Self-publishing Ambassador

Aurora Ballarin, selfpublisher con Youcanprint, finalista al concorso “Casa Sanremo Writers”

4 minuti di lettura

Raurora-ballarin-youcanprintiportiamo l’esperienza dell’autrice Aurora Ballarin, che con il suo “La leggendaria guerriera – Rinascita di una dea”, pubblicato da Youcanprint, è arrivata in finale al concorso nazionale “Casa Sanremo Writers“.

“Buongiorno a tutti!

Inizio questa mia piccola testimonianza dopo essermi presentata. Mi chiamo Aurora, ho venticinque anni e sono di Venezia. Scrivo da sempre, tanto che a stento ricordo il giorno in cui ho scritto la mia prima storiella. Una fiaba. Lo stesso genere di narrativa che a volte mi piace riprendere in mano.

L’amore per il fantasy, nel mio cuore fin dall’infanzia, è stato alimentato negli anni dalle numerose letture che ho amato e la prima pubblicazione, “La Leggendaria Guerriera”, è figlia di questa passione ed è maturata con me da quando avevo quindici anni. Dieci anni di crescita, dieci anni in cui alternavo la scrittura di altre storie a questa, riprendendola in mano di volta in volta per migliorarla sempre più finché non ho avuto in mano l’ultima versione, quella definitiva, a gennaio del 2013.

Tuttavia, nonostante scrivessi fin da piccola, non avevo mai pensato di pubblicare. Perlomeno non fino allo scorso anno.

Il tutto è accaduto quasi per caso quando, leggendo un giornale, ho conosciuto la Youcanprint. Dopo quell’articolo ho iniziato ad informarmi, a conoscerla e allo stesso momento ho vissuto mesi intensi, dove mi dedicavo a tempo pieno alla correzione finale della mia storia. Ormai avevo deciso! Volevo far uscire la mia Ainwen dalle mura di casa per farle conoscere il mondo. Era giunto il momento che i miei figli vivessero e che qualcuno, oltre alla madre, li conoscesse.

Così ho contattato la YCP, avendo modo di fare la conoscenza di Alessandro, che ringrazio ancora ora e i cui consigli mi sono stati utilissimi in fase di preparazione della pubblicazione. Da là, il passo è stato piccolissimo eppure enorme al tempo stesso. Carica di aspettative ho inviato la mail e da lì ho atteso: poche settimane in cui sono stati revisionati gli ultimi dettagli e in cui ho toccato con mano la professionalità, la disponibilità e la simpatia di tutto lo staff della YCP, che non smetterò mai di ringraziare. E infine, a novembre, il corriere ha suonato alla mia porta stringendo quel pacco, il cui contenuto tanto agognavo. L’ho aperto, con il cuore colmo di gioia e le mani tremanti. La mia piccola era là e profumava come solo i libri sanno fare. Ho pianto, perché stringerla in mano è stata una delle esperienze più belle e stravolgenti della mia vita. Ero felice, avevo raggiunto l’obbiettivo e la mia bimba era nata davvero.

Ma quello era solo l’inizio e ne ero consapevole: era giunto il momento di farla conoscere. Ero arrivata sì, ma paradossalmente ero al punto di partenza. Lo ammetto, ho studiato molto il mercato dal momento in cui ho deciso di pubblicare, seguendo anche anche i consigli che di volta in volta si susseguivano su questo blog. Ho usato tutti i metodi che mi potessero venire in mente, e li uso ancora. Dal booktrailer ai post, dal blog a twitter… mi ero lanciata a capofitto in questa avventura che mi ha permesso di entrare in un mondo nuovo ed entusiasmante.

Di punto in bianco le mie giornate erano scandite da altri ritmi e, dopo un paio di settimane, lentamente ho iniziato a vedere le prime vendite. E che soddisfazione poi nel leggere le recensioni positive: c’erano persone a cui la storia dei miei figli era piaciuta e che aspettavano e aspettano la seconda parte… un’emozione impagabile. Ed è stato proprio mentre leggevo una di queste recensioni che mi è capitato di vedere il link del concorso “Casa Sanremo Writing 2014”. Incuriosita, poiché già in passato avevo sentito parlare di questo concorso letterario, ho letto il regolamento e seppur con pochissime speranze ho voluto provare a spedire il mio romanzo fantasy.

