Author Archives: Alberto Forni

Scrivere Selfpublishing

5 consigli per scrittori (ispirati da abitazioni di scrittori)

scrivere-un-buon-libroQuando avevo 16 anni visitai la baita in cui Mark Twain scrisse La famosa rana saltatrice della contea di Calaveras, il racconto che diede avvio alla sua carriera di scrittore. Quella visita mi colpì così tanto che, nel corso del tempo, ho visitato altri luoghi legati agli scrittori, come il ranch di Jack London o la casa di famiglia di Louisa May Alcott. Il fatto è che ogni volta che sono tornato da una di queste visite, mi sono sentito ispirato ad andare avanti sulla strada della scrittura. Spesso, vedere con i propri occhi la macchina da scrivere su cui un autore ha lavorato o il paesaggio che aveva davanti ai suoi occhi, rende il fatto di scrivere più tangibile, meno misterioso. Quello che intendo dire è che a casa loro, gli scrittori, non sono più “i famosi scrittori” ma solo persone che tutti i giorni si mettono lì a scrivere. Proprio come me e voi. Ecco cinque cose che ho imparato da queste visite.

Read More
Selfpublishing

Qual è la tua definizione di “successo letterario”?

obiettivi-di-uno-scrittoreNon c’è niente da fare, l’insoddisfazione è parte integrante della natura umana. Per quanto possiamo realizzare, vogliamo sempre di più. Questa attitudine ha anche un risvolto positivo, perché ci spinge continuamente ad andare avanti, a migliorare. Ma è anche importante essere in grado di apprezzare quello che abbiamo realizzato. Così, qualunque sia il campo in cui decidiamo di misurarci, è importante avere dei parametri personali coi quali misurare il proprio, diciamo così, “successo”.

Per quanto riguarda la scrittura, alcuni si concentrano maggiormente su aspetti concreti, come ad esempio il guadagno o le copie vendute, altri pensano che un’attività creativa debba dare principalmente una gratificazione intangibile. È giusto così: siamo persone diverse, con obiettivi diversi.

Read More
Nuove uscite Scrivere

28 libri che dovreste leggere

libri-da-leggereCerto, lo so benissimo, esistono già un sacco di articoli che dicono quali sono i 100 romanzi da leggere nel corso della vita o gli 80 libri fondamentali nella storia della Letteratura. Ma ho sempre l’impressione che si tratti di liste realizzate per uno che è appena arrivato sul pianeta Terra: gira che ti rigira son sempre gli stessi. E soprattutto non tengono conto del fatto che, per un lettore, una delle più grandi soddisfazioni è la scoperta, la scoperta personale.

Nei dieci anni in cui ho lavorato in libreria nessuno mi ha mai chiesto “Quale libro dovrei leggere prima di morire?” ma, al limite, quale fosse il mio libro preferito o se c’era qualche novità che potessi consigliargli. Uno dei miei romanzi preferiti, ad esempio, l’ho scoperto perché l’autore ci ha chiamati per un’informazione e sono rimasta affascinata dal suo modo di fare. Un altro l’ho scoperto fra i vecchi libri che la mia professoressa di Letteratura russa aveva deciso di dare via. Quindi, sebbene possano esistere libri in qualche modo “fondamentali”, penso che siano più importanti quelli che riescono ad arrivare a noi per vie traverse.

Read More
1 2 3 4 5 6