Scrivere

7 esercizi di Scrittura Creativa da mettere subito in pratica

10 minuti di lettura
scrittura creativa esercizi

L’importanza della scrittura creativa

Quante volte ti è capitato di andare in libreria e comprare un libro solo perché ti hanno colpito le prime tre o quattro righe? La sensazione che provi è sempre la stessa: le luci, i colori e i suoni intorno a te scompaiono per lasciare il posto alle immagini evocate dalle parole che leggi. È il miracolo della scrittura, eppure non sempre accade.

Diciamoci la verità, ci sono testi che catturano la tua attenzione sin dalle prime battute, altri invece ti fanno venir voglia di dedicarti alla pittura su tela o semplicemente all’ippica. La domanda è soltanto una: perché?

La soluzione del mistero è racchiusa in due semplici parole: scrittura creativa

Nei paesi anglosassoni sono talmente convinti dell’importanza e della necessità di strutturare la creatività che da sempre organizzano corsi e seminari sull’argomento. Negli Stati Uniti, ad esempio, è una materia insegnata nelle Università sin dall’inizio degli anni ‘70.

Scrittori del calibro di JD Salinger, Susan Sontag e Sylvia Plath hanno frequentato un corso di scrittura creativa. Altri invece le hanno dedicato saggi memorabili come “On writing” di Stephen King o “Esercizi di stile” di Raymond Queneau, due punti di riferimento imprescindibili per chiunque voglia scrivere anche solo un racconto di poche cartelle.

Lo scopo della tua scrittura è quello di affascinare, intrattenere, evocare e perché no, scalare la classifica dei libri più venduti? Continua la lettura perché abbiamo ancora un po’ di cose da raccontarti!

Cos’è la scrittura creativa

La scrittura creativa è l’arte di inventare le cose. Parte da uno step che è soggettivo e che appartiene alla sensibilità di ognuno di noi. È l’idea che ti viene all’improvviso mentre sei sulla metro, quando per strada afferri le parole di una conversazione tra due sconosciuti oppure mentre leggi una notizia di cronaca. La creatività parte dall’intuizione fugace, veloce quasi istintiva. Se sei pronto e attento, riesci a metterla nero su bianco. E poi?

La scrittura creativa è il tuo poi. Il dizionario Garzanti la definisce come “la tecnica, il sistema, il modo di scrivere”. Questa descrizione contiene un concetto molto importante ovvero la tecnica.

Ti ricordi quando parlavamo dei testi che annoiano? Molto probabilmente peccano proprio di tecnica ovvero dell’arte di condurre il lettore nella tua storia con ordine e senza improvvisazione.

Il compito di un racconto o di un romanzo è quello di intrattenere e ammaliare, altrimenti è meglio leggere il resoconto semestrale di un’impresa di assicurazioni.

La scrittura creativa è l’invenzione di mondi, personaggi, di dialoghi che lasciano il segno. È l’insieme delle competenze, delle abilità e dei modi attraverso i quali puoi dare una direzione alla tua idea principale. La scrittura creativa è rivolta a un vasto pubblico e il suo compito è quello di utilizzare determinate regole e schemi per intrattenere e ispirare.

Attenzione però, scrivere in modo creativo non vuol dire realizzare un semplice ma anonimo comunicato stampa. I testi aziendali sono raffinati, privi di errori, drammaticamente perfetti e del resto questo è il loro scopo. Un articolo di giornale non può essere considerato creativo, perché il suo obiettivo principale è presentare i fatti e non esprimere i sentimenti di chi scrive.

Un testo creativo invece si serve delle regole e ti permette anche di infrangerle dopo averle padroneggiate e fatte tue.

La scrittura creativa ha la capacità di elevarti da semplice scrittore al rango d’artista. Niente male vero?

A cosa serve la scrittura creativa?

La chiamano la sindrome di Chautebriand e consiste nel convincimento errato che l’artista è attraversato magicamente dall’ispirazione divina e senza tecnica né lavoro né applicazione riesce a confezionare un’opera d’arte. Questa idea, puramente romantica, è falsa. Secondo te, senza tecnica, i Promessi Sposi o I Miserabili avrebbero potuto attraversare indenni i secoli?