Da là, l’attesa… un’attesa a cui onestamente nemmeno pensavo poiché tra me e me ripetevo quanto fosse impossibile che “La Leggendaria Guerriera” superasse le eliminatorie. Ma queste convinzioni erano destinate a sciogliersi come neve al sole quando è giunta una chiamata. Un numero strano, che non conoscevo e a cui ho risposto con un semplice “Pronto?”. Dall’altra parte una voce di donna, gentile che mi ha dato la notizia: “Signorina, lei è una dei finalisti del concorso Casa Sanremo e presenterà il suo romanzo in diretta nazionale nel salotto di Casa Sanremo”. Non potevo crederci!

Non sarei mai arrivata fino a questo punto senza il supporto della mia famiglia e se non ci fosse stata la Youcanprint, probabilmente Ainwen sarebbe ancora chiusa nel cassetto, là dove è rimasta per dieci lunghi anni.

Quindi grazie! Grazie di cuore a tutto lo staff di YCP, sono orgogliosa e felicissima di poter lavorare e realizzare i miei sogni con voi!”

http://www.youtube.com/watch?v=H6R2nR_hziU

Correlati

Ti potrebbe interessare anche:

Laura Latini: “Leggere e scrivere, un piacere e un modo per imparare a riflettere”

Salve, mi chiamo Laura Latini Sono nata a Venezia ed ora vivo nella vicina Mestre Felicemente sposata, ho due figli e due nipoti, ai quali sono molto...

Camilla Moro – Una tigre in giardino

Scrivo da circa vent’anni Non si tratta del mio primo lavoro, scrivo solo quando ne sento l’urgenza, quando comunicare agli altri il mio pensiero mi pare...

“La scrittura, una passione arrivata all’improvviso”. L’autrice Angela De Tommaso si racconta

Ciascuno di noi ha dei sogni nel cassetto e non è vero che non si realizzano Quando meno te lo aspetti qualcosa accade, basta sperare e non arrendersi mai Il mio...

Franco Vecchi e il suo ebook sul vino: il racconto dell’autore

Mi chiamo Vecchi, Franco Vecchi vi ricorda qualcosa Poco originale ma non sapevo proprio come iniziare Ho sempre avuto l’hobby dell’hobby, vuol dire che fin da...

L’autore Steed Gamero vince il Premio Letterario Camaiore

Pubblichiamo un articolo di Roberto Malini sul libro di Steed Gamero "I ragazzi della casa del Sole", pubblicato da Youcanprint in coedizione con Lavinia...

“Grazie a Youcanprint un editore ha pubblicato i miei libri”. La storia di Lello Lucignano

Sono molto felice di raccontare la mia storia letteraria, breve ed intensa, proprio qui sul blog della Youcanprint, da dove è partita la mia avventura Proprio in...

Self-publishing Ambassador: Catia Napoleone

Nome: Catia Napoleone Località:Pescara Professione:Consulente Formatore 1) Buongiorno, iniziamo parlando di Lei, come si descriverebbe Lavoro nel campo della...

Booktrailer! “Pezzi mancanti di te” di Teresa Di Gaetano

Sono trascorsi cinque anni e Miss Emma Wellinton è diventata a tutti gli effetti Mrs Thorton Vive a Laenerin con Gilbert Ma mentre lui la riempie di cure e di...

Elia Esposito, il booktrailer di “Bassa Frequenza” premiato al Trailers FilmFest

L'autore Elia Esposito è stato premiato al Trailers FilmFest per il booktrailer della sua opera "Bassa Frequenza", pubblicata nel 2015 in cartaceo ed ebook con...

Manuela Vitale: “Scrivere è il mio momento di libertà”

Dopo la pubblicazione del mio romanzo “Fin sopra l’amore” (in cartaceo e in ebook) la domanda che mi pongono di frequente è: “Dove trovi il tempo per...

“Grazie a Youcanprint pubblicare non è più un problema”. La storia di Veronika Santiago

Ciao a tutti, mi chiamo Veronika e sono nata il 25 marzo nella città del Sommo Poeta dove ancora oggi vivo e lavoro (l’anno di nascita è protetto da...

Self-publishing Ambassador: Daniela Ciotti racconta la sua esperienza

Pubblichiamo un nuovo post nella rubrica Self-publishing Ambassador, dedicata al racconto diretto delle esperienze di autori e autrici che hanno scelto il...

“Selfie a parole”. Fabrizio Trainito, i suoi racconti e il selfpublishing

Avevo sempre scritto di cose serie: business, marketing, project management Tanti paroloni in inglese per rappresentare il mondo del lavoro e degli affari, dove il...

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.