Top
Youcanprint - Selfpublishing Blog / Selfpublishing (Page 3)

Come ottimizzare le vendite del tuo libro

Si inizia a respirare aria di festa, di casa, di cene e di famiglia, novembre e dicembre sono mesi particolari anche perché la spesa pro capite aumenta, anche quella per i libri, fortunatamente.

Per te, che sei un self-publisher questo periodo è molto importante e vale la pena sfruttarne ogni singolo giorno perché le opportunità di vendita anche per i tuoi libri aumentano davvero di molto.

Da oggi l’isbn è gratis, per sempre

Siamo felicissimi di annunciare che da oggi e per sempre l’isbn sarà completamente gratuito.

Da oggi inizia la rivoluzione in Youcanprint, un percorso ricchissimo di novità che permetterà di semplificare e rendere ancora più conveniente pubblicare.

Da leader tra le piattaforme italiane di selfpublishing sentiamo la responsabilità di aiutare migliaia di autori a realizzare il loro sogno. Questo ci spinge costantemente a innovare cercando di abbattere le barriere che separano gli scrittori e i lettori, rendendo la migliore distribuzione già disponibile ancora più efficace ed efficiente.

Rendere gratuito per sempre l’isbn è il primo passo verso un cambiamento radicale nei prossimi mesi guidato da 3 valori:

– Semplificare: riduzione dei passaggi per rendere la pubblicazione intuitiva, veloce e piacevole grazie ad un sito completamente ripensato.

– Potenziare: creazione di nuovi servizi e nuovi strumenti per potenziare la scrittura, la pubblicazione, la promozione del tuo libro.

– Connettere: creazione strumenti e luoghi per far incontrare gli autori con i loro lettori per ottenere il massimo dal proprio libro.​​

Ti aspettiamo al Salone del Libro di Torino!

Il nostro gruppo editoriale Borè, alla sua seconda presenza al Salone del Libro di Torino, si presenta con i suoi principali marchi editoriali: Youcanprint Lettere Animate.

50 mq di stand esclusivamente progettato e allestito, 300 autori rappresentati dalle loro pubblicazioni, incontri con blogger e un helpdesk pronto a dare tutte le informazioni sui tantissimi servizi offerti da una delle più importanti piattaforme di selfpublishing italiane,  che ad oggi ha raggiunto numeri incredibili:

Mi hanno piratato il libro e ora?

Hanno piratato il tuo libro? E ora? Se hai pubblicato (o autopubbicato) un libro è molto probabile che questo sia stato piratato, insomma, che là fuori ci sia il modo di procurarsi la tua opera senza pagare.

Che ci sia un sito – ma anche più di uno – da cui è possibile scaricare il file del tuo romanzo (o saggio, o silloge poetica) senza fatica e senza sborsare un cent. È altrettanto probabile che la cosa ti faccia arrabbiare a morte, soprattutto se l’edizione ebook del tuo libro costa solo 2 euro e 99 o peggio ancora 99 cent.

Scrittori: dote innata o talento da coltivare?

Ciò che scriviamo è preceduto da ciò che pensiamo.

Le narrazioni di eventi reali (ricordo di qualcosa di realmente accaduto) e immaginari (basti pensare ai giochi dei bambini e agli innumerevoli personaggi che possono creare a far agire) prendono forma nella mente e incontrano una elaborazione nell’atto dello scrivere.
Scrittori quindi lo siamo tutti e lo diventiamo nel momento in cui, apprese le nozioni tecniche, componiamo la prima frase di senso compiuto.
Il rapporto con lo scrivere però è condizionabile.

Ci sono persone così «castigate» nella loro capacità di raccontare da severi giudizi scolastici, da aver perso il piacere di farlo e altri che, ignorandoli, hanno creato volumi di racconti. Comunicare e condividere idee, pensieri, storie è un modo per esprimere quello che sentiamo.

Affinare le tecniche per farlo è questione di motivazione, passione, costanza. Chi scrive inizialmente lo fa per se stesso.

Sophie la Parigina – Il suo dizionario dell’art de vivre

sophie_originalSOPHIE è una Parigina dalla testa ai piedi. Conosce Parigi e la sua art-de-vivre come le proprie tasche. Con il suo dizionario illustrato dalla A alla Z, ci offre un tour panoramico a 360° nelle fondamenta della cultura parigina, ovvero: l’eleganza, la gastronomia, le mode, l’educazione, la seduzione e la personalità di queste parigine, cosiddette perfette, essenza stessa della “pariginità”.

Chi l’ha detto che il cioccolato fa ingrassare? O che non si possono indossare calzini con i sandali Chanel? Sophie ci svela in 103 parole, le piccole manie e i segreti delle parigine. Il suo dizionario ritrae una Parigina del XXI secolo, con i suoi mille volti, in varie situazioni della sua vita a Parigi. Saltate tranquillamente da una parola all’altra, a vostro piacimento.

Antonio Dikele Distefano: da Youcanprint a Mondadori con “Fuori piove, dentro pure, passo a prenderti?”

dikeleHo scoperto Youcanprint grazie a delle ricerche fatte sul web. Molti scrivevano che era il miglior sito per un esordiente che voleva pubblicare un libro senza una casa editrice tradizionale. A differenza di altri servizi, il sito mi sembrava molto completo ed efficiente e mi sono fidato. Le informazioni erano moltissime e i costi contenuti.

Il 6 giugno ho pubblicato il libro in free download in tutti i portali digitali e, dopo tre mesi, 16 mila persone avevano scaricato il mio ebook.

Arriva la pubblicazione in Audiolibro!

Youcanprint rivoluziona il mondo del selfpublishing lanciando il servizio di selfpublishing in audiolibro. Grazie a questa straordinaria novità, Youcanprint è la prima piattaforma a fornire la possibilità di pubblicare contemporaneamente sia la versione cartacea, che digitale che in audiolibro. Il servizio di creazione e distribuzione degli audiolibro è rivoluzionario anche nelle tariffe, che sono le migliori attualmente disponibili sul mercato.

Cos’è un audiolibro? Un audiolibro è un libro in formato mp3, scaricabile e destinato all’ascolto su lettori mp3, smartphone, tablet e computer. L’audiolibro permette di leggere in maniera innovativa i libri preferiti anche quando siamo impegnati in altre attività: mentre studiamo, mentre viaggiamo o mentre lavoriamo.

Perché il self-publishing è il nuovo punk

versusA metà degli anni ‘70, in Inghilterra, le compagnie discografiche possedevano il totale controllo del mercato musicale. Chiunque volesse intraprendere una carriera nel campo della musica doveva avere un contratto discografico. Anche le stazioni radiofoniche erano poche e avevano bisogno delle case discografiche per arrivare agli artisti. In cambio, ovviamente, trasmettevano i loro dischi. Insomma, senza il supporto di una casa discografica non avevi alcuna possibilità di emergere.

Bisogna dire che in quegli anni il panorama musicale si era pericolosamente appiattito. Le classifiche erano piene di canzoni prevedibili, che venivano create con grande dispiego di mezzi basandosi su formule di successo. Sì, è vero, c’erano anche dei musicisti che tentavano di produrre cose originali, ma venivano comunque tenuti ai margini.