A volte la scrittura creativa può sembrare paradossale. Ti insegna a lavorare sodo, a rispettare alcune regole per confezionare un testo ben fatto, ma il suo primo scopo è quello di liberarti dai precetti imposti dalla società, dalla scuola e perché no, anche da te stesso.

Se praticata con costanza, ti insegna a descrivere esperienze umane come l’amore, la fiducia, il dolore ovvero i sentimenti universalmente condivisi. Ti permette di parlare a tutti, di ricercare la verità attraverso la poetica o la narrazione. Ti dà le redini per comprendere, domare e rendere riconoscibile l’immaginazione.

Quindi a cosa serve la scrittura creativa? A impossessarti del tuo estro perché, come dice un famoso spot, il genio è niente senza il controllo. Una volta arrivato a questo step sta a te decidere se tenerti dentro i confini oppure infrangere le regole. Del resto lo diceva lo stesso Picasso: “Impara le regole come un professionista, così puoi infrangerle come un artista“.

Tecniche per migliorare la tua scrittura creativa: la teoria

La scrittura è un processo che inizia con l’immaginazione e si consolida con l’esperienza. Il primo consiglio che ti diamo quindi è molto semplice, quasi banale: il modo migliore per imparare a scrivere è… scrivere! Giorno dopo giorno, con l’impegno e la costanza, imparerai che la scrittura è un modo di utilizzare il linguaggio per arrivare a un determinato scopo. Nel tuo caso l’obiettivo è quello di instaurare un dialogo con i tuoi lettori.

Cesare Pavese ha scritto un saggio bellissimo dal titolo “Il mestiere di scrivere“. Il titolo è già una rivelazione. Scrivere è un’arte ma anche un mestiere e, come ogni professione, migliora con la pratica.

Compra un taccuino e tienilo a portata di mano. Annota ogni giorno pensieri, spunti, riflessioni. Usa i tanto demonizzati social per condividere, alimentare scambi di opinioni oppure apri un blog dedicato a un argomento che ti piace.

Prima di partire con gli esercizi pratici per allenare la tua capacità di scrivere in modo creativo ti diamo 3 consigli teorici a nostro avviso molto utili per iniziare:

  • 1) Non dare niente per scontato

Impara a contestualizzare qualsiasi cosa, soprattutto se stai scrivendo un romanzo o un racconto storico. Non puoi parlare, ad esempio, di un banchetto a base di pomodori e patate e collocarlo prima della scoperta delle Americhe, ne va della tua credibilità!

  • 2) Non confondere concetto con idea

Concetto e idea non sono la stessa cosa; sono complementari, uno è il braccio e l’altro la mente ma non devi mai confonderli. Nel campo della scrittura creativa infatti il concetto è il messaggio, è il cosa, è quello che vuoi comunicare al tuo pubblico. L’idea invece è il tramite, è come comunicare il concetto.


Da dove devi partire? Ovviamente dal concetto: prima di sapere come dire una cosa, devi avere ben chiaro cosa vuoi comunicare.

Non sottovalutare quest’ultimo punto. Uno dei principali problemi di chi scrive è l’incipit, quelle famose tre o quattro righe di cui parlavamo all’inizio che hanno il potere di catturare l’attenzione. Spesso è proprio l’inizio di un testo a causare la sindrome del foglio bianco perché non sai che pesci prendere anzi che parole afferrare. Se prima di iniziare chiarisci e metti nero su bianco quello che vuoi dire, diventerà più semplice creare le prime pagine.

  • 3) Leggi tutti i giorni

Sai qual è il colmo per uno scrittore? Rimanere senza parole! Se vuoi migliorare la tua scrittura creativa non devi far altro che leggere. Dalle etichette degli shampoo fino al manuale di meccanica passando attraverso il Decamerone: tutto fa brodo, tutto allena la mente a immagazzinare parole e concetti.


