Top

28 libri che dovreste leggere

libri-da-leggereCerto, lo so benissimo, esistono già un sacco di articoli che dicono quali sono i 100 romanzi da leggere nel corso della vita o gli 80 libri fondamentali nella storia della Letteratura. Ma ho sempre l’impressione che si tratti di liste realizzate per uno che è appena arrivato sul pianeta Terra: gira che ti rigira son sempre gli stessi. E soprattutto non tengono conto del fatto che, per un lettore, una delle più grandi soddisfazioni è la scoperta, la scoperta personale.

Nei dieci anni in cui ho lavorato in libreria nessuno mi ha mai chiesto “Quale libro dovrei leggere prima di morire?” ma, al limite, quale fosse il mio libro preferito o se c’era qualche novità che potessi consigliargli. Uno dei miei romanzi preferiti, ad esempio, l’ho scoperto perché l’autore ci ha chiamati per un’informazione e sono rimasta affascinata dal suo modo di fare. Un altro l’ho scoperto fra i vecchi libri che la mia professoressa di Letteratura russa aveva deciso di dare via. Quindi, sebbene possano esistere libri in qualche modo “fondamentali”, penso che siano più importanti quelli che riescono ad arrivare a noi per vie traverse.

Libro del giorno: David e il destino della riserva

New York. Siamo a circa trecento anni dal duemila. La Grande Mela è diventata una “riserva”. L’umanità ha tentato invano di lottare contro il tempo per restringere con delle nuove tecnologie l’allargarsi del buco dell’ozono. Ormai la terra aveva raggiunto il punto di non ritorno, il confine esatto oltre il quale ogni processo di autodistruzione diventava irreversibile. Nel corso di una generazione lo strato di ozono arrivò a ricoprire solo il cinquanta per cento della terra ed essa mutò sostanzialmente. La temperatura globale si alzò e carestie e devastazioni scoppiarono ovunque.

ACUFENI..tinniti..tinnitus

Siamo sicuri che tutto ciò che ci circonda, i fatti, le nostre azioni, i gesti, le sensazioni che popolano la nostra vita quotidiana, non nascondano in realtà Verità sepolte dal Tempo? Siamo sicuri che la Scienza, la Medicina, come noi le conosciamo oggi, abbiano trascurato saperi che forse avrebbero debellato molte malattie, numerose sintomatologie e patologie a cui non si riesce a far fronte?

I segreti dei Santi…

I segreti dei Santi – Platea Sancti Petri” di William Larson (Cerebro Edizioni)

Un piccolo centro della Provenza diventa il teatro di un orribile delitto. Un uomo porta via qualcosa di prezioso da Villa de Lacan e si lascia alle spalle due corpi senza vita. L’unico sopravvissuto è un bambino, il figlio della coppia, che crescerà con una domanda angosciante: Cosa conteneva quell’oggetto per scatenare un gesto così disumano?

Natale a Saint Oyen

[youtube http://www.youtube.com/watch?v=TnGKFamsMNo&w=420&h=315]

I dipendenti di un’azienda organizzano una gita a Parigi. Al termine di quel viaggio, una serie di circostanze spingono l’Autore ad approfondire la conoscenza di Ferruccio, Ciccino e Fabienne (tre dei cinquanta partecipanti alla gita) e a farci conoscere le loro storie personali. Nel passaggio dall’uno all’altro degli stessi racconti scopriamo anche la grande forza evolutiva  che  è  in  lui  e  che  lo  sta  portando  a  cambiare in maniera profonda il suo rapporto con Dio e il proprio modo di muoversi nel mondo.

Un “Viaggio nel tutto” …

Umberto Di Grazia è un uomo straordinario. Questa è la descrizione sintetica che si può fare dell’autore de “Viaggio nel tutto“, libro edito da Youcanprint.it. Come avevano già scoperto i filosofi scienziati dell’antica grecia i sogni hanno un ruolo fondamentale nella nostra vita. Umberto Di Grazia potrebbe essere definito come una persona che non ha cessato un solo attimo, fin dalla tenera età di tre anni, di restare sintonizzato su tutte le dimensioni della realtà, diventando anche egli filosofo e scienziato. L’autore de “Viaggio nel tutto”, si propone con molta semplicità di descrivere i fenomeni particolari che lo hanno accompagnato per tutta la sua vita.

Storie da città di solitudine

Giovanni Sicuranza, Storia da citta di solitudine“Storie da Città di Solitudine e dal Km 76” è una raccolta di racconti che ridefiniscono il confine della realtà e del senso comune attraverso storie singolari e interessantissime, ai margini della notte, dove sentimento e follia, tragedia e disperazione si intrecciano in voci narrative singolari. Si notano le  “vicinanze” letterarie che hanno influito sulla prosa utilizzata dall’autore, che si nutre con forte evidenza del genere gotico americano.

Lo stile di Giovanni Sicuranza ha pochi precedenti nella nostra letteratura e dimostra una contaminazione con quegli autori che hanno fatto la fortuna del ‘gotico americano’, per intenderci quel periodo che si situa dopo i grandi classici dell’incubo stelle e strisce, ovvero sia Edgar Allan Poe e Howard Phillip Lovecraft e prima degli anni settanta, che vedranno il fiorire del genere grazie ad autori come Stephen King (negli Stati Uniti) o Clive Barker (in Inghilterra). Per entrare nello specifico le atmosfere soprannaturali e l’atmosfera di inquietudine che Sicuranza riesce a materializzare racconto dopo racconto fanno venire in mente Robert Bloch (vedi alla voce Psycho) oppure quell’Algernon Blackwood stimato come ‘creatore di incubi’ dallo stesso Lovecraft.

Nozze che passione!

Preparare un matrimonio indimenticabile è ormai diventata una roba da “Wedding Planner”: gli addobbi floreali, la chiesa, la scelta del ristorante, tutto ormai richiede una cura e un’esperienza da vero esperto del settore.

Per aiutare le aspiranti coppie e non solo, Youcanprint è felice di presentare 3 pubblicazioni curate da Francesca Pesce, che affrontano 3 aspetti diversi dell’evento che cambierà la vostra vita!

Foto di un delitto

Questa volta Algard ci stupisce un po’. Prima ci porta in una tranquilla casa di Firenze, dove un criminologo di sessanta anni Giandomenico Rainieri, conosciuto come il professore, vive un rapporto particolare con una bella donna dell’Est di trentacinque, Monika, che non riesce ad esprimere i propri sentimenti. Ma non sempre tutto è come appare.

Rivoluzioniamo?

Luciano PresentiLa news di oggi è dedicata all’ultima opera di Luciano Presenti, “Rivoluzioniamo”. Dal materialismo alla pratica di Ho’oponopono, fino ad oltre il 2012: le varie fasi di un percorso evolutivo interiore necessario a raggiungere una nuova consapevolezza.