Top
Youcanprint - Selfpublishing Blog / Self-publishing Ambassador  / Anna Giorgini – Racconti di Donne

Anna Giorgini – Racconti di Donne

20150620195458_imageSono nata 57 anni fa in un un piccolo paese in provincia di Rimini. Dopo essermi diplomata all’Istituto Magistrale, mia madre ha pensato bene di iscrivermi (a mia insaputa) a un Concorso Nazionale per Poste Italiane.All’epoca non esistevano test o affini; c’era un esame scritto che consisteva in un tema e, una volta superato, si  accedeva all’esame orale. Caso volle, pur essendo restia a partecipare al concorso (di cui non conoscevo nulla), che l’esame scritto andasse bene. Superai di gran lunga persone più grandi di me, con grandi lauree sul ” groppone “.

Entrai, a soli 21 anni, in Poste e mi trasferii a Pavia. Per Poste Italiane ho lavorato ininterrottamente 25 anni, dopodiché ho avuto un rigetto. I numeri e le calcolatrici che non amavo, hanno fatto sì che lasciassi il lavoro, licenziandomi all’età di 47 anni. Mia figlia, dopo qualche anno che ero a casa, mi ha regalato un’Ipad e mi ha detto: ” non sai cosa farci? Ci scrivi….! “

È stato in quel momento che ho preso coscienza di me stessa e di ciò che poteva darmi. Tra il 2014 e il 2015 ho pubblicato diversi racconti con Youcanprint. In questi racconti ho parlato di donne, ho voluto denunciare le loro sofferenze, dal Percorso di vita, all’incesto da parte di un padre, al disagio giovanile, alla violenza domestica (violenza fisica e psicologica).

Ho un personale modo di imprimere i miei pensieri: scrivo “a getto sulla tastiera”. Non ho appunti, nè brogliacci. I miei lettori, amici soprattutto, mi apprezzano per le  storie che racconto. Non sono vere, naturalmente, ma sono reali. Ogni donna vi si ritrova. Questo per me è importante. Non vorrei essere paragonata a una sputa sentenze ma, qualcuno asserisce che i miei racconti hanno come sfondo una morale, un senso, una denuncia.
Grazie a chi vorrà leggermi e conoscermi di più e meglio.

Potete trovare tutte le opere di Anna Giorgini su Youcanprint.it cliccando qui

Commenta tramite Facebook
MarcoLP
Nessun commento

Posta un commento