano sul viso stravolto del protagonista (Walter White) e poi stop. 

breaking bed series

Sigla con scritta: tre settimane prima. (Flashback)

Ritroviamo Walter White, ma è a casa seduto placidamente a fare colazione con la sua famiglia, vestito di tutto punto e pronto per la giornata di lavoro, pulito, ordinato: un impeccabile professore di chimica.

Basta così.

Ecco che in pochissimi minuti, gli abilissimi sceneggiatori della serie, hanno creato tutti i presupposti per tenere gli spettatori incollati al video.

Quante promesse sono appena state fatte al pubblico? 

Cosa diavolo avrà mai combinato un professore di chimica in un così breve lasso di tempo per cacciarsi in quell’assurda situazione?

Da chi sta fuggendo? Perchè?

Chi sono i cadaveri?

Chi è il ragazzo che viaggia con lui?

Ecco che, attraverso un semplice flashback, sono state create una serie di incredibili promesse per lo spettatore, una serie di cliffhanger, e un magistrale inizio in media res!

*Breaking Bad è una serie televisiva statunitense creata da Vince Gilligan e trasmessa dall’emittente via cavo statunitense AMC dal 20 gennaio 2008 al 29 settembre 2013.


Per approfondire leggi anche:

L’incidente scatenante: la rottura dell’equilibrio e come iniziare a scrivere il tuo libro

Come scrivere un libro dall’idea alla struttura: la guida completa

Il Thriller: guida al genere della suspense tra caratteristiche e tipologie

Community ufficiale di Youcanprint

Fai già parte della nostra Community su Facebook?

Il luogo dove ogni giorno postiamo nuovi contenuti gratuiti per Scrivere, Pubblicare e Promuovere il tuo Libro.
Dove Autori condividono le loro idee e si confrontano ogni giorno.
Ci sono già centinaia di Autori che ti stanno aspettando!

Unisciti alla Community

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Lost your password? Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.
We do not share your personal details with anyone.