Esercizi pratici per allenare la scrittura creativa


L’obiettivo di questi esercizi è usare il potenziale e l’immaginazione che possiedi istintivamente per sviluppare un linguaggio unico e inimitabile: il tuo.

La pagina vuota

Ogni mattina, appena sveglio, prendi una pagina vuota e inizia a scrivere tutto quello che ti passa per la testa. Il flusso di coscienza, così lo chiamano i tecnici del mestiere, può tirare fuori una serie di idee molto interessanti. Questo esercizio è molto utile per insegnarti l’arte di non trattenere le tue emozioni. Attenzione: non deve essere una seduta estenuante di scrittura. Prendi un timer e impostalo fino a un massimo di dieci minuti. Scrivi senza limiti, costrizioni o inutili censori interni.

La scrittura automatica

Gli scrittori dell’avanguardia francese del XX secolo erano affascinati dall’inconscio e dall’idea di dargli libero sfogo, spezzando le catene della coscienza. Per conquistare questo traguardo utilizzavano la scrittura automatica.

Il modus operandi è molto semplice, perché non devi far altro che partire dalla solita pagina bianca e scrivere velocemente il flusso di parole che ti passano per la testa. Devi smettere di pensare e collegarti alla parte più istintiva del tuo io. La velocità della scrittura ti darà la sensazione di non avere più il controllo di quello che scrivi.

A questo punto fermati e prova a rileggere. Scoprirai un potenziale creativo che non sapevi nemmeno di avere e questo rafforzerà la tua autostima e ti stimolerà fare sempre meglio.

L’incipit copiato

Questo piccolo suggerimento è una sorta di allenamento per superare le difficoltà delle prime pagine. Sfoglia un libro o una rivista. Ruba una frase a caso, scrivila in alto nel tuo taccuino o sul PC e usala come incipit, costruendoci attorno un breve racconto. È un piccolo trampolino di lancio che ti porterà a trovare mano mano sempre più idee per i tuoi testi.


Cambia il punto di vista di una storia


Prendi una scena o un capitolo del tuo libro preferito e riscrivilo dal punto di vista di un altro personaggio. Puoi scegliere, ad esempio, uno dei romanzi di Harry Potter e narrare le vicende come se Piton, Silente o Hermione fossero i personaggi principali. Cosa prova questo nuovo protagonista? Come potrebbe cambiare la storia?

Il testo flash

Spesso la creatività rende prolissi. Siediti alla scrivania e scrivi un testo di massimo 500 parole, cercando di condensare il concetto iniziale in un’idea semplice, veloce ma soprattutto efficace. Il racconto impone una struttura ben precisa, perché copre un determinato arco narrativo quindi, per essere comprensibile, deve contenere la trama, lo sviluppo del personaggio e il conflitto condensati in poche parole.


Il dialogo rubato

I dialoghi sono la croce e la delizia degli scrittori e spesso la causa dell’abbandono di un romanzo da parte del lettore. Per evitare di cadere nella trappola di conversazioni surreali, lunghe e poco credibili fai questo esercizio. Ruba una conversazione per strada tra due sconosciuti e, una volta a casa, sviluppa un dialogo serrato immaginando l’evolversi della vicenda.

La trama assurda

Per essere creativo devi uscire fuori dai tuoi schemi abituali. Per raggiungere questo obiettivo prova a fare questo esercizio. Prendi un personaggio e collocalo in una scena per lui assurda o surreale e costruisci intorno a questo evento un piccolo racconto, cercando di immedesimarti nei suoi sentimenti e cambiando totalmente il suo punto di vista.

Gli esercizi di scrittura creativa sono folate, raffiche di scrittura improvvisata. Prova a farli per dieci minuti più volte alla settimana e i risultati non tarderanno ad arrivare. In breve tempo infatti non solo potenzierai la tua capacità creativa ma, giorno per giorno, getterai le basi per diventare uno scrittore migliore.

Potresti essere interessato a leggere anche:

Come funziona la mente del lettore? 3 principi fondamentali di marketing librario che devi conoscere

Come scrivere un libro dall’idea alla struttura: la guida completa

Come scrivere un libro al mese: il segreto della produttività dei grandi scrittori


Scarica subito le guide GRATUITE su:

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è guida-promozione-libro-su-amazon.jpg
Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è guida-uso-facebook-e-instagram.jpg

Iscriviti a Youcanprint | La Community Ufficiale

Seguici sul nostro canale YouTube

Partecipa al sondaggio e ricevi le nuove Guide per il Tuo libro in Selfpublishing

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è guide-promozione-YCP.jpg
Correlati

Ti potrebbe interessare anche:

Umberto Eco Tesi di Laurea

I 6 consigli di Umberto Eco per scrivere una tesi di laurea

Il saggio di Umberto Eco "Come si fa una tesi di laurea" (Bompiani, 1977) parte dai fondamentali, spiegando che cos'è una tesi di laurea Ma, se sei qui,...

come diventare un grande scrittore

I bravi scrittori hanno idee. I grandi un sistema

I "grandi" scrittori prima di diventarlo sono stati "bravi" I grandi scrittori sono troppo idolatrati Gli Stephen Kings, i Tolkien o le Rowiling del mondo...

congiungitvo

Il se vuole sempre il congiuntivo? Teoria, esempi, trucchi per ricordare

Il se vuole sempre il congiuntivo Bella domanda, anche perché già quando si parla di congiuntivo le cose si fanno difficili Tuttavia chi scrive, che sia un...

incipit

8 consigli per scrivere un incipit perfetto per il tuo libro

L'incipit di un romanzo è davvero una delle cose più difficili da scrivere In quest'epoca di gratificazione istantanea, brevi momenti di attenzione e...

Generi letterari: definizione ed elenco

Quante volte sentiamo parlare di "genere letterario" Forse è un concetto poco conosciuto da chi non ama scrivere o leggere, ma che rappresenta un argomento...

font migliore per un libro

Qual è il font migliore per il tuo romanzo?

Scegliere il font migliore per scrivere un romanzo non è così semplice Nel self publishing, la libertà di non avere un editore alle spalle consente agli autori...

Come trovare il titolo giusto per il tuo libro: la guida pratica

Hai finito di scrivere il tuo libro finalmente Dopo mesi e mesi di fatica è arrivato anche il momento di scegliere il titolo giusto e questo è un compito che...

Cos'è e come si scrive la prefazione di un libro

Cos’è e come si scrive la prefazione di un libro?

La prefazione di un libro rimane sempre un elemento misterioso: è necessaria È utile Ma soprattutto cos'è e come si scrive la prefazione di un libro È...

scrittura creativa esercizi

7 esercizi di Scrittura Creativa da mettere subito in pratica

L’importanza della scrittura creativa Quante volte ti è capitato di andare in libreria e comprare un libro solo perché ti hanno colpito le prime tre o...

genere letterario horror

Genere letterario Horror. Storia, struttura, temi di un genere amatissimo

Come è nato il genere horror Il genere letterario horror non ha un'origine temporale ben specifica in quanto diversi temi horror sono stati scritti fin...

iniziare a scrivere una storia

Quando inizia un romanzo? Quasi mai dalla prima riga.

Se ti chiedessi quando inizia un romanzo Immagino tu abbia alzato gli occhi al cielo e detto: "dall'inizio, ovviamente!" Ok, ti perdono La maggior...

Il legame con il Tuo lettore

Il coinvolgimento emotivo del pubblico viene mantenuto grazie all'empatia Se lo scrittore non riesce a creare un legame fra noi lettori e il protagonista, si...

come scrivere un libro

Come scrivere un libro, i 12 consigli di Jerry B. Jenkins

Jerry B Jenkins è uno scrittore e biografo statunitense, autore di oltre 190 libri, 21 dei quali hanno raggiunto la lista dei bestseller del New York Times In...

6 Commenti

Rispondi a Anonimo Